Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ucraino Zelensky giura vendetta contro le forze russe dopo essere fuggito dalla famiglia uccisa nell’attentato a Irbin | Ucraina

Volodymyr Zelensky ha promesso di punire “ogni bastardo” che ha commesso atrocità durante l’invasione Ucraina Tra la rabbia per il bombardamento di civili da parte della Russia mentre cercano di fuggire da una città alla periferia di Kiev, uccidendo una giovane famiglia.

“Stavano solo cercando di uscire dalla città. Per scappare. L’intera famiglia. Quante di queste famiglie sono morte in Ucraina. Non perdoneremo. Non dimenticheremo. Puniremo tutti coloro che hanno commesso atrocità in questa guerra”, ha detto il presidente dell’Ucraina in un video discorso domenica sera.

“Non ci sarà un posto tranquillo su questa terra. Fatta eccezione per la tomba”, ha detto Zelensky alle forze russe dietro l’attacco nella città di Irbin, all’estremità occidentale della capitale.

Centinaia di civili si sono radunati vicino al ponte di Irvine domenica, cercando di fuggire dalla capitale, con solo dozzine di soldati ucraini, la maggior parte dei quali li aiutava con i bagagli, secondo il New York Times, la cui squadra era. Fotografia al momento del bombardamento.

una cartina

Il giornale ha detto che il tiro di mortaio dei russi è iniziato a pochi passi dal ponte prima di avvicinarsi alla strada dove i civili sono stati colti all’aperto. Otto sono stati uccisi nell’attacco, tra cui una donna, suo figlio adolescente e una figlia in età scolare, oltre a un amico di famiglia. I loro averi sono sparsi per tutta la strada. Un gruppo di combattenti è stato visto nel filmato dell’attacco mentre cercava di aiutare la famiglia.

Il sindaco di Irpen ha raccontato di aver visto i quattro morti “davanti ai miei occhi” quando sono stati colpiti da un proiettile. “È insolenza, sono mostri. Irben è in guerra e Irben non si è arreso, sono mostri. Irpen è in guerra e Irben non si è arreso, aggiungendo che parte della città era nelle mani dei russi. Ulteriori sforzi di evacuazione lo faranno iniziare lunedì mattina”, ha detto Oleksandr Markushin tramite Telegram.

I civili attraversano le macerie di un ponte distrutto a Irvine Foto: Oleksandr Ratochniak/EPA

Invasione russa Ucraina Ha causato la crisi dei rifugiati in rapida crescita in Europa dalla seconda guerra mondiale, secondo il capo dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Un gran numero di civili ucraini continua a fuggire dalle città sotto i bombardamenti, inclusa la città portuale assediata di Mariupol, poiché le forze russe hanno accettato ancora una volta di consentire una seconda evacuazione urgente che si è conclusa con un nuovo bombardamento.

“È un omicidio, un omicidio premeditato”, ha detto Zelensky nel suo discorso e ha avvertito di ulteriori bombardamenti lunedì.

Si sperava che 200.000 dei 430.000 residenti di Mariupol – dove medicine e cibo stanno finendo e le persone vivono in condizioni di gelo senza riscaldamento – potessero scappare durante il cessate il fuoco concordato di nove ore domenica, ma si ritiene che solo pochi siano sopravvissuti .prima che riprendessero i bombardamenti.

Il Comitato Internazionale della Croce Rossa ha lanciato un appello alle due parti per rinegoziare, dicendo che c’erano “scene devastanti di sofferenza umana a Mariupol”.

mappa dei rifugiati

Lunedì è prevista una terza tornata di colloqui russo-ucraini volti a trovare una via d’uscita dal sanguinoso conflitto.

Durante una tesa telefonata con Putin, Macron ha anche sottolineato la necessità di evitare una catastrofe nei siti nucleari in Ucraina dopo Le forze russe hanno bombardato la fabbrica di Zaporizhzhya La scorsa settimana, il presidente francese ha ribadito la richiesta dell’Occidente di consentire un passaggio sicuro ai civili.

“Il [humanitarian] “La situazione è difficile” a Mariupol, ha detto un funzionario francese. “Le nostre richieste rimangono le stesse: vogliamo che la Russia risponda a queste richieste… molto rapidamente e chiaramente”.

Pochissimi rifugiati dalla strategica città sul mare d’Azov sono riusciti a uscire sabato, ma una famiglia, i cui nomi non sono stati rivelati, è arrivata nel centro di Dnipro e ha raccontato la loro straziante esperienza.

Uno di loro ha detto: “Siamo rimasti nel seminterrato per sette giorni senza riscaldamento, elettricità o internet e siamo rimasti senza cibo e acqua”.

“Durante il tragitto, abbiamo visto corpi ovunque, russi e ucraini… Abbiamo visto che le persone erano sepolte nelle loro cantine”.

Il Cremlino ha detto che Putin ha accusato i “nazionalisti ucraini” per il fallimento del cessate il fuoco a Mariupol e nella vicina Volnovakia.

Il Cremlino ha affermato che Putin “ha richiamato l’attenzione sul fatto che Kiev non rispetta ancora gli accordi raggiunti su questa grave questione umanitaria”. “E ancora, la pausa nelle ostilità è stata utilizzata solo per accumulare forze e mezzi nelle loro posizioni”.

“Abbiamo visto rapporti molto credibili di attacchi deliberati contro civili, che costituirebbero un crimine di guerra”, ha detto alla CNN il segretario di Stato americano Anthony Blinken, respingendo la smentita di Mosca.

READ  Boris Johnson ammette di aver partecipato a una festa in giardino a Downing Street durante il blocco del COVID