Agosto 10, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’outlook del rating dell’Italia è stato declassato a negativo dall’agenzia di policy Moody’s

L’outlook del rating sovrano dell’Italia è stato abbassato a negativo da Moody’s Investors Service, che ha indicato l’accumulo di rischi che vanno dalla guerra russa in Ucraina alla partenza del Primo Ministro Mario Draghi.

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) — Moody’s Investors Service ha abbassato l’outlook del rating sovrano dell’Italia a negativo, citando l’accumulo di rischi che vanno dalla guerra della Russia in Ucraina alla partenza del Primo Ministro Mario Draghi.

Contenuto dell’articolo

Secondo gli analisti Sarah Carlson e Alejandro Olivo, la qualità del credito nel Paese europeo, valutato Baa3 da Moody’s, è sotto pressione a causa dei maggiori rischi del governo che potrebbero far deragliare le riforme strutturali, comprese quelle del Piano nazionale di ripresa e resilienza dell’Italia.

“I rischi per il profilo di credito dell’Italia si sono accumulati di recente a causa dell’impatto economico dell’invasione russa dell’Ucraina e degli sviluppi politici interni, che potrebbero entrambi avere effetti creditizi sostanziali”, hanno scritto gli analisti in una dichiarazione venerdì. “L’elevata dipendenza dal gas per l’energia espone l’Italia a ulteriori tagli all’approvvigionamento dalla Russia e all’aumento dei prezzi dell’energia”.

Moody’s ha anche indicato un possibile deterioramento delle prospettive per i conti pubblici del Paese a causa della crescita debole, degli elevati costi finanziari e della disciplina fiscale potenzialmente debole. Si prevede che le elezioni anticipate dopo la partenza di Draghi a luglio aumenteranno l’incertezza.

READ  Il papa sulle tasse: segno di uguaglianza, giustizia e legalità

L’outlook del rating italiano è stato abbassato da Standard & Poor’s dopo la partenza di Draghi

L’Italia ha ottenuto un punteggio BBB sia da Fitch Ratings che da S&P Global Ratings. Standard & Poor’s ha abbassato le prospettive per l’Italia a fine luglio.

L’euro ha mantenuto le sue perdite venerdì, scendendo insieme a tutte le valute del G10 rispetto al dollaro forte. I mercati obbligazionari e azionari italiani erano chiusi al momento dell’annuncio del rating.