Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Unione Europea riprenderà le operazioni diplomatiche a Kiev, in Italia

L’Unione Europea (Ue) e l’Italia hanno comunicato che riprenderanno le loro attività diplomatiche a Gaius dopo l’invasione della Russia da parte dei suoi vicini, che porterà alla chiusura e al trasferimento di operazioni e strutture nella capitale ucraina e altrove.

“Attraverso questa visita, l’UE torna a Kiev. Posso davvero dire: il capo della nostra delegazione è tornato qui per poter lavorare in modo più diretto e stretto con le autorità ucraine”, ha affermato l’alto rappresentante dell’UE Joseph Borel durante una visita in Ucraina per incontrare il presidente Volodymyr Zhelensky. Detto in un comunicato.

Secondo l’Unione Europea (UE), le operazioni diplomatiche sono state temporaneamente trasferite a Rzeszow, in Polonia, dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina. L’UE ha osservato che alcuni dipendenti sarebbero ancora in Polonia.

Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha dichiarato sabato in conferenza stampa che l’Italia vuole tornare a Kiev per le relazioni diplomatiche.

“Ambasciatore [Pier Francesco] Zazo e la nostra ambasciata non hanno lasciato l’Ucraina: si trova a Leopoli, nell’ovest del paese. Ma ora è il momento di inviare un grande segnale agli ucraini … e ringraziarli per aver espulso le truppe russe da Kiev “, ha affermato il ministro degli Esteri italiano. Secondo la CNN.

Lo sviluppo arriva quando il Pentagono ha affermato all’inizio di questa settimana che le forze russe si sarebbero riunite con Russia e Bielorussia e si sarebbero ritirate completamente da Kiev e Chernivtsi.

Le forze russe non sono riuscite a catturare Kiev e il portavoce del presidente russo Vladimir Putin ha riconosciuto che la Russia ha subito “perdite significative”.

READ  L'Italia vince ancora con gli Stati Uniti nella pallanuoto olimpica maschile

Ma il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha affermato che le mosse della Russia sembravano dissuaderli da Kiev e Chernivtsi e che la Russia stava agendo in “buona fede”.

“Questo è un gesto di buona volontà per dimostrare che la Russia è davvero pronta a rimuovere le tensioni da quelle regioni e creare condizioni favorevoli per il proseguimento dei negoziati”, ha detto a Sky News.