Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Mark Bennett: tiro al centro della Scozia per l’Italia per paura di essere “finita” a livello di test

Bennett è nel mix per iniziare il suo primo Test match in quasi sei anni, quando Gregor Townsend affronterà l’Italia a Roma sabato.

Per favore registra Alla nostra newsletter quotidiana

Notiziario Tagliato dal rumore

Il 29enne Richard Cocker si sta godendo il suo ritorno al rugby internazionale dopo un infortunio e alcuni momenti difficili a Edimburgo.

Dopo aver lasciato Cocker la scorsa estate e l’arrivo di Mike Blair, Bennett ha prosperato di nuovo, con la squadra della capitale che ha giocato il marchio del rugby offensivo in linea con l’istinto del giocatore.

Bennett ha detto che le possibilità che giochi con i suoi punti di forza sotto Gogerlin sono “molto scarse”.

“Ho dovuto adattare il modo in cui giocavo, l’ho fatto. Significava che non avevo molte possibilità di fare meglio, ma ho dato tutto”, ha detto.

Nonostante la sua lunga assenza dalla squadra scozzese sia preoccupante, la voglia di Bennett di giocare per il suo paese non è mai venuta meno.

Mark Bennett ha segnato il suo primo tentativo in Scozia contro l’Italia durante la sconfitta del Sei Nazioni del 2015 a Murrayfield. (Photo by Jeff J. Mitchell / Getty Images)

“Il fuoco è sempre stato lì, ma ciò non significa che non sospetti di me stesso, ci sono molte volte in cui ho pensato di averlo fatto a livello internazionale, ma sono rimasto fedele alle mie pistole, eccoci qui”, ha detto.

Bennett ha ricordi contrastanti di aver affrontato gli italiani. Ha fatto parte della squadra scozzese che ha perso contro gli Assiri nel 2015 – l’ultima vittoria in sei paesi – che è stata un’opportunità agrodolce per il giocatore.

“Questo è il mio primo tentativo internazionale da ricordare da quel giorno”, ha detto. “Un intercetto, so che siamo partiti forte, penso che il Driving Mall of Italy abbia segnato due tentativi negli ultimi 10-15 minuti. Ci hanno pugnalato fisicamente lì.

Per saperne di più

Per saperne di più

Sei paesi: i Less Performers scozzesi hanno detto prima che “nessuno può arrendersi” …

La forma di Mark Bennett per la squadra di Edimburgo in questa stagione ha portato al ritiro della Scozia. Immagine: Paul Devlin / SNS

Dodici mesi dopo ha aiutato la squadra di Vern Cotter a vendicarsi, vincendo 36-20 alle Olimpiadi dello Stadio.

Nel frattempo, nell’allenamento di Coppa del Mondo a Edimburgo, ha eguagliato un altro tentativo contro gli italiani, in cui la Scozia ha vinto 48-7.

Bennett è diventato il protagonista assoluto della Coppa del Mondo 2015, segnando tre tentativi in ​​quattro presenze, di cui pochi secondi prima che la Scozia raggiungesse le semifinali negli ultimi minuti dei quarti di finale contro l’Australia.

Sebbene artisti del calibro di Finn Russell, Stuart Hawk e Johnny Gray provenissero dalla squadra nazionale, Bennett è scomparso dalla scena. È felice di ritrovare i suoi vecchi amici.

Mark Bennett è tornato a livello internazionale per sostituire la Francia. Immagine: Ross MacDonald / SNS

“È stato divertente, non li vedevi da un po’, ma non è cambiato nulla”, ha detto. “Sono proprio come lo sono sempre stati.

“Ho giocato a hockey, ho giocato con Johnny dall’età di 13-14 anni. È stato molto divertente rivederli, è così divertente interagire con loro fuori dal campo e poi è sempre stato così sul campo.

Se ha la sensazione di recuperare il tempo perso, Bennett sente di dover dare molto di più a se stesso. La sua forma per Edimburgo è stata eccellente e sembra che sarà utilizzato per aprire la difesa italiana sabato mentre la Scozia cercherà di rimettersi in carreggiata dopo le sconfitte contro Galles e Francia.

“E’ stata una buona stagione per me e abbiamo giocato un fantastico rugby a Edimburgo”, ha detto. “Penso che mi abbia dato la possibilità di essere me stesso. Penso che tu abbia visto che nel secondo tempo contro la Francia ho preso la palla, stavo facendo quello che stavo facendo. Lo volevo davvero e spero di rimettermi in gioco.

La selezione di Bennett potrebbe venire a spese di Chris Harris, che nelle ultime stagioni è stato la chiave della 13a maglia sotto Downsent. La forza dell’uomo del Gloucester è principalmente difensiva, con Downsent che punta a un approccio audace contro una squadra italiana che da sette anni non vince in sei paesi.

Bennett sente di aver beneficiato del lavoro con Harris e di poter imparare dalla sua esperienza difensiva.

Mark Bennett fa un kickout durante l’allenamento in Scozia. (Foto di Paul Devlin / SNS Team) € (R)

“Fa parte del mio gioco, non è molto naturale”, ha detto l’uomo dell’Ayrshire. “Sono un giocatore offensivo. So di poter difendere bene, ma questo non è il mio più grande punto di forza come ha Chris.

“Forse so di poter fare cose dall’altra parte della palla che lui no, quindi per me non credo di dover essere il miglior difensore in campo.

“Ma una cosa che posso dire è che non ho mai lavorato con Chris, e lui sta difendendo bene il sangue. L’ho visto in allenamento, è bravo. È saggio allenarsi con lui e imparare da lui. È una bella sfida.

“Una cosa che ho preso da lui è che non è mai stato stressato. Può non sembrare così in campo, ma anche quando gli vengono lanciate bombe addosso, è sempre calmo e riservato.

Può essere vecchio e intelligente, ma Bennett crede di avere abbastanza coraggio per lasciare il segno a questo livello ed è ansioso di dimostrarlo contro l’Italia.

“Io sono ancora giovane. Negli ultimi anni non sono stato in grado di raggiungere questo obiettivo, non importa quanto ci provi. Tornare lì è stato incredibile [against France] E l’ho adorato assolutamente. Mi divertirò se ne avrò la possibilità questo fine settimana.

Un messaggio dell’autore: Grazie per aver letto questo articolo. Facciamo affidamento sul tuo supporto più che mai, poiché il cambiamento nelle abitudini dei consumatori causato dal virus corona influenzerà i nostri inserzionisti. Se non ne possiedi già uno, supporta il nostro diario affidabile e verificato sottoscrivendoti digitalmente.

READ  La villa italiana da $ 470K ha un prezzo di $ 35 a biglietto