Dicembre 3, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Nave di salvataggio con 572 migranti a bordo fa scalo nel Mediterraneo

Un’organizzazione di beneficenza che gestisce una nave di soccorso che trasporta 572 migranti nel Mediterraneo centrale giovedì ha chiesto il permesso di attraccare in alcuni porti europei, affermando che il cibo stava finendo e che le tensioni stavano aumentando sulla nave affollata.

Luisa Albera, coordinatrice di ricerca e soccorso per SOS Mediterranee, ha lanciato un appello urgente dalla Ocean Viking, situata tra Malta e l’isola meridionale italiana di Lampedusa, a sud della Sicilia. Ha affermato che cinque richieste delle autorità marittime di assegnare un porto di sicurezza non sono state soddisfatte.

Tra i migranti, 369 sono stati soccorsi il 4 luglio da un’imbarcazione che, secondo il gruppo, avrebbe rischiato di capovolgersi nel Mediterraneo.

“Fare aspettare i sopravvissuti sul ponte della nostra nave, esposti alla luce del sole e agli elementi, è disumano”, ha detto Albera.

Mercoledì sera, ha detto, un uomo in “acuto disagio psicologico” si era tuffato in mare ed era stato salvato e riportato sulla nave.

“Inoltre, i nostri kit alimentari preconfezionati 24 ore su 24 si esauriranno domani (venerdì) e non saremo in grado di soddisfare le esigenze nutrizionali di tutti i sopravvissuti entro sabato”, ha affermato Albera nel suo appello. “Con oltre 570 sopravvissuti alloggiati sul ponte di poppa dell’Ocean Viking, viene utilizzato tutto lo spazio disponibile”, ha affermato, rendendo impraticabile la preparazione e la distribuzione di pasti cucinati.

Italia e Malta insistono sul fatto che anche altri paesi dell’UE prendano parte dei migranti dopo aver raggiunto le coste europee. Insistono che è ingiusto lasciare il mio paese nel mezzo del Mediterraneo per occuparsi di loro mentre chiedono asilo. Poiché la maggior parte dei migranti economici negli ultimi anni, molti sono stati trovati non ammissibili all’asilo e i loro paesi d’origine sono spesso riluttanti a riprenderli.

READ  Più di 1.200 migranti arrivano sull'isola italiana in barca

Durante la pandemia, l’Italia ha messo in quarantena i migranti soccorsi sui traghetti passeggeri commerciali fuori servizio fino a quando non potranno essere trasferiti ai centri di elaborazione dell’asilo in Sicilia o sulla terraferma. Mentre molti migranti arrivano in Italia dopo essere stati soccorsi in mare da navi di beneficenza, navi mercantili o navi militari, altri raggiungono le coste meridionali dell’Italia senza assistenza dopo aver lasciato la Tunisia o la Libia.

___

Segui la copertura dell’Associated Press sulla migrazione globale su https://apnews.com/hub/migration