Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Matt Fitzpatrick è in testa dopo una giornata ventosa agli Open d’Italia

GUIDONIA MONTECELIO, Italia — Anche il vento non è riuscito a fermare il campione degli US Open Matt Fitzpatrick agli Open d’Italia.

Fitzpatrick entrerà nell’ultimo round in testa e mirerà a fare meglio di tre anni fa dopo aver superato le difficili condizioni di sabato per sparare 2-under 69 su Rory McIlroy e Aaron Roy.

Fitzpatrick, che a giugno ha vinto il suo primo titolo major a Brooklyn, gioca agli Open d’Italia per la settima volta. È arrivato secondo nel 2019.

“Significa il mondo [to win],” ha detto Fitzpatrick.

Al Marco Simone Club fuori Roma, ha preso un vantaggio di un colpo nel round finale dopo che tre birdie sui nove posteriori lo hanno portato a 10-under 203.

“Abbiamo acceso il nove e il campo da golf è completamente cambiato”, ha detto Fitzpatrick. “Era il vento che non avevamo giocato per tutta la settimana. Per me, mi sentivo come se potessi resistere ed evitare i banditi, mi sarei messo in buona forma. Sono stato in grado di prenderne alcuni. [birdies] Indietro nove. Felice di andare domani con il comando”.

Il leader di metà campo McIlroy ha iniziato un tiro davanti al compagno di squadra della Ryder Cup Fitzpatrick, ma ha lottato contro il vento e ha colpito tre spauracchi. Tuttavia, ha salvato il suo round – e forse il suo torneo – finendo con un birdie, il suo terzo della giornata.

“Ho lottato con il putter tutto il giorno, ma penso, soprattutto quando si è alzato il vento, mi chiedevo se stavo giocando controvento o meno”, ha detto McIlroy.

“Un po’ fortunatamente ci sono ancora. Solo un altro tiro indietro. Penso che domani sarò nel gruppo finale. Quindi è stato un grande putt alla 18a buca, quindi posso seguire Fitz e quello che sta facendo.’ ‘

READ  La collezione Radisson si espande ulteriormente in Italia

McIlroy gioca per la prima volta in Italia per prendere dimestichezza con il percorso che ospiterà la Ryder Cup del prossimo anno.

Nel frattempo, due aquile hanno aiutato Roy a scalare la classifica con un impeccabile 65. Ha iniziato il round sei colpi di vantaggio.

Il golfista americano Kurt Kitayama (67), il francese Victor Perez (69) e l’australiano Lucas Herbert (68) erano in un pareggio a tre per il quarto posto a 8 sotto.

Tuttavia, c’è stata più sofferenza per il capitano dell’Europa Luke Donald.

Donald, che ha colpito la palla sbagliata nel suo round all’inizio della giornata, ha tirato un cinque su 76 e ha realizzato sette spauracchi lasciandosi alle spalle 10 colpi.

Il prossimo anno, Marco Simone diventerà la terza sede dell’Europa continentale ad ospitare la Ryder Cup, dopo Valderrama in Spagna (1997) e Le Golf National in Francia (2018).