Gennaio 18, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Ucraina aumenta le importazioni di cibo dall’Italia

Le importazioni di prodotti alimentari e bevande dall’Italia nel periodo gennaio-agosto 2021 sono state pari a 138,15 milioni di euro, con un aumento del 15,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, hanno dichiarato all’agenzia Interfax ucraina i rappresentanti dell’Agenzia per il Commercio Estero (Ita) a margine della VI mostra italiana. La settimana della cucina si è tenuta a Kiev.
“Secondo l’Istituto nazionale di statistica (Istat), nel 2020 le importazioni di prodotti alimentari italiani in Ucraina, bevande comprese, sono cresciute del 26,5%, ovvero 208 milioni di euro rispetto al 2019. I prodotti alimentari rappresentano ormai il 12,3% del totale Ha detto Tony Corradini, Direttore dell’ufficio ITA di Kiev “Import of Italian Goods”.
Secondo i dati forniti dall’Ita, l’indice dello scorso anno è circa 2,3 volte superiore a quello del 2013 e 3,8 volte superiore a quello del 2015, quando si registrava un’importazione minima di cibo nazionale, dopo di che è in costante crescita.
Secondo Corradini, la pasta italiana occupa il 55% del mercato ucraino, mentre il vino ne occupa oltre il 30%. L’Italia è anche il più grande esportatore di olio extra vergine di oliva in Ucraina.
Secondo le statistiche, la principale crescita delle importazioni alimentari dall’Italia all’Ucraina quest’anno è stata quella dei prodotti lattiero-caseari (+39,4%, a 9,95 milioni di euro), pasta e prodotti da forno (+11,6%, a 16,64 milioni di euro). ), spumanti e altri vini speciali, distillati e liquori misti (+52,9% a 24,04 milioni di euro) e vino (+17,4% a 15,05 milioni di euro).
Oltre a tenere la New Italian Cuisine Week, l’Ambasciata italiana in Ucraina e ITA, nell’ambito della promozione dei prodotti autentici italiani, hanno firmato un accordo di cooperazione con la seconda catena di supermercati ucraina Silpo.
“Grazie a questo accordo, gli ucraini potranno acquistare prodotti italiani veri e di alta qualità e noi, a nostra volta, lavoreremo per far conoscere la cultura italiana e combattere un fenomeno come l’”Anello d’Italia” [when only the name of the product is Italian], ha affermato l’ambasciatore italiano in Ucraina, Pier Francesco Zadzo.
In base all’accordo, la catena Silpo, rappresentata da 320 negozi in 80 città, promuoverà marchi e prodotti italiani esistenti e nuovi agli ucraini, nonché svilupperà ulteriormente il ristorante Positano, che fa parte del gruppo Fozzy, responsabile dell’importazione propria divisione Svetlana Schehrykovych ha detto.

READ  L'Italia offre 200€ di bonus spa

cibo e importazione