Maggio 25, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ultima guerra in Ucraina: l’Unione Europea inasprisce le sanzioni contro Russia e Bielorussia

Il ministro dei trasporti britannico ha affermato che sono stati concessi 760 visti ai rifugiati ucraini, poiché il governo è stato criticato per essersi rifiutato di allentare le restrizioni all’ingresso.

Gli stati membri dell’Unione Europea hanno rinunciato all’obbligo del visto per gli ucraini sulla scia dell’offensiva militare russa, ma il Regno Unito ha escluso qualsiasi sistemazione a causa di problemi di sicurezza nazionale.

“760 [visas have been] concesso ora, [and there are] “Ci sono 22.000 domande in via di finalizzazione”, ha detto Grant Shapps a Sky News mercoledì. “[Ukrainian President Volodymyr] Zelensky ci ha chiesto direttamente di fornire aiuti umanitari e. . . In generale, è preferibile che le persone si stabiliscano vicino all’Ucraina”.

“Vuole che le persone tornino di nuovo, il che è molto importante quando si tratta di ricostruire questo paese dopo la guerra”, ha aggiunto Shapps.

Il ministro dei Trasporti ha affermato che nella città francese di Lille è stato istituito un centro per aiutare a elaborare le domande di visto.

Altrove, la proposta della Polonia di spostare la sua flotta di caccia MiG-29 in Ucraina attraverso gli Stati Uniti ha subito una battuta d’arresto quando il Pentagono ha dichiarato insostenibile lo schema.

“Lui lei [is] Non ha nulla a che fare con il governo britannico, è tra i polacchi e gli americani”, ha detto Shapps. “Non ci lasciamo coinvolgere in questa idea di prestito e gli americani hanno detto che non sarebbero andati in quella direzione”.

Ha aggiunto: “La Polonia è nella NATO, stiamo tutti lavorando insieme su questo, è importante che siamo un’organizzazione difensiva, il che significa che non saremo direttamente coinvolti nella guerra”.

READ  I dipendenti rimproverano Facebook per i post del calciatore razzista: Ryan Mac