Settembre 24, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Loris Karius lascia il Liverpool 4 anni dopo la famosa finale di Champions League – NBC Chicago

Il Liverpool ha confermato l’addio del portiere Loris Karius, quattro anni dopo la sua ultima apparizione con il club, quando gli errori legati alla sua commozione cerebrale hanno contribuito alla sconfitta per 3-1 contro il Real Madrid nella finale di Champions League 2018.

Il 28enne tedesco non ha mai più giocato per il club della Premier League, che lo ha mandato in prestito dopo aver ingaggiato Alisson Becker quell’estate.

La lista delle partenze pubblicata giovedì includeva Divock Origi, il cui contratto scadrà anche questo mese. Il Liverpool ha detto che l’attaccante, spesso infortunato, è stato coinvolto in “alcuni dei momenti più famosi e importanti della storia recente del club”.

Nella finale del 2018, Karius ha commesso grossi errori nei gol di Karim Benzema e Gareth Bale. I medici hanno poi concluso Karius ha subito una commozione cerebrale pochi minuti prima del gol di Benzema quando è stato colpito da Sergio Ramos.

Benzema ha segnato all’inizio del secondo tempo quando Karius ha provato a dribblare la palla a uno dei difensori. L’attaccante ha tirato fuori il piede destro e ha deviato la palla verso la rete. Mane pareggia e Bale segna con un inarrestabile calcio a forbice. Ma Karius ha poi lasciato che il tiro obliquo di Bale fluttuasse dalle sue mani, portando il Real Madrid in vantaggio per 3-1.

“Karios ha avuto una commozione cerebrale. È stato poi dimostrato. Nessuno ne parla”, ha detto l’allenatore del Liverpool Jurgen Klopp il giorno prima che la squadra perdesse 1-0 contro il Real Madrid nella finale di Champions League di quest’anno.

READ  Lezioni dalla Giornata europea 2: Questo non è il tuo gioco degli Azzurri

Karius era in prestito al Besiktas e all’Union Berlin prima di tornare a far parte della squadra dei portieri del Liverpool presso il centro di allenamento in questa stagione. È entrato a far parte della squadra nel 2016 dal club tedesco Magonza.

Origi lascia otto anni dopo aver firmato dal club francese Lille. Le notizie lo hanno legato al Milan campione d’Italia.

In 175 presenze, il nazionale belga ha segnato 41 gol, non più dei suoi due Anfield nella semifinale di Champions League 4-0 contro il Barcellona nel 2019, completando una storica rimonta. Ha aggiunto un gol di sicurezza alla fine della finale vinta 2-0 del Liverpool sul Tottenham Hotspur.

Il club ha anche detto che i due giovani, Shea Ogo e Ben Woodburn, se ne sarebbero andati alla scadenza dei loro contratti questo mese.