Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

‘L’unico nero nella stanza’: La verità sul razzismo in Italia

Fare italiano una persona di colore è una questione che può essere affrontata in due modi: l’atteggiamento razzista e l’atteggiamento antirazzista dei progressisti. Il razzismo inconsapevole è spesso condannato da quest’ultimo – prendi questo concetto con le pinze – un po’ malvagio. Cos’è il razzismo insensibile? Questa è una domanda che mi viene posta spesso: “Hai mai intenzione di tornare in Sri Lanka?”

Io, come molti figli di immigrati, sono una persona con un tenore di vita stabile in Italia. Certo, non so come sarà la mia vita tra dieci anni, quindi un giorno non escluderò completamente la possibilità di trasferirmi altrove. Ma è giusto presumere che sarò sempre in Occidente. Eppure questa è una domanda frequente, una serie di altre domande frequenti degli italiani di colore.

“Quanto parli italiano?” “Come si dice papà nella tua lingua?” “I tuoi genitori sono puliti?” Frasi che vanno da complimenti mal espressi a stereotipi e provocazioni. Riteniamo che siano tutti micro aggressori.

Ma la lavapiatti che è rimasta sbalordita dopo il lavoro ha detto “perché è un mutande” e il tuo vicino di casa ha detto che parli bene l’italiano. Il problema è che il laureato che non può insegnare deve avere la cittadinanza, anche se vive a Genova dall’età di due anni e non gli è stato chiesto se è italiano; Il problema è che non è ancora italiano.

Petizione: assicurati di non finanziare un “trattamento alternativo” anti-gay

Puntare il dito senza conoscere il razzismo è come mettere una bacinella sotto un soffitto che perde dove il tetto è già marcio. Per “male minore” non intendo “margine”, ma non è il male originale. Il razzista sconosciuto di solito è colui che conduce una vita di colore. I suoi amici sono bianchi come i suoi coetanei, e lo stesso si può dire della sua famiglia; Raramente interagisce con persone di colore, e quando lo fa, lo fa a un livello molto superficiale.

Il razzista ignorante non sa cosa sia il razzismo. Perché è razzista, dici. Sì, certo, ma in modo molto simile al tuo amico nero, dice che uscirà con una donna di origine africana solo se ha una bella pelle. Penso che questo tipo di razzismo sia in qualche modo paragonabile al problema della colorazione delle comunità etniche: è interiorizzato, fatto a volte di gesti e linguaggi arbitrari.

Penseresti che ci sia una frattura tra chi dice che non ci sono italiani neri e chi pubblica la foto di un volontario bianco in un orfanotrofio indiano. quando Silvia Romano [an Italian aid worker kidnapped in Kenya 2018] Tra le foto pubblicate, sono rimasta affascinata dalla foto di lei circondata da una folla di bambini africani. Dovremmo dire che Sylvia Romano è razzista?

Chiunque consideri il razzismo spontaneo una vittima della storia è vittima dei sistemi mentali a causa di secoli di disuguaglianza tra bianchi e neri. Non sto dicendo che dovremmo tollerarlo, non stiamo solo puntando il dito e sto dicendo che dovremmo contribuire alla disintegrazione di quei sistemi mentali perché anche i più razzisti di noi non ne sono esenti.

READ  Nella nuova serie Netflix italiana 'Zero', un eroe nero fa dell'invisibilità il suo superpotere: NPR

“Cosa ti rende italiano?”

Non devi pensare a cosa significhi per i bianchi essere bianchi, in termini di potere. Hanno sempre considerato le loro esperienze universali. Questo è un argomento comune tra gli intellettuali neri nei paesi di lingua inglese. In Italia, per molti anni, i bianchi non avevano idea di cosa volesse dire essere italiani. Hanno sempre considerato l’essere italiani come loro, i bianchi caucasici. Credono fermamente che la loro idea di italianità universale sia corretta perché la combinazione di colore della pelle e nazionalità è normale.

Eppure il concetto di Italia non può essere fermo, immutabile e coerente: è già cambiato, sta ancora cambiando.

“Cosa ti rende italiano?” Il colore della pelle è un elemento che scompare facilmente prevedibile, direi, risposte antiche.

Per me essere italiano significa abbracciare i valori del cristianesimo.

“Significa che mangiamo e amiamo il cibo famoso in tutto il mondo”.

“Un vero italiano è fedele al suo stato.”