Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Mohamed El-Erian: l’invasione russa dell’Ucraina potrebbe portare a “venti inflazionistici”

Il presidente Joe Biden e funzionari statunitensi, incluso il segretario di Stato Anthony Blinken suonare l’allarme su un’imminente invasione russa dell’Ucraina. Ciò aumenta la pressione sui mercati azionari, poiché un eminente economista avverte dei rischi di stagflazione in caso di conflitto militare.

“Se le cose vanno male – che è un caso importante – ci saranno forti venti inflazionistici sull’economia globale”, ha detto a Yahoo Finance Live Mohamed El-Erian, presidente del Queen’s College dell’Università di Cambridge. Il mercato ora ha un prezzo tra l’ottenere una buona decisione diplomatica, o rimarremo senza guerra e senza pace. Non valutiamo davvero la possibilità che si tratti di un conflitto armato”.

stagflazione Si verifica quando la crescita economica rallenta bruscamente e l’inflazione aumenta.

La prospettiva dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha già innescato un picco di volatilità nei mercati azionari, delle materie prime e delle valute globali mentre gli investitori tentano di manipolare l’impatto sulle forniture alimentari ed energetiche, oltre a influenzare la politica europea. Titoli contrastanti sulla concentrazione delle forze russe hanno solo complicato gli sforzi per analizzare le potenziali ramificazioni economiche.

MARIPOL, Ucraina – 17 febbraio: Blocchi di cemento su un blocco spiaggia veicoli dal Mar d’Azov alla strada principale fuori dal porto il 17 febbraio 2022 a Mariupol, Ucraina. Le forze russe stanno conducendo esercitazioni militari su larga scala in Bielorussia, oltre il confine settentrionale dell’Ucraina, nel mezzo di un teso scontro diplomatico tra la Russia e gli alleati occidentali dell’Ucraina. L’Ucraina ha avvertito di essere effettivamente accerchiata, con le forze russe ammassate ai suoi confini settentrionali, orientali e meridionali. Gli Stati Uniti e altri paesi della NATO hanno emesso avvisi urgenti su una possibile invasione russa, sperando di scoraggiare Vladimir Putin esponendo i suoi piani, mentre cercano di negoziare una soluzione diplomatica. (Foto di Pierre Krum/Getty Images)

El-Erian, che è anche il principale consigliere economico del colosso assicurativo Allianz, ha evidenziato il potenziale aumento dei costi su una serie di prodotti di base in caso di guerra tra Russia e Ucraina. La Russia è un grande esportatore, producendo il 45,6% del palladio mondiale, il 15,1% del platino, il 9,2% dell’oro e l’8,4% del suo petrolio, secondo JPMorgan.

READ  Gli incendi boschivi dietro più della metà degli incendi in Italia, secondo i funzionari | La voce dell'America

“Quindi il primo componente, solo un grande aumento dei costi”, ha detto El-Erian. “In secondo luogo, avrai un forte colpo al sentimento e alla fiducia e un altro colpo alla globalizzazione”.

Ad esacerbare la volatilità del mercato, secondo El-Erian, è il fatto che la Federal Reserve e altre importanti banche centrali sono in un ciclo di stretta: “Per troppo tempo, questo mercato è stato l’ancora di un sistema di liquidità altamente accomodante. L’inflazione è cambiando tutto ciò. Non possiamo più contare, contare e prevedere le massicce iniezioni di prima. Federal Reserve. “

Nel frattempo, la Russia ha espulso il secondo diplomatico americano più alto del Paese. Blinken ha fatto osservazioni dell’ultimo minuto davanti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, avvertendo che gli Stati Uniti erano preoccupati che la Russia stesse facendo falsi pretesti per invadere l’Ucraina.

L’ETF VanEck Vectors Russia è sceso di circa il 5% a partire da giovedì pomeriggio e quest’anno è sceso di quasi il 9%.

Julie Heyman è un’emittente televisiva Yahoo Finance Live, nei giorni feriali dalle 9:00 alle 11:00 ET. Seguila su Twitter Incorpora il tweetE leggere Le altre sue storie.

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Segui Yahoo Finanza su Twittere Instagrame Youtubee Sito di social network Facebooke FlipboardE LinkedIn