Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Mike Dean ammette di aver preso la decisione sbagliata a causa della tecnologia dell’assistente video arbitrale per strappare i capelli a Christian Romero per Mark Cucurella nella partita Chelsea-Tottenham | notizie di calcio

L’assistente dell’arbitro VAR Mike Dean ha detto che avrebbe dovuto raccomandare all’arbitro Anthony Taylor di rivedere il tiro di capelli di Christian Romero su Mark Cucurella per un possibile cartellino rosso nel pareggio per 2-2 del Tottenham con il Chelsea.

Dean, che è stato l’assistente video per la controversa partita allo Stamford Bridge, ha deciso contro qualsiasi rigore per Romero in quel momento.

L’attaccante del Tottenham Harry Kane ha annuito dall’angolo risultante per pareggiare nei tempi di recupero per negare al Chelsea una vittoria e innescare brutti combattimenti in panchina.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Guarda: gli highlights del pareggio per 2-2 tra Chelsea e Tottenham in Premier League inglese.

in mail giornaliera verticaleDean ha ammesso: “Nessun arbitro vuole tornare a casa da una partita sapendo che avrebbe dovuto fare una chiamata diversa. A volte, col senno di poi, ti rendi conto che avresti potuto agire diversamente.

“Per il secondo gol di Harry Kane, ho chiesto all’arbitro Anthony Taylor di aspettare mentre stavo guardando l’incidente tra Christian Romero del Tottenham e Mark Cucurella del Chelsea.

“Non sono stato in grado di assegnare un calcio di punizione come il VAR, ma posso consigliare a Taylor di visitare l’area di revisione dell’arbitro per valutare la possibilità di un cartellino rosso. Nei pochi secondi in cui ho dovuto studiare Romero che tirava i capelli a Cucurella, l’ho fatto Non credo sia stato un atto violento.

Mike Dean
immagine:
Mike Dean non sarà responsabile della tecnologia VAR per le partite della Premier League di questa settimana

“Da allora ho studiato i tiri, parlato con altri arbitri e, riflettendoci, avrei dovuto chiedere a Taylor di visitare l’osservatore a bordo campo per dare un’occhiata da solo. L’arbitro in campo ha sempre l’ultima parola”.

“Dimostra che, non importa quanto tu sia esperto, avendo trascorso più di due decenni come funzionario in Premier League, stai sempre imparando.

“È deludente per me perché questo è stato un incidente in un ottimo fine settimana da parte dei nostri funzionari”.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Thomas Tuchel e Antonio Conte hanno ricevuto cartellini rossi dopo una furiosa lotta tra di loro a tempo pieno allo Stamford Bridge

READ  Lo scialpinismo dovrebbe essere presentato ai Giochi invernali del 2026

Anche il primo pareggio del Tottenham è stato controverso, con il Chelsea che ha affermato che il gol di Pierre-Emile Hogberg avrebbe dovuto essere annullato per fuorigioco con Richarlison nella linea di tiro del portiere Edward Mendy.

Anche l’allenatore dei Blues Thomas Tuchel si è irritato per la mancanza di un fallo dovuto a un’interferenza di Rodrigo Bentancur su Kai Havertz in preparazione del pareggio.

Ma Dean pensa di aver fatto bene a lasciare in piedi la porta del centrocampista danese.

Ha detto: “Con il primo pareggio degli Spurs di Pierre-Emile Hojberg. Era relativamente ovvio. Non posso tornare indietro di 44 secondi per considerare il possibile fallo di Rodrigo Bentancur su Kai Havertz. È fuori dalla fase offensiva del gioco – gli Spurs hanno ottenuto palla comunque – Quindi non era un fattore determinante se il gol di Hogberg dovesse reggere.

Pierre-Emile Hogberg festeggia dopo il sorteggio del Tottenham allo Stamford Bridge
immagine:
Pierre-Emile Hogberg festeggia dopo aver segnato il primo pareggio per il Tottenham a Stamford Bridge

“La domanda era se Richarlison stesse interferendo da una posizione di fuorigioco. Quando Hogberg ha tirato, il portiere del Chelsea Edward Mendy avrebbe visto la palla per me”.

Dean non sarà responsabile del VAR per il prossimo turno delle partite della Premier League dopo aver ricevuto il fine settimana in seguito ai controversi incidenti al Chelsea.

Il 54enne si è ritirato dall’arbitraggio in campo alla fine della scorsa stagione ma è rimasto impegnato in Premier League come VAR.

Cucurella: evidente lo strappo di Romero, errore dell’arbitro e VAR

Il difensore del Chelsea Cucurella ha detto che la tirata di capelli di Romero era “chiara” come la giornata – e ha descritto la decisione di non penalizzare il difensore del Tottenham come un “errore arbitrale e VAR”.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Il difensore del Chelsea Mark Cucurella ha detto che l’arbitro Anthony Taylor e gli ufficiali del VAR potrebbero aver commesso un errore nel caso dell’arbitro riguardo al suo strapparsi i capelli per mano di Christian Romero del Tottenham.

READ  75 anni di Gran Turismo Maserati celebra la A6 1500

“Per me è molto chiaro in partita e in campo”, ha detto Cucurella in conferenza stampa quando gli è stato chiesto dell’incidente. “Non l’ho visto in tv, il video. Penso sia molto chiaro, ma è un errore dell’arbitro o del VAR.

“A volte gli arbitri prendono buone decisioni, a volte no. Non è un problema mio. Forse dobbiamo lavorare un po’ di più per non subire quel gol all’ultimo minuto”.

“Vidi [VAR] Controlla se c’è un cartellino rosso sul campo. Per me questo è chiaro. Al momento non so cosa sia successo”.

Cucurella ha anche scherzato sul fatto che i suoi capelli sono belli e non avrebbe mai pensato di cambiare stile – e ha aggiunto che non ci sono rancore per il difensore degli Spurs Romero.

“Non ho problemi con lui”, ha aggiunto lo spagnolo. “E’ solo una mossa nel gioco ma forse era importante perché ha cambiato il risultato finale.

“Per me non è un problema, prima della partita gli ho parlato [Romero]. Non ho problemi. È solo un’azione nel gioco. Forse una procedura importante perché cambia il risultato finale. Abbiamo un’altra possibilità [to beat Spurs]. “

Romero per evitare di strapparsi i capelli retroattivamente

Romero non dovrà affrontare alcuna azione retroattiva sull’incidente alla fine della partita di domenica: tirare i capelli a un giocatore non è un reato secondo le leggi sul calcio.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

L’ex arbitro della Premier League Dermot Gallagher offre la sua analisi esperta dei momenti cruciali nel pareggio per 2-2 tra Chelsea e Tottenham allo Stamford Bridge.

L’azione retroattiva può essere intrapresa solo quando sia gli ufficiali di gara che i videogiocatori non riescono a rilevare un incidente in campo in tempo reale e non ne fanno menzione nel resoconto post-partita.

Se l’arbitro Taylor avesse monitorato l’incidente in tempo reale, l’azione corretta sarebbe stata un calcio di punizione per il Chelsea, lasciando gli Spurs incapaci di segnare da questo particolare attacco.

A differenza del rugby, le leggi del calcio non menzionano specificamente la spiumatura. I funzionari devono decidere se strapparsi i capelli è abbastanza forte da essere considerato un comportamento violento.

READ  grano! Obbiettivo! Birra?: Ha sentito un analista di calcio tunisino ordinare la birra in onda

In caso contrario, potrebbe potenzialmente essere considerato un comportamento antisportivo e comportare un cartellino giallo.

Conte: Io e Tuchel dobbiamo accettare il rigore FA per cartellini rossi

L’allenatore del Tottenham Antonio Conte ha detto che il suo omologo del Chelsea Thomas Tuchel deve “accettare” qualsiasi rigore inflitto dalla Federcalcio dopo il loro scontro infuocato, ma l’italiano si aspetta di evitare una squalifica sulla fascia laterale.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

L’allenatore del Tottenham Antonio Conte ha dichiarato di accettare e rispettare la decisione della FA di incriminare lui e l’allenatore del Chelsea Thomas Tuchel dopo lo scontro a Stamford Bridge.

Conte spera ancora di essere pronto per la visita del Tottenham ai Wolves sabato nonostante sia stato espulso al termine di un focoso derby londinese contro la sua ex squadra lo scorso fine settimana.

Lui e Tuchel hanno discusso mentre Conte ha celebrato il primo gol degli Spurs nel 2-2, poi si sono scontrati di nuovo a tempo pieno.

I due allenatori sono stati accusati lunedì della Federcalcio e hanno tempo fino a giovedì sera per accettare o fare appello.

Conte sembrava suggerire che avrebbe accettato l’accusa quando gli è stato chiesto in proposito giovedì: “Vedo che la FA ha reso noi, entrambi gli allenatori, una carica più flessibile, giusto? E dobbiamo accettare”.

“Dobbiamo accettare e rispettare ogni decisione. Ma penso che a volte questo tipo di situazione possa accadere. Non è la prima volta, non sarà l’ultima volta che due allenatori non vanno per il verso giusto o non vanno d’accordo .

“Ma la cosa più importante è che dobbiamo andare avanti, rispettarci. E per me, finisce qui”.

A differenza di quando un giocatore viene espulso, Conte e Tuchel non riceveranno necessariamente una squalifica, anche se accettano le proprie accuse.

Alla domanda se si aspettasse di essere sulla fascia laterale contro il Wolverhampton, Conte ha risposto che era fiducioso di farla franca con la squalifica: “Lo spero. Penso che sia vero.

“E’ giusto rimanere dove sono. Poi lo ripeto sicuramente dopo questo tipo di situazione, si può imparare molto ma allo stesso tempo penso che in molte situazioni sono stato davvero bravo a mantenere la calma e non ho reagito in modo eccessivo alla situazione .”