Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Mislav Orsic, il centrocampista offensivo che ha segnato il gol della vittoria per la Croazia, ha un legame speciale con la Corea del Sud

COSA DOVRESTI SAPERE SULLA FIFA – Questa è la Coppa del Mondo FIFA, che non hai potuto guardare ieri sera, ma oggi vuoi sembrare intelligente, al refrigeratore d’acqua in ufficio.

Sì, Express copre il tuo FOMOF. Questa è la paura di perdere il calcio.

Ecco la tua lista di controllo per la caduta del nome per il 17 dicembre Croazia VS Marocco

Con la partita pareggiata 1-1 dopo i gol di Yusko Gvardiol per la Croazia e Achraf Dari per il Marocco, il 29enne Mislav Orsic ha trovato la palla sulla sinistra dell’area di rigore al 42′ della partita per il terzo posto tra i due squadre. Sabato sera due squadre ai Mondiali al Khalifa International Stadium. Il centrocampista difensivo, che ha collezionato due presenze in Coppa del Mondo, ha tirato al volo la palla dal limite dell’area superando il portiere marocchino Yassine Bounou per riportare la Croazia in vantaggio nella partita. Il capitano Luka Modric avrebbe difeso la sua vittoria per 2-1 fino alla fine per conquistare il terzo posto. La famiglia di Orsic, compresi moglie e figli, stava guardando la partita dagli spalti. Orsic ha segnato cinque tentativi di segnare il gol nella partita e ha ottenuto 19 dei 25 passaggi precisi, ad eccezione della vittoria di tre duelli, ad eccezione di una meravigliosa parata in area di rigore della squadra nella seconda metà della partita.

Solo storie per abbonati

Eccellente
Un'altra Bhutto al Consiglio di sicurezza dell'Onu, 51 anni faEccellente
percorso interno |  Kumi Kapoor scrive: Perché Modi non vuole rovesciare l'H...Eccellente
In Kashmir una nuova linea temporaleEccellente

“Siamo rimasti bene in campo e ci siamo difesi bene, abbiamo vinto. Il giro mi è arrivato bene e sono penetrato dall’altra parte. Adoro tirare da quella posizione. Questo è il mio gol preferito e il più importante della mia carriera. Lo dedico alla mia famiglia, a mio padre, alle mie sorelle”, ha detto Ursic dopo la partita. E ai miei figli, e a mia moglie che sono sempre stati al mio fianco”. , è stato chiesto di fare un regalo per il suo compagno di squadra perché ha creato la possibilità di segnare solo il suo secondo gol in nazionale per la squadra. Orsic ha detto ai giornalisti: “Ci metteremo d’accordo”.

READ  La Ferrari F40 "Kaido Racer" potrebbe essere l'incredibile assistente CGI di uno scienziato pazzo

Nato a Zagabria, il giovane Đoršić ha frequentato la scuola elementare Amte Kovacić a Zagabria nel quartiere di Spansko e inizialmente ha giocato a calcio per i club Tresnivka e Kostosja prima di essere scelto dalla squadra giovanile dell’Inter Zaprešić all’età di 13 anni. Ha giocato la stagione per la squadra prima di passare allo Spezia Calcio in Italia, periodo in cui non ha giocato una sola partita. “Sono un ragazzo vivo. Sono stato paziente e giovane. L’allenatore in Italia non conosceva l’inglese e io mi sono rifiutato di imparare l’italiano. Poiché non siamo riusciti a trovare un accordo, non ho giocato”, ha detto Ursic ai microfoni. documentario Knjaz Code Vatringe l’anno scorso.

I croati Mislav Orsic e Ivan Perisic festeggiano dopo un gol durante la partita per il terzo posto della Coppa del mondo di calcio tra Croazia e Marocco allo stadio internazionale Khalifa di Doha, in Qatar, venerdì 16 dicembre 2022. (AP Photo/Thanasis Stavrakis)

Orsic è entrato a far parte del club croato Rijeka dopo il suo periodo italiano ed è stato ceduto in prestito al club sudcoreano Jeonnam Dragons nel 2015 prima di firmare con il club per 7,5 milioni di sterline. Orisic giocherà rispettivamente nella K-League e nella Chinese Super League con Dragons e Changchun Yatai prima di tornare ancora una volta in Corea per giocare con l’Ulsan Hyundai. Orsic, soprannominato Orsha dai tifosi in Corea, ha segnato 28 gol e 15 assist per il club coreano in 101 partite della K League.

“Sono stato in Corea per tre anni e in Cina per sei mesi. Avevo 22 o 23 anni quando sono andato in Corea. Avevo paura perché non sapevo dove stavo andando. Ma il manager mi ha spiegato che rispettano stranieri lì e la vita è molto ordinata, quindi non ho esitato”. “Non è stato facile all’inizio, ma mia moglie Susana e ci siamo rapidamente adattati. La cosa più difficile per me è stata adattarmi al loro cibo. lo mangio per sei mesi ma quando l’ho assaggiato ero contento dei nuovi sapori e ora mi mancano”, ha detto Ursic a Vecernji List questo mese.

READ  La doppia meta di Capuzou regala al Tolosa la vittoria e ammonisce i francesi

All’inizio del mese scorso Orsic ha pubblicato una foto dei suoi figli Manuel e Ivan che guardano la partita tra Corea del Sud e Uruguay e il calciatore ha pubblicato una foto di entrambi i suoi figli su Instagram e ha scritto “Made in Corea del Sud”. In effetti, questo paese ha svolto un ruolo importante nelle nostre vite; Lì ho fatto la proposta a mia moglie, abbiamo concepito un bambino lì e devo dire che la nostra vita in Corea alla fine è stata fantastica”, racconta Ursic a Vecernji List della foto.

Orsic, che ha esordito con la Croazia nelle qualificazioni ai Campionati Europei dello scorso anno, ha segnato il suo primo gol in nazionale durante la drammatica sconfitta per 3-5 della Croazia contro la Spagna a Euro 2020 dello scorso anno. Il 29enne è andato vicino a segnare il suo secondo gol in nazionale contro il Canada in una partita della fase a gironi della Coppa del Mondo in Qatar prima di affiancare il compagno di squadra Lovro Mager per portare la Croazia sul 4-1 nella partita. Giorni dopo, Oršić ha assistito Bruno Petković contro il Brasile nei quarti di finale della Coppa del Mondo, che ha visto la Croazia passare in svantaggio al minuto 117. Oršić ha poi segnato il primo rigore e ha rappresentato i suoi assist contro Canada e Brasile. “Ho capito subito che avrei aggiunto a Majer. Non appena ho visto che era sul fianco destro, non ho nemmeno pensato di finire il lavoro da solo. Era chiaro come la notte e il giorno che stavo per aggiungere a lui. Mi sono avvicinato il più possibile al portiere e ho spinto Majer che era in una posizione migliore. Vedi “Ci sono misure, come sempre nella vita. E in qualche modo torna sempre. Penso che mi sia tornato in mente perché ho aiutato Petkovic contro il Brasile e poi ho riso ai rigori”, ha detto Orsic dopo la vittoria contro il Brasile.

READ  Artemest, il mercato online del lusso per l'artigianato italiano, raccoglie 15 milioni di euro di investimenti da IRIS Ventures e Olma Luxury Holdings

Dopo la vittoria sul Brasile, la Dinamo Zagabria, club di Orsic, autore di una tripletta contro l’Atalanta in Champions League all’inizio di quest’anno, ha postato sul sito Facebook descrivendo Orsik come il jolly della squadra. “Abbiamo Mislav Orsic al primo mondiale in carriera = 2 assist e un rigore in 28 minuti complessivi in ​​campo in 4 partite. Il jolly più efficiente del mondiale!”, ha scritto l’handle ufficiale della squadra su Facebook .

Il calciatore, che finora ha giocato 476 partite nella sua carriera da club, ha visto la nazionale croata raggiungere la finale della Coppa del Mondo 2018 in Russia da un ritiro in Slovenia. “Quattro anni fa, stavo guardando il quartiere con i miei amici. Eravamo in un bar e festeggiavamo come matti. Ho guardato le altre partite durante i preparativi del club in Slovenia”, ha detto Ursic a NovuTv la scorsa settimana.

Con la nazionale croata che torna a casa dopo il terzo podio in sette Mondiali la prossima settimana, Orsic ha trascorso un po’ di tempo con la sua famiglia prima di essere convocato dal suo club. “La Dynamo ci ha detto che dovremmo venire ad allenarci all’inizio del prossimo anno. Ci sarà tempo per un breve riposo e poi per nuove vittorie”, ha detto Orsic a Germanjak prima della partita per il terzo posto.