Novembre 30, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Migrare in Istria per sostenere la rete sanitaria

Denis Ayachi è uno di questi. Originaria della Francia, l’infermiera clinica è arrivata in Quebec con sua moglie e due figlie nel dicembre 2019. Ora lavora come assistente infermiere medico al Granby Hospital.

La strada che lo ha portato in Quebec è stata lunga. Lui e sua moglie volevano venire a vivere nella contea da 30 anni. Ho avuto un istruttore di psichiatria del Quebec […] Durante la discussione mi ha detto “Sherbrooke, i sobborghi orientali sono molto belli. Devi andarci”. Quando ho fatto domanda al Réseau Santé Québec [RSQ], che viene ad arruolarsi in Francia, è stata data la scelta, Lui dice.

Il suo arrivo è avvenuto poco prima dell’inizio dell’epidemia. I suoi servizi sono stati rapidamente richiesti nei CHSLD. A novembre o all’inizio di dicembre 2020, mi è stato detto che c’era un focolaio a Villa Bonor, in a CHSLDQuindi, sono tornato lì per un mese. Durante il processo, c’è stata un’epidemia nel centro di residenza Marie-Berthe-Couture e mi è stato chiesto se volevo continuare ad aiutare, quindi sono andata lì per un mese.Lui ricorda.

Il suo aiuto era in trepidante attesa. Quando sono arrivato lì, al piano in cui mi trovavo, le persone erano tutte positive. Non potevano essere portati al centro di contenimento perché era saturo, quindi l’epidemia doveva essere gestita. Ciò che è anche difficile è che tutti i dipendenti sono stati positivi uno per uno. Abbiamo visto l’arrivo di nuovi rinforzi partire positivi pochi giorni dopo.

caldo benvenuto

Fortunatamente, Dennis Ayashi non ha contratto il COVID-19. Nonostante la pandemia, ha bei ricordi del suo arrivo in Quebec e della sua formazione.

L’accoglienza è stata meravigliosa. Che si tratti del personale o della direzione, siamo stati davvero ben accolti.

Citazione da:Denise Ayachi, MD, assistente infermiera principale presso il Granby Hospital

I miei ricordi sono le persone con cui ho lavorato [pendant les éclosions de COVID-19]. Non le ho mai sentite come puttane, né dire che sono malate. Erano lì e facevano il loro lavoro, è stato fantastico, Conferma.

READ  10,2 milioni di euro per il manoscritto della relatività generale di Albert Einstein

Denis Ayachi non è solo. Anche l’infermiera Yvane Penquerc’h è saltata in Canada nel febbraio 2020 dopo aver contattato RSQ Durante una giornata di reclutamento organizzata in Francia. Ora lavora in geriatria.

Anche Yvane Penquerc’h ha deciso di venire a lavorare in Quebec.

Fonte immagine: Yvane Penquerc’h

Il mio ruolo è limitare il ricovero in Pronto Soccorso per le persone di età superiore ai 75 anni, lei spiegò.

Si rallegra anche dell’accoglienza ricevuta dai suoi nuovi colleghi.

Ti è stato dato un caloroso benvenuto. “È fantastico, sei qui, abbiamo bisogno di te.” È stata una cosa davvero positiva.

Citazione da:Evan Benkirch, infermiere geriatrico al Granby Hospital

Hai davvero aiutato

Dani Kordo, consulente infermieristico presso CIUSSS Per Granby, Cowansville e Magog.

E ‘molto utile. Vedo solo un miglioramento nell’atmosfera di squadra, poi la qualità delle cure a tutti i livelli, mi ha davvero aiutatoIl direttore grida.

Prendono posto nei team e sono apprezzati dai colleghi, aggiunge Kathleen Savard, capo del servizio per i team di sostituzione West per CIUSSS De Listeri – CHUS.

Inoltre, sottolinea che il contesto di lavoro in Francia è molto simile a quello del Quebec, il che ne facilita l’integrazione. Poche differenze tra i protocolli dei due paesi appaiono ai nuovi arrivati ​​entro due settimane di formazione e circa quindici settimane di formazione supervisionata.

I dipendenti del Quebec possono anche imparare dai loro colleghi francesi. Queste sono le persone che hanno una leadership positiva con i loro colleghi. Hanno visto altre cose. […] Ce ne danno una parte e dicono: “Abbiamo attraversato tali difficoltà e le abbiamo superate in questo modo”. Vengono ad aiutarci a trovare possibili soluzioniKathleen Savard sostiene.

READ  Cos'è il DNA? - scienza e vita

Sfida sull’immigrazione

Denis Ayachi ora conosce la complessità del processo di immigrazione, che è una delle poche ombre nella foto del suo arrivo in Quebec. Abbiamo un permesso temporaneo. Lì, abbiamo chiesto la residenza permanente, e questo è un processo lungo. Non sai mai quando finirà. Devi aspettare, ed è un po’ spaventoso sentirsi sempre un po’ insicuri. Quando svolgi un lavoro come infermiera o nel campo della salute, vuoi pensare a qualcosa di diverso dal pensarci tutto il giorno, lui spiega.

Lo vedo sui social media, gli infermieri vogliono venire qui, ma quando iniziano a fare domande sull’operazione, scoraggia ancora molte persone. Perché entrare con un’intera famiglia che si chiede temporaneamente: “Mi terranno?” , È complicato, Aggiunge.

Yvane Penquerc’h sta per ottenere la residenza permanente. Dice che l’ha aiutata CIUSSS Da Sherbrooke quando si è trasferito. Dopo di che, l’immigrazione rimane immigrazione, quindi siamo stati tra gli altri futuri arrivi in ​​Canada. Avevamo molte aspettative, molti colpi di scena.

Mentre la contea tenta di reclutare 4.000 infermieri all’estero nel 2021-2022, di cui 150 a Estree, Kathleen Savard ritiene che la rete sanitaria guadagnerà molto se il processo di immigrazione per il personale infermieristico sarà semplificato.

Noi, se c’è di più, ne prenderemo di più. […] Più è facile, più è pubblicizzato, più dipendenti abbiamo. Possiamo assorbire di più!

Citazione da:Kathleen Savard, Responsabile del Servizio di Squadra Alternativa per la Regione Occidentale del CIUSSS de l’Estrie – CHUS

Dal febbraio 2021, 12 infermieri dall’estero hanno aderito al CIUSSS de l’Estrie – CHUS, facendo riferimento all’istituzione sanitaria. Altri 28 sono stati nominati e dovrebbero arrivare entro l’estate 2022.

READ  G20 Finanza e Salute si impegna ad accelerare l'accesso ai vaccini COVID-19

Nonostante le misure amministrative, oggi Granby è la casa di Yvane Penquerc’h. Non siamo troppo lontani da Montreal, non troppo lontani da Sherbrooke, siamo davvero nel mezzo. Siamo ancora molto nella natura, quindi è qualcosa che ci è piaciuto molto con mio marito. Lì, inoltre, abbiamo questa vicinanza. Adoriamo Yamaska ​​​​Park e Bromont è proprio accanto, quindi abbiamo davvero approfittato della stagione sciistica quest’inverno!come dici.

Denis Ayachi, da parte sua, ha apprezzato molto la sua esperienza CHSLD Durante le epidemie di COVID-19 ha accettato una posizione permanente presso Magog. Ora sta usando le sue vacanze per esplorare il Quebec.