Ottobre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Max Verstappen vince a Monza per punti e classifica

Max Verstappen ha vinto il Gran Premio d’Italia di Formula 1 domenica dopo alcuni drammi di safety car in ritardo, lasciandosi a pochi passi dal suo secondo titolo consecutivo di F1.

Il leader del campionato Verstappen ha ottenuto la sua prima vittoria su Monza e il suo quinto GP consecutivo dopo una lotta dal settimo posto in griglia per finire la gara davanti a Charles Leclerc in un’altra giornata difficile per la Ferrari.

La gara si è conclusa con la presa in giro del pubblico e la frustrazione della Ferrari poiché i piloti hanno dovuto finire gli ultimi sei giri con la safety car dopo che Daniel Ricciardo ha perso il motore ed è finito a bordo pista.

Guarda tutte le prove libere, le qualifiche e le gare per il Campionato del mondo di Formula 1™ 2022 in diretta a Cayo. Nuovo su Kayo? Inizia subito la tua prova gratuita >

Come il comportamento “perfetto” di Ricciardo ha dato “incubi” ai rivali… e ha inviato un promemoria cruciale in Formula 1

Ma Verstappen della Red Bull ha 116 punti di vantaggio su Leclerc nella classifica piloti e potrebbe mantenere il suo titolo a Singapore il mese prossimo dopo aver vinto l’undicesima gara della stagione, gara che ha ampiamente controllato nonostante gli sia stata assegnata una penalità venerdì.

“E’ stato un peccato, tutti vogliono finire la partita sotto la bandiera verde, ma sfortunatamente non abbiamo fatto giri”, ha detto Verstappen ai giornalisti.

“Ma avevo un nuovo schiavo, quindi non ero troppo preoccupato.”

‘BIT S**T’: le regole fanno storie di fronte al gigante della F1 mentre la rabbia sale per i funzionari ‘assonnati’.
Punti di discussione: Suggerimenti sorprendenti per la prima volta in Grid Shake; I fan hanno “rubato” con la chiamata “Nessuno vuole

READ  Elisa Balsamo: L'ascesa di una campionessa del mondo

Terribile fortuna: La fuoriuscita di petrolio priva Daniel Ricciardo di punti nel Gran Premio d’Italia

I fischi sono scoppiati a Monza dopo che Max Verstappen ha vinto dietro la safety car.Fonte: Getty Images

Le file rosse accalcate sugli spalti hanno espresso ad alta voce la loro disapprovazione quando le auto hanno attraversato la linea di porta poiché è stata negata loro la possibilità di vedere il loro uomo Leclerc tentare di battere il dominante Verstappen, anche lui fischiato sul podio dai tifosi italiani.

“Il traguardo è stato deludente, vorrei che ci fosse un po’ di gara alla fine, sfortunatamente eravamo secondi a causa di quello che è successo prima”, ha detto Leclerc.

La monegasca ha perso contro Verstappen nonostante la sua pole position, ma dopo la gara ha detto che è stato un “weekend generalmente positivo” nonostante il piano della Ferrari di passare dalle gomme morbide a quelle medie durante un’inversione anticipata della safety car virtuale.

“Penso che avessimo tutti un dubbio, penso che se non l’avessi fatto Max l’avrebbe fatto”, ha detto Leclerc.

“E’ stato un po’ sfortunato perché in mezzo alla pit lane abbiamo la fine della virtual safety car, quindi non avevamo motivo di fermarci in quel momento e da quel momento eravamo nelle retrovie”.

George Russell della Mercedes ha concluso dal podio, mentre il compagno di squadra di Leclerc Carlos Sainz è balzato dal 18° posto sulla griglia di partenza al quarto.

– La Ferrari non è all’altezza –

Anche il sette volte campione del mondo Lewis Hamilton ha corso dalle retrovie della Mercedes per finire un impressionante quinto mentre l’allegro Nick de Vries ha segnato punti al suo debutto in F1, finendo nono come uno degli Alex Albon della Williams.

Hamilton in seguito ha detto a Sky Sport Italia che il traguardo “ha riportato alla memoria” il controverso picco della scorsa stagione ad Abu Dhabi, dove Verstappen ha strappato il titolo nell’ultimo round della stagione.

“Riporta sempre alla mente i ricordi. Questa è la regola che deve essere, vero?”, ha detto Hamilton.

“C’è solo una volta nella storia di questo sport in cui oggi non hanno applicato tali regole ed è lì che ho cambiato il risultato del torneo. Ma è così”.

Il capo della Mercedes Toto Wolff ha dichiarato: “Penso che questa volta abbiano seguito le regole.

“Forse avrebbero potuto farlo prima e accettare la fine della gara sotto la safety car.

“Così dovrebbe essere.”

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha criticato la FIA per essere stata “sorpresa addormentata” alla fine della gara, dicendo che Leclerc ha rubato l’opportunità di competere per la vittoria dopo la morte.

“Oggi abbiamo tutte le condizioni per riprendere la gara, non so perché hanno aspettato così tanto”, ha detto Binotto a Sky Italia dopo la gara.

La FIA è stata colta nel sonno, potrebbe non essere ancora pronta per affrontare queste situazioni”.

La Ferrari ha accusato la FIA di essere “sintonizzata addormentata” piuttosto che far correre i piloti.Fonte: Getty Images

Alla domanda se le regole dovessero essere cambiate, ha detto: “No, non credo si tratti di cambiare le regole. Le regole sono state discusse, in larga misura, soprattutto dopo Abu Dhabi l’anno scorso.

“Se ne è discusso con la FIA, la F1 e le squadre, e siamo giunti alla conclusione che il formato attuale è probabilmente il formato appropriato da mantenere. Quindi non penso che oggi sia una questione di leggi.

“Sono certamente deluso dal tempo impiegato per prendere la decisione, e penso che non capiamo perché ci sia voluto così tanto tempo per liberare le vetture tra la safety car e il pilota”.

Nonostante Verstappen abbia approfittato della situazione, il capo della Red Bull Christian Horner ha affermato di ritenere che ci fosse tutto il tempo per riprendere a correre.

“Non vogliamo vincere una gara con una safety car”, ha detto Horner a SkyF1. “Ed è qualcosa di cui parliamo da così tanti anni che dovrebbero finire la gara. C’era abbastanza tempo per iniziare questa gara. Penso che abbiano scelto l’auto sbagliata, hanno scelto George Russell.

“Avevamo la macchina più veloce e ci sarebbe piaciuto vincere la gara in pista, non dietro la safety car. Quindi condividiamo la delusione di tutti i fan perché ha deciso la fine della pista”.

La chiave del ritardo è stata che la safety car è arrivata davanti a Russell al terzo posto, non a Verstappen alla partenza, il che significava che era necessario più tempo per riguadagnare l’ordine di gara corretto prima che la gara riprendesse.

La FIA ha però difeso la sua decisione, affermando che i problemi nel recuperare l’auto di Ricciardo erano invece da biasimare per il ritardo.

“Sebbene siano stati fatti tutti gli sforzi per recuperare rapidamente l’auto numero 3 e riprendere la gara, la situazione si è sviluppata e le guardie non sono state in grado di mettere l’auto in folle e spingerla nella via di fuga”, si legge in un comunicato della FIA.

“Con la sicurezza del processo di recupero come la nostra unica priorità e l’incidente non è stato abbastanza grande da richiedere la bandiera rossa, la gara si è conclusa con una safety car seguendo le procedure concordate tra la FIA e tutti i concorrenti.

“Il tempismo del periodo della safety car in gara non ha alcuna influenza su questa misura”.

Nel frattempo, Ricciardo ha visto un altro nuovo minimo nelle fasi finali della sua carriera alla McLaren, poiché si è ritirato per la seconda volta in questa stagione a causa della fuoriuscita di petrolio.

Ricardo Lando ha superato Norris per risalire al terzo posto al via, ma ha iniziato a ripiegare prima che la sua gara finisse prematuramente.

“E’ stato bello partire davanti e fare una buona partenza”, ha detto Ricciardo. “Lando sembrava aver fatto una brutta partenza, quindi sono salito su di lui ed è stato bello essere terzo, ma ho subito visto che Max (Verstappen) era proprio dietro di me ed era chiaro che ad un altro livello.” “Stavo solo cercando di stabilire un ritmo per il quarto posto, ma non eravamo abbastanza veloci.

“Mi sentivo come se stessi facendo un buon lavoro rimandando Gasly, ma non avevo molto altro da dimostrare. È stata una gara impegnativa, cercare di resistere, fare quello che potevo e poi sì, mi sentivo come se avessimo ottenuto un po’ di colpo con le gomme dure a 10-15 giri dalla fine, ma poi il motore si è appena spento alla curva sei.

“Mi sono dovuto fermare subito perché era bloccato nella marcia e quindi non potevo spostarmi in un posto sicuro. È stato bello prendere alcuni punti, ma non doveva essere oggi”.

Leclerc è partito in pole position e ha fermato il primo tentativo di sorpasso di Russell per mantenere la pole mentre Verstappen stava già avanzando al secondo posto al quinto giro.

Verstappen ha preso il comando al 13° giro quando è stata introdotta la safety car virtuale dopo che Sebastian Vettel è caduto e ha fermato Leclerc, una mossa che alla fine sarebbe costata la gara alla Ferrari.

Ha fermato Verstappen al giro 26 per passare da slack a intermedie ed è tornato in lotta proprio dietro a Leclerc con la stessa barca su cui il suo rivale Ferrari aveva già girato 13 volte in pista.

L’usura delle gomme ha fatto la differenza quando Leclerc ha dato la vittoria a Verstappen fermandosi di nuovo ai box per tornare alla scorrevolezza sette giri dopo.

La gara di Ricciardo si è conclusa a sei giri dalla fine e la sua vettura è rimasta bloccata a lato della pista, cosa che ha lasciato tutti addosso sapendo che la safety car sarebbe uscita.

Quello che non sapevano era che l’auto sarebbe rimasta in pista fino alla fine della gara, il che significava che Verstappen ha superato il traguardo per una vittoria che probabilmente sarebbe arrivata a prescindere.

Risultati e classifiche dopo il Gran Premio d’Italia di domenica a Monza

Risultato GP

1. Max Verstappen (NED / Red Bull) 1 ora 20 minuti 27.511 secondi

2. Charles Leclerc (MON / Ferrari) a 2.446

3. George Russell (GB/Mercedes) 3.405

4. Carlos Sainz Jr. (Spagna / Ferrari) 5.061

5. Lewis Hamilton (GB/Mercedes) 5.380

6. Sergio Perez (Messico/Red Bull) 6.091

7. Lando Norris (Regno Unito/McLaren) 6.207

8. Pierre Gasly (FRA / AlphaTauri-Red Bull) 6.396

9. Nick de Vries (NED / Williams-Mercedes) 7.122

10. Zhou Guanyu (Cina/Alfa Romeo) 7.910

11. Esteban Ocon (FRA / Alpine-Renault) 8.323

12. Mick Schumacher (GER / Haas-Ferrari) 8.549

13. Valtteri Bottas (Vin / Alfa Romeo) 1 giro

14- Yuki Tsunoda (Giappone / AlphaTauri-Red Bull) 1 giro

15- Nicholas Latifi (Canada / Williams Mercedes) 1 giro

16 – Kevin Magnussen (Den/Haas-Ferrari) 1 giro

Campionato Piloti

1. Max Verstappen (NED) 335 punti

2- Charles Leclerc (LUN) 219

3. Sergio Perez (Messico) 210

4. George Russell (Gran Bretagna) 203

5. Carlos Sainz Jr. 187

6- Lewis Hamilton (Gran Bretagna) 168

7. Lando Norris (Gran Bretagna) 88

8- Esteban Ocon (Francia) 66

9- Fernando Alonso (Spagna) 59

10. Valtteri Bottas (FIN) 46

11. Pierre Gasly (Francia) 22

12. Kevin Magnussen (Danimarca) 22

13. Sebastian Vettel 20

14- Daniel Ricciardo (Australia) 19

15. Mick Schumacher (Germania) 12

16- Yuki Tsunoda (Giappone) 11

17. Zhou Guanyu (CHN) 6

18. Lance Stroll (Cannes) 5

19. Alexander Albon (Thailandia) 4

20. Nick de Vries (NED) 2

21. Nicholas Latifi (Canada) 0

22. Nico Hulkenberg (Germania) 0

Creatori

1. Red Bull 545 punti

2. Ferrari 406

3-Mercedes 371

4. Alpine-Renault 125

5. McLaren-Mercedes 107

6- Alfa Romeo 52

7. Haas-Ferrari 34

8. Alpha Tauri-Red Bull 33

9. Aston Martin – Mercedes 25

10. Williams Mercedes 6