Agosto 1, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Mancini afferma che la vittoria dell’Italia a Euro 2020 ha “guarito” vecchie ferite

Mancini ha portato il suo paese alla sua prima vittoria in un Campionato Europeo dal 1968 sparando agli uomini di Gareth Southgate in onore degli atleti di Gianluigi Donorumma.

Mancini, che è stato ricostruito dopo non essere riuscito a qualificarsi per la Coppa del Mondo 2018, ha corso imbattuto in 34 partite culminate con una vittoria a Euro 2020.

Mancini ha detto che il 1958 è stato il primo anno dalla sconfitta del 2018 in cui Assuri non è riuscito a raggiungere la Coppa del Mondo SPORT1 “L’Italia era giù”.

“Voi [Italy] Ho sentito subito che tutti volevano un risarcimento e che i loro *** erano pronti a lavorare per il Paese”, ha detto l’ex allenatore del Manchester City.

Ma il titolo italiano non solo ha segnato la vittoria di questi giocatori attuali, ma ha anche confortato il capo delegazione di Mancini e Assouri, il Villarreal, che si è unito per breve tempo al Barcellona contro la Samperia a Wembley nel 1992.

“Ricordo ancora quel gioco [the 1992 European Cup final] Bene. Non dovevamo perderlo, non ne vale la pena”, ha detto Mancini.

“Ma ora il cerchio è pieno. 30 anni dopo. Pazzo! Sono anche contento che questo trofeo appartenga a un certo numero di tifosi della Samptoria. Purtroppo in quel momento hanno dovuto accettare una grave sconfitta. Ora le ferite stanno guarendo. “

L’impressionante difesa dell’Italia ha scatenato la vittoria segnando appena quattro gol contro Inghilterra (due), Belgio e Finlandia (tre a testa) a Euro 2020, le uniche squadre a vantare risultati difensivi.

Giorgio Cielini e Leonardo Bonucci, insieme all’ucraina Mykola Madvyenko, sono in cima alla classifica difensiva, Marshall è arrivato in appendice davanti all’eroe dei tiri Donorumma e Mancini ritiene che la coppia meriti un credito significativo.

READ  5 Le gonne estive valgono quanto una vacanza italiana

“Giorgio [Chiellini] E Leone [Bonucci], Naturalmente, abbiamo svolto un ruolo enorme nel nostro incredibile successo. Se lo meritano perché segna 20 anni di storia del calcio italiano”, ha spiegato.

A parte gli elogi di Sielini e Bonucci, Mancini ha concluso le domande sull’immortalità e sulla storia: “Questo titolo è per tutti gli italiani del nostro Paese.

“Ma questo è un regalo per tutti gli italiani all’estero. La gioia infinita ora esiste”.