Gennaio 18, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Mozilla lancia una “Facebook Pixel Hunt” per vedere come vieni tracciato sul web

Non è un segreto che Facebook raccolga enormi quantità di dati sui suoi utenti. Ma la società ora conosciuta come Meta raccoglie anche informazioni sui non utenti. Quindi, la barra tecnologica incentrata sui dati The Markup ha collaborato con il team di Mozilla Rally per saperne di più su come funziona il processo.

I dettagli relativi a questa raccolta di dati saranno estratti, in modo sufficientemente appropriato, attraverso la raccolta di dati. Rally tiene traccia di questa impresa sul suo sito Web come “Caccia ai pixel di Facebook. (Conduce anche studi con Stanford e Princeton su come le persone usano i motori di ricerca o leggono le notizie.)

“Secondo lei politica privataRaleigh afferma: “Facebook potrebbe raccogliere informazioni su di te sul Web anche se non disponi di un account Facebook. Uno dei modi in cui Facebook esegue questo monitoraggio è attraverso una retepixelPotrebbe essere installato su molti dei siti che visiti. Unendoti a questo studio, aiuterai Rally e The Markup a indagare e segnalare dove Facebook ti segue e che tipo di informazioni raccolgono”.

Rally afferma che raccoglierà l’URL completo, il tempo trascorso a navigare e il comportamento di scorrimento per ciascuna pagina visitata dai partecipanti, nonché le seguenti informazioni:

  • I dati vengono inviati ai pixel di Facebook durante la navigazione
  • URL delle pagine web che stai navigando
  • Il tempo che dedichi a sfogliare le pagine
  • La presenza di cookie di accesso di Facebook nel tuo browser
  • Sondaggio completato dall’utente

Il gruppo assicura ai potenziali partecipanti che “tutti gli sforzi per raccogliere e analizzare i dati saranno compiuti nell’ambiente di analisi sicuro di Mozilla” e che “al termine dell’analisi, elimineremo tutti i dati grezzi”. Inoltre, non condividerà i dati con terze parti e Raleigh afferma che i rapporti di The Markup saranno basati su “dati aggregati anonimi” piuttosto che su informazioni specifiche. Chiunque si senta a proprio agio con questi termini può partecipare dopo l’installazione Aggiungi browser rally.

READ  Cosa succede ai tuoi dati online quando muori?

Sarebbe giusto chiedersi come risponderà la Meta alla Pixel Hunt di Facebook. La società ha interrotto sforzi di ricerca simili per tutto il 2021: nell’agosto 2021 ha vietato ai ricercatori della New York University di indagare sulla spesa pubblicitaria politica dalla sua piattaforma, spingendo i ricercatori di AlgorithmWatch a rivelare che anche i loro sforzi per studiare Instagram si sono fermati. Ha inoltre bandito permanentemente lo sviluppatore di un’estensione del browser chiamata Unfollow Everything.

Facebook ha giustificato queste mosse dicendo che voleva proteggere la privacy dei suoi utenti. Nel caso dei ricercatori della NYU, ha citato un accordo del 2019 con la Federal Trade Commission, ma la FTC ha affermato in una lettera che l’affermazione di Facebook era inesatta. Ma la società afferma ancora di proteggere la privacy degli utenti impedendo a ricercatori esterni di condurre studi di opt-out progettati per difendere i partecipanti.

Meta non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.