Agosto 1, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Ospedale Santa Cabrini sarà presto rinnovato

Il ministro della Salute Christian Duby ha annunciato lunedì pomeriggio che i lavori all’ospedale Santa Cabrini, situato nel settore CIUSSS de l’Est-de-Montréal, dovrebbero iniziare nel 2022.

Una promessa fatta dal suo predecessore Gaetan Barrett nel 2018. L’attuale ministro della Salute, da parte sua, assicura che i lavori inizieranno nel 2022. “Abbiamo iniziato i lavori nel 2022. Il parcheggio, che doveva essere un’auto multipiano parco, è stato restaurato sotto l’edificio.Christian ha spiegato Dobby in una conferenza stampa, “Inizieremo la perforazione l’anno prossimo.”

Per fare questo, il Quebec investirà 90 milioni di dollari per ricostruire le sale operatorie del centro ospedaliero.

Secondo il governo, le situazioni di emergenza a Santa Cabrini sono le peggiori del Quebec.

Il ministro Dube ha riconosciuto l’urgenza del fascicolo per la ricostruzione dell’ospedale Maisonneuve-Rosemont, anch’esso situato nel settore CIUSSS de l’Est-de-Montréal. L’ospedale ospita il 10% della popolazione totale del Quebec, ma giace in rovina.

“Maisonneuve-Rosmont è una priorità per noi”, ha confermato lunedì il ministro Dube.

L’annuncio arriva dopo un fine settimana piuttosto difficile per i due ospedali della zona est della città, quando il CIUSSS de l’Est-de-Montréal ha chiesto di evitare situazioni di emergenza nei due ospedali.

Annuncio a breve

“Il signor Dube ha detto che entro settembre verrà annunciato l’ubicazione del prossimo ospedale Maisonneuve-Rosemont, beh, l’ho notato”, ha affermato Vincent Marisal, membro del Parlamento per Quebec Solidere a Rosemont.

L’ospedale Maisonneuve-Rosemont è obsoleto e il personale chiede da anni la costruzione di un nuovo ospedale.

“Ho aspettato 12 ore la scorsa settimana solo per farmi curare”, ha detto uno dei cittadini.

“È sceso molto”, ha spiegato un altro cittadino incontrato da TVA Novels. Se vuoi un appuntamento, ci vuole tempo. “Se non hai un medico di famiglia, non hai un appuntamento”, ha aggiunto.

READ  Le Prime Nazioni dello Yukon e della Columbia Britannica settentrionale stanno affrontando il cambiamento climatico utilizzando la conoscenza e la scienza aborigena