Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Migliore compagnia aerea per prenotazioni aeree e alberghiere a Milano, Italia

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

Non c’è quasi nessun modello Instagram contro la realtà più impressionante dei viaggi internazionali. su di me
Grid, sei luminoso, spensierato, trasuda l’energia del personaggio principale. Ogni ora è un’ora d’oro. Spesso, però, la realtà è un po’ più oscura.

in Grazia, Stati Uniti d’AmericaCi sforziamo di rendere ogni momento elegante senza sforzo, anche in caso di occhi rossi, e soprattutto quando si visita la nostra città natale, Milano. Quindi, la notizia che è un’antica base per i frequenti viaggi nel continente, nessuna compagniaAbbiamo lanciato un volo in business class per la capitale italiana della moda che ci ha fatto correre a prenotare un volo – e una camera d’albergo (in uno splendido hotel a 5 stelle). Galleria Vic Milanonaturalmente).

Lanciata per la prima volta nel 2014, La Compagnie serve da New York a Parigi con voli stagionali da New York a Nizza. Ad aprile ha ampliato la rotta da New York (Aeroporto Internazionale di Newark) a Milano (Aeroporto di Milano Malpensa) offrendo cinque voli settimanali (dal giovedì al lunedì) in partenza alle 21:40 sul nuovo A321neo con 76 posti pieni.

Cortesia La Company

Parigi e Milano sono una coppia ovvia per chiunque navighi nel calendario della Fashion Week. Tuttavia, la decisione dell’azienda di espandersi in una destinazione italiana è stata in realtà il risultato di un pensiero creativo ispirato dalla pandemia. Gli aerei della compagnia aerea sono rimasti a terra per 15 mesi durante la pandemia fino a giugno 2021, quando l’Unione Europea ha riaperto i suoi confini agli americani.

“Pensavamo fosse un po’ rischioso effettuare due voli al giorno da Parigi a New York, che era il nostro modello di business prima del COVID-19, perché sapevamo che il volume del traffico tra Parigi e l’Europa non sarebbe tornato del tutto normale e noi bisognerebbe aspettare fino al 2023 o al 2024 prima di tornare a I numeri che avevamo nel 2019”, ha affermato Ann Crespo, Head of Marketing and Communications di La Compagnie, Grazia, Stati Uniti d’America.

“Stiamo iniziando a vedere dove il nostro prodotto di classe business riceverà molta attenzione”, ha affermato Crespo, aggiungendo che da New York a Milano è la terza rotta più popolare quando si tratta di traffico di classe business, dopo Parigi e Londra. (La compagnia europea non può viaggiare da nessun paese non UE negli Stati Uniti e dopo la Brexit compreso il Regno Unito).

Ci sono due ulteriori fattori che guidano l’espansione della linea milanese, ha affermato Crespo: la mancanza di concorrenza delle compagnie aeree italiane e l’influenza della moda in città. “Durante il COVID, Air Italy è crollata e Alitalia è passata a ITA”, ha spiegato Crespo. “In termini di concorrenti, c’erano solo American Airlines ed Emirates Airlines e c’era spazio per un altro operatore nel mercato dei viaggi in business class”.

READ  Il G20 punta a un accordo globale sulla tassazione delle società entro luglio

Come per le altre rotte de La Compagnie, Milano è una destinazione frequente del jet-set. “Fin dal primo giorno, le pubblicazioni de La Compagnie sono state persone nel campo della moda, del lusso e dell’arte, e Milano ha tutto questo tipo di persone”, ha continuato Crespo.

Per questo motivo, La Compagnie offre tutti i comfort che questi viaggiatori si aspettano: accesso alle lounge dell’aeroporto, due bagagli registrati gratuiti, 76 letti piatti e operazioni di imbarco e sbarco rapide in 10 minuti. “Non è un aereo privato, ma ti senti come se fossi in un ambiente privato”, ha spiegato Crespo.

A bordo, i passeggeri vengono accolti con un bicchiere di champagne prima del decollo prima di accedere al Wi-Fi gratuito (e veloce) per lavorare durante il viaggio. Nel frattempo, i suoi prodotti per la cura della pelle e i menu all’avanguardia sono gestiti da chef stellati Michelin.

Cortesia La Company

Tutti i voli La Compagnie offrono questi servizi, ma per la rotta di Milano la compagnia aerea ha stretto una partnership con marchi italiani, inclusi i prodotti per la cura della pelle del marchio parmense di bellezza sostenibile, Comfort Zone e i menu dello chef Isabella Potì e Floriano.Pellegrino del Ristorante Bros di Lecce e i ristoranti Lorenzo Cogo di El Coq e Dama a Vicenza, Venezia. Le offerte di bevande includono una varietà di vini biologici italiani.

“Abbiamo cercato di evitare che ‘i francesi andassero in Italia’, quindi abbiamo cambiato le nostre partnership e collaborazioni con i marchi italiani. Abbiamo anche creato una carta del caffè, perché sentivamo che fosse molto importante per la cultura italiana, che adora il caffè”, ha detto Crespo.

L’unica cosa che rimarrà la stessa, tuttavia, sono l’equipaggio di condotta e i piloti francesi, che sono rimasti tutti nello staff durante l’intera pandemia. “Non abbiamo mai licenziato nessuno durante il COVID”, ha rivelato Crespo. “Il nostro CEO è stato molto chiaro sul fatto che manterremo tutto il personale e che potranno volare a Parigi e Milano. La buona notizia è che abbiamo molti piloti e tre o quattro membri dell’equipaggio di cabina che parlano italiano”.

Cortesia La Company

Qual è il prossimo? L’azienda ha “sicuramente” l’obiettivo di espandersi in più modi, ma ora è concentrata sul portare lo “spirito de La Compagnie” in un nuovo mercato. “Siamo piccoli e offriamo intimità ai passeggeri”, ha detto Crespo. “Si sentono come se appartenessero alla nostra compagnia aerea. Come se fossero in un club”.

Altrettanto intima e premurosa, l’enclave artistica è la Galleria Vic Milano a Milano, una destinazione ideale per il viaggiatore de La Compagnie a Milano. L’hotel si trova all’interno della vivace e storica Galleria Vittorio Emanuele II, un pittoresco centro commerciale con la cupola di vetro progettato nel 1861 e completato nel 1877. La galleria collega Piazza del Duomo (sede dell’imponente Duomo di Milano) a Piazza della Scala (sede del imponente Duomo di Milano). Teatro storico della Scala). (La Galleria stessa ospita un prezioso punto di riferimento storico: il primo negozio Prada in assoluto, aperto nel 1913.)

READ  L'Europa accetta di vietare il carbone russo, ma si batte per petrolio e gas

Questa è davvero una posizione incomparabile per un boutique hotel. Infatti, quando i proprietari di Vik Retreats, la coppia di marito e moglie Alex e Carrie Vik, hanno appreso che la proprietà della TownHouse Galleria era in vendita, sono rimasti immediatamente “curiosi”. Volevano aprire un albergo a Milano e “aveva senso”.

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

Sebbene il TownHouse sia classificato come un hotel a 5 stelle, “non era un hotel particolarmente stimolante”, afferma Carey. “Non c’era arte, né mobili interessanti. Tutte le pareti erano dipinte dello stesso colore su tutti e cinque i piani, ma l’architettura era eccezionale.”

Un vero diamante grezzo, si unirà presto al portafoglio di Vik insieme a cinque proprietà in Sud America, tutte create per mettere in risalto l’arte e il design squisiti di tutto il mondo. Naturalmente, il rinnovamento fondamentale è arrivato prima.

“I nostri progetti sono ‘progetti d’amore’. Li realizziamo perché amiamo l’arte, il design e l’architettura e amiamo essere creativi”, ha affermato Carey. Grazia, Stati Uniti d’America. “Abbiamo costruito tutti gli altri nostri progetti da zero, ma questo sarà qualcosa che erediteremo. Avere ereditato un hotel in un monumento storico è stato davvero interessante”.

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

Le ossa della struttura erano intatte, ma Carey e Alex hanno intrapreso un’importante ristrutturazione per rendere lo spazio più funzionale con l’aiuto dell’architetto Marcello Daglio, che ha contribuito a espandere e rielaborare il progetto da 58 stanze a 89 stanze.

Oggi le camere al secondo piano presentano soffitti a doppia altezza e spazi a soppalco con spazi abitativi sotto i letti a cui si accede da una scala. Le camere al terzo piano hanno balconi con vista sulla Galleria, mentre il quinto piano si trova sopra l’edificio Galleria e dispone di accoglienti terrazze giardino all’aperto.

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

Carrie ha trovato una varietà di camere “davvero stimolanti” e ha messo la firma di Vik Resort nello spazio rendendo ogni spazio completamente unico attraverso l’arte e l’arredamento unici nel loro genere. Due curatori d’arte italiani hanno aiutato a portare artisti dall’Uruguay, dall’Italia e da altri paesi del mondo per creare installazioni site-specific in stanze, corridoi e spazi di raccolta. Alcuni bagni presentano anche installazioni artistiche specifiche del sito o un eccezionale design in marmo.

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

Sono rimasti tutti davvero fedeli al progetto”, ha affermato Carrie dei collaboratori di Vik. “Molti artisti sono venuti e rimangono per lunghi periodi di tempo mentre creano il loro spazio, quindi senti questa passione e l’energia creativa che tutti questi artisti mettono in quella passione. Non si tratta solo di noi che montiamo i dipinti e li appendiamo al Si tratta di coinvolgere gli artisti e collaborare con loro.

READ  L'inflazione è l'unica indicazione che si terrà conto del boom post Covid

Una delle opere d’arte più sorprendenti dell’hotel si trova nella hall, con un calco in bronzo della famosa scultura di Auguste Rodin Il pensatore, su scala enorme per accogliere gli ospiti. È circondato da un muro a secco che copre le pareti e il soffitto con otto figure leggendarie che trasportano il mondo dall’artista italiano Alex Fola. “Penso che sia un ottimo modo per arrivare a Milano perché sei completamente immerso nel mondo dell’arte rinascimentale italiana con un tocco moderno”, ha detto Carey. “È davvero stimolante.”

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

L’hotel è stato aperto a novembre 2019 e ha fatto un grande salto nella sua piena occupazione entro la Fashion Week di febbraio 2020, ma è stato costretto a chiudere all’inizio della pandemia. Dopo una breve riapertura nel 2020, ha chiuso nuovamente durante la seconda ondata ed è stato aperto – finalmente – da marzo 2021.

“Sentivamo di dover essere aperti perché eravamo il nuovo hotel e nessuno sapeva di noi”, ha spiegato Carey. “Dovevamo tirare fuori il nostro nome perché non avevamo davvero l’opportunità di farlo prima della pandemia”.

L’hotel dispone di due ristoranti: Pellico Otto, aperto tutti i giorni per colazione, pranzo, aperitivi e cena. Funge anche da galleria d’arte con molte opere di artisti rappresentate alla Galleria Vik Milano in tutta la sede. Il tetto ospita una pizzeria, I Dodici Gatti.

Per gentile concessione di Galleria Vic Milano

Altrettanto deliziosa è l’arte che copre ogni centimetro della proprietà, dai murales nella hall alla vista a colazione con vista sulla Galleria. Tuttavia, Curry è il primo ad ammettere che Galleria Vic Milan “non è un hotel per tutti”.

“Non siamo un hotel con stampini per biscotti e alcune persone vogliono un hotel con stampini per biscotti. Vogliono sapere che quando entrano in una stanza, avrà la scrivania nell’angolo, una TV e gli stessi servizi ovunque tu vada “, ha detto. su mobili diversi. La maggior parte delle camere non dispone di TV. Questo non è il nostro marchio”.

Mentre gli ospiti possono richiedere una TV, l’obiettivo qui è aiutare gli ospiti a immergersi in un mondo di design, architettura, stile e storia. Cosa potrebbe esserci di più chic e più milanese di così?