Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Ucraina limita l’uso dell’elettricità dopo che il “terrorismo russo” ha colpito le centrali elettriche

L’Ucraina ha esortato i residenti a limitare drasticamente il consumo di elettricità per far fronte alla distruzione delle centrali elettriche da parte dell’esercito russo con l’avvicinarsi dell’inverno.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato dopo un incontro con le compagnie energetiche che si stanno preparando per “tutti i possibili scenari con l’avvicinarsi dell’inverno”, poiché Kiev ha accusato Mosca di aver orchestrato una “deportazione di massa” di civili dalla regione occupata di Kherson.

Il presidente russo Vladimir Putin ha imposto mercoledì la legge marziale in quattro regioni recentemente annesse al Cremlino, con le sue forze che hanno lanciato munizioni in tutta l’Ucraina, tra cui Kiev e l’ovest del paese, che in precedenza erano sfuggite al peso dell’attacco.

In un discorso serale, Zelensky ha avvertito che “il terrorismo russo sarà diretto contro le strutture energetiche” e ha esortato il paese a fornire elettricità a partire dalle 7:00 di giovedì (ora locale).

Ha aggiunto che il governo sta “lavorando per stabilire punti di alimentazione mobile per le infrastrutture critiche nelle città e nei villaggi”.

Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha chiesto ai residenti della capitale di non accendere i principali elettrodomestici, affermando: “Anche il semplice risparmio e la riduzione del consumo di elettricità in ogni abitazione contribuiranno a stabilizzare il lavoro del sistema energetico nazionale”.

L’Ucraina ha dichiarato di aver abbattuto “diversi missili russi” su Kiev per il terzo giorno consecutivo di attacchi alla capitale, con Zelensky che ha affermato che 10 droni di fabbricazione iraniana mirati alla città sono stati distrutti.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per muto, frecce sinistra e destra per la ricerca, frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 1 minuto e 47 secondi

La Russia estrae l’Ucraina da acqua ed elettricità

Crea uno stato di panico

Un rappresentante ucraino ha descritto lo sforzo della Russia per evacuare Kherson come “l’equivalente della deportazione”.

La città era nelle mani di Mosca sin dai primi giorni della conquista.

L’obiettivo di Putin “è creare una sorta di panico in Kherson e un’immagine [to fuel] Propaganda”, ha detto Sergei Khelan, aggiungendo che le forze ucraine stavano ancora spingendo il loro contrattacco a sud.

READ  L'airone azzurro maggiore ingoia un topo gigante | video