Novembre 27, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ultima drammatica settimana del Giro 2023 prima della fine della capitale

Sospensione

MILANO – Il Giro d’Italia del prossimo anno si svolgerà quasi interamente in terraferma.

Il percorso 2023 per il Grand Tour d’Italia è stato rivelato lunedì durante una cerimonia a Milano. Lo farà Inizia in Abruzzocome annunciato il mese scorso, che si conclude a Roma.

Il Giro non attraverserà né le isole italiane della Sardegna né della Sicilia, ma andrà brevemente in Svizzera nella tappa 13, con arrivo in salita a Crans-Montana. Quel giorno i corridori saliranno anche sulla Croix de Coeur e sul Colle del Gran San Bernardo, che a 2.469 metri (8.100 piedi) segnerà il punto più alto della gara, tradizionalmente noto come “Cima Coppi”.

Il tracciato presenta otto tappe adatte ai corridori, tre prove a cronometro, sette tappe di montagna – la maggior parte delle quali sono piene di quella che dovrebbe essere un’ultima settimana emozionante – e molti arrivi difficili.

“L’intera gara sembra divertente. È una strada fantastica, quindi sarà una gara interessante”, ha detto il ciclista australiano Guy Hindley, che deve ancora decidere con la sua squadra se provare a difendere il suo titolo l’anno prossimo.

I corridori saliranno per un totale di 51.300 metri (168.000 piedi) di dislivello, una distanza di 3.449 chilometri (2.143 miglia) dal 6 al 28 maggio.

“Sarebbe fantastico iniziare il Giro con il numero 1 nelle retrovie, questo è certo”, ha aggiunto Hindley. “Siamo ancora all’inizio di ottobre e la stagione è appena finita e non ho pensato molto a cosa accadrà l’anno prossimo.

“Ma, sai, penso che dipenda anche dall’aspetto della pista del Tour de France. Ma la pista che è uscita stasera è anche molto interessante e di sicuro sarà una gara davvero dura”.

READ  Rangers vs Eintracht Francoforte dal vivo mentre la prospettiva della celebrazione dei fan di George Square si conclude con gli ostacoli

Ecco alcuni aspetti della gara 2023:

Il Giro del 2023 è il primo dal 2013 ad avere più di 70 chilometri (43 miglia) di tempo da provare.

Saranno tre le cronometro individuali: Opening Day, 9a tappa da Savignano sul Rubicone a Cesena, e la penultima tappa, presupposto della salita al Monte Lussari, con dislivelli superiori ai 1.000 me pendenze fino al 22%.

Le cronometro conservano brutti ricordi per Hindley, che ha perso il Giro 2020 di 39 secondi dopo la fine della gara. Ha iniziato la fase finale indossando solo la maglia rosa per finire secondo per Tao Jiujiegan Hart.

“Ce ne sono tre in più di quelli che voglio”, disse Hindley, ridendo. “Ma non sono io a organizzare la gara, quindi la prendo come viene. Ma ci sono stati tre Master nel 2020 ed ero ancora secondo, e penso di essere stato anche un po’ meglio nel tempo in cui ho provato da.

“Quindi continuerò a lavorarci su e cercherò di renderlo più potente. Di certo non è davvero perfetto per me, ma non puoi sempre ottenere quello che vuoi.”

La gara nelle Dolomiti sarà probabilmente decisa nell’ultima settimana ricca di azione e ambita.

Tre delle ultime sei tappe hanno una difficoltà massima di cinque stelle, inclusa la penultima giornata di prova, e la settimana inizia con la tappa Sabbio Chiese al Monte Bondone, con un dislivello di oltre 5.000 metri.

La tappa 19 non ha tratti pianeggianti e ha cinque salite segrete tra cui Passo Giau, Passo Tre Croci e arrivo Tre Cime di Lavaredo, con pendenze fino al 18%.

READ  Premier League 2021, l'allenatore del Tottenham Nuno Espirito Santo esonerato, Tottenham, Premier League, risultati, notizie, ultime

“Penso che la tappa 19 sia la più difficile e poi seguita dalla cronometro, e penso che finire lì sarà davvero difficile”, ha detto Hindley. “Se esaurisci le gambe nell’ultimo TT, potrebbe costarti la gara. Quelle due tappe dopo tre settimane, penso, saranno molto cruciali”.

“Come ogni anno al Giro, sono sempre le ultime tappe in cui i giocatori possono fallire e penso che questo non sarebbe diverso. È una gara drenante che o hai o non hai fatto negli ultimi giorni”.

Il Giro si concluderà a Roma per la quinta volta nei 106 anni di storia della corsa.

Ci saranno 10 giri di un percorso di 11,5 chilometri (7 miglia) attraverso le strade della capitale, con i suoi numerosi siti storici.

Il percorso toccherà luoghi come l’Altare della Patria, il Campidoglio, il Circo Massimo e terminerà nei Fori Imperiali all’ombra del Colosseo.

Altri sport AP: https://apnews.com/hub/sports e https://twitter.com/AP_Sports