Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

MotoGP 2022, Jack Miller, Ducati, Mercato Passeggeri, Contratti, Ridiculous Season, Gran Premio di Francia, Le Mans

Jack Miller non sa ancora quale moto guiderà nel 2023, anche se il team Ducati deciderà la formazione dei piloti tra tre settimane.

L’uscente Miller ha iniziato la stagione come il più forte pilota Ducati ufficiale ed è salito sul primo podio dell’anno per la squadra ad Austin, ma l’apparizione del compagno di squadra Francesco Bagnaia ha aumentato la pressione sull’australiano.

Guarda tutte le prove libere, le qualifiche e le gare della MotoGP 2022 dal vivo e senza pubblicità mentre corri a Cayo. Nuovo su Kayo? Prova subito 14 giorni gratis>

La vittoria in Spagna del condannato Bagnaia lo ha portato al quinto posto della classifica del titolo, 14 punti e sei posti davanti a Miller, senza però intaccare il ritiro tecnico dell’australiano in Qatar dopo la qualificazione al quarto posto.

La panchina di Miller era sotto il microscopio anche prima dell’inizio della stagione, quando il miglior debuttante Jorge Martin si è schierato nel 2021 per prendere la sua tuta ufficiale. L’impressionante primo anno di Martin non si è tradotto in un 2022 forte, ma Ina Bastianini ha afferrato il testimone come l’unica vincitrice ripetuta quest’anno finora ed è la migliore pilota del marchio italiano nel campionato.

I messaggi pubblici del team erano contrastanti.

Alla fine del mese scorso, quando Miller è stato legato al ritorno in LCR, il team manager della Ducati Davide Tardozzi è uscito per difendere l’australiano.

“Non vogliamo perdere Jack”, ha detto alla trasmissione televisiva MotoGP. “Vedremo cosa sarà nelle prossime settimane.

“Siamo contenti che le altre squadre stiano cercando Jack, perché questo significa che abbiamo un buon pilota, ma per la Ducati sarà tutto d’intralcio per tenerlo”.

READ  Dentro il caos che circonda Chelsea e Roman Abramovich
Foto di Javier Soriano/AFPFonte: Agence France-Presse

Ma parlando ai media italiani, il direttore sportivo Paolo Ciabati ha indicato che Miller non era in procinto di mantenere l’impianto.

“Bastianini e Martin sono in Ducati dal 2021” Dillo a Sky Sport Italia. “Stanno andando molto bene, la Ducati sta sicuramente scommettendo su di loro in futuro.

“C’è un solo posto nella squadra ufficiale, ma l’obiettivo è tenerli entrambi su una Ducati. La situazione sarà chiara entro giugno”.

Con giugno che si avvicina in sole tre settimane, Miller non ha notizie del suo futuro da Borgo Panigale.

“In questo momento non ho uno spettacolo”, ha detto alla MotoGP. “Non cerco soldi… cerco la moto più competitiva per mettermi in una buona posizione per provare a sfidare per vincere la gara o il podio.

“Mi sento a casa lì e vorrei restare a casa. Che mi vogliano tenere o meno, aspetteremo e vedremo”.

Più auto

SILLY SEASON: 20 piloti senza contratto, ‘jolly’ per il mercato piloti MotoGP e sede per Miller

Voci di Ricciardo: perché il sedile di Dan McLaren è più sicuro di quanto sembri

PIT TALK: Il magnate delle corse dice che la F1 deve diventare completamente elettrica per sopravvivere

Miller ha anche ripreso a riportare i suoi commenti all’inizio della stagione secondo cui “non gli importerebbe” se fosse stato riportato in Pramac nella squadra della Ducati e che questo “non lo infastidisce”.

“Sai, è stato un po’ fuori contesto, quello che ho detto”, ha spiegato. “Non è che sto dicendo, ‘Oh sì, per favore, siediti e torno lì.’ Niente affatto.

“Ho lavorato fino in fondo per arrivare alla posizione in cui sono ora, per essere in una squadra ufficiale.

“Ma alla fine della giornata, amo correre la MotoGP e non voglio smettere di correre in MotoGP. Voglio essere in un pacchetto competitivo e so che se dovessi andare in Pramac avrei sicuramente un pacchetto competitivo .

“Se non posso rimanere nel team ufficiale, Pramac sarà sicuramente una delle mie migliori opzioni”.

Foto di Patricia de Melo Moreira / AFPFonte: Agence France-Presse

La scadenza di giugno della Ducati prevede due o tre gare cruciali per il futuro di Miller e per il mercato più ampio dei piloti, con il Gran Premio di Francia solo questo fine settimana e il Gran Premio d’Italia il 29 maggio prima del Gran Premio di Catalogna il 5 giugno.

Non c’è mai un brutto momento per una prestazione solida, ma un replay della sua vittoria nel 2021 a Le Mans sarà sicuramente opportuno dopo che è stato attaccato da Pecco nell’ultimo round ed è caduto mentre gareggiava per il podio in Portogallo.

Non che si senta costretto a esibirsi all’improvviso.

“Voglio dire, non puoi lasciare che i risultati negativi ti arrivino tanto quanto prima”, ha detto. “Quel giorno ho capito che se fossi arrivato quinto, sarebbe stato un weekend terribile per questo [close] Livello di campionato.

“Bisogna capire e cercare di sfruttare ogni situazione.

“Mi infastidisce quando le persone ti cancellano immediatamente quando hai tre gare e la gente pensa che hai finito quando hai finito l’anno scorso vincendo due gare e finendo quarto nel campionato del mondo.

“L’anno successivo sono sempre la stessa persona e tutti ti dicono che hai finito e non sai cosa stai facendo o che hai bisogno di questa piattaforma.

“Mi sento come la migliore versione del 2022 di Jack Miller che abbiamo avuto.”