Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Lo sviluppatore di World of Warcraft si dimette per protestare contro Stack Order • The Log

Brian Birmingham, l’ex co-presidente di Blizzard World of Warcraft, questa mattina ha confermato su Twitter che quando gli viene data la possibilità di scegliere tra classificare i dipendenti nel gruppo – o sottomettersi a un mandato per conferire un grado “in evoluzione” sottosviluppato a un dipendente – o lasciando l’azienda, ha deciso di camminare.

Sono trapelati estratti di e-mail da Birmingham ai colleghi bloomberg Last Night ha espresso preoccupazione per la natura del concetto, con lo sviluppatore che ha scritto: “Questo tipo di politica incoraggia la concorrenza tra i dipendenti, il sabotaggio del lavoro reciproco e il desiderio delle persone di trovare team con basse prestazioni che possano affrontare il fattore con le migliori prestazioni. , e alla fine erodono la fiducia e distruggono la creatività.

Abbiamo chiesto ad Activision Blizzard di confermare che utilizza un metodo di valutazione dei dipendenti controverso e molto odiato che equivale a punteggi su una curva a campana. Ha detto che non aveva “niente da condividere”.

In una dichiarazione fornita a Bloomberg, la società ha affermato che il processo è stato progettato per facilitare “l’eccellenza delle prestazioni” e “garantire che i dipendenti che non soddisfano le aspettative sulle prestazioni ricevano feedback più onesti, compensi differenziati e un piano su come migliorare al meglio le loro prestazioni. “

Il portavoce ha aggiunto che “a volte le valutazioni salgono o scendono” sulla base di discussioni tra manager.

L’e-mail trapelata dello sviluppatore affermava che era stato costretto a eseguire il downgrade di un lavoratore che stava gestendo dalla valutazione media di “successo” a “sviluppo” per raggiungere la quota.

I dipendenti di basso rango potrebbero scoprire che ciò danneggia i loro salari e/o la loro posizione futura quando si tratta di aumenti e promozioni.

READ  Mercato nero della CPU Intel di nuova generazione Core i9-12900K a partire da $ 1.064

La tecnologia stessa è stata oggetto di molte critiche, soprattutto perché se lavori con un team di colleghi eccellenti, è del tutto ingiusto classificare alcuni come poco performanti in un obiettivo di cui non sono a conoscenza.

Non è chiaro chi abbia stabilito la politica dell’azienda. in tweet Nella tarda notte di ieri (o stamattina presto per quelli di noi che risiedono a est del fuso orario UTC), Birmingham ha affermato di essere stato informato che la “politica di classificazione dello stack forzato è una direttiva proveniente da [parent company Activision-Blizzard-King] level”, aggiungendo: “Tutti in Blizzard con cui ho parlato di questo, inclusi i supervisori diretti, hanno espresso disappunto per questa politica”.

Activision Blizzard è stata formata da una fusione tra Giochi Vivendi e Activision nel 2008.

Lo sviluppatore ha anche affermato nell’e-mail che lavorano molti altri manager e lead Mondo di Warcraft Hanno chiesto alla direzione se potevano assegnarsi gradi “aggiornati” invece di chiedere alle persone che li gestiscono, ma “gli è stato detto che non era un’opzione”.

Lo sviluppatore ha anche confermato l’autenticità dell’email vista da Bloomberg. Abbiamo chiesto a Birmingham un commento.

Steve Ballmer

Il sistema di gestione Eat-your-own-young di Microsoft è stato revocato

Leggi di più

Qual è l’ordine dello stack?

Questo concetto, noto anche come “valutazione forzata” o “curva di vitalità”, è stato utilizzato per la prima volta negli affari dal CEO di General Electric Jack Welch, noto anche come Neutron Jack, negli anni ’80. Welch, i suoi critici di nome Il suo metodo “Yank and Rank” ha aumentato la capitalizzazione di mercato di General Electric da $ 12 miliardi a $ 410 miliardi, ottenendo un profitto trimestrale a due cifre che ha fatto salire il prezzo delle azioni del gigante industriale mentre tagliava 112.000 persone della forza lavoro GE tra il 1980 e il 1985.

READ  Due membri del gruppo Ethical AI di Google partono per unirsi all'organizzazione no profit di Timnit Gebru

gigante industriale non più utilizza il sistema, avendo annunciato pubblicamente nel 2016 che lo era Scartalo A favore delle applicazioni delle prestazioni e di altre metriche.

Il metodo è stato anche criticato come un modo per prendere di mira i dipendenti per il licenziamento quando un’azienda sta cercando di tagliare i costi, anche se non ne siamo a conoscenza in relazione ad Activision Blizzard. Secondo HR tech biz Sprigg HR: “Questo metodo di valutazione ha funzionato bene per General Electric perché al momento del suo lancio, l’azienda era diventata molto grande ei dipendenti erano molto a proprio agio.”

Alcuni reg I lettori potrebbero anche ricordare che Microsoft ha usato male questo metodo sotto Steve Ballmer, sebbene Microsoft affermi che era già in atto prima che assumesse la carica di CEO nel 2000. Un critico ha affermato che era responsabile del “decennio perduto” di Microsoft, affermando che la pratica metteva i team l’uno contro l’altro che altrimenti avrebbero lavorato in modo collaborativo per lanciare prodotti, ed era probabilmente parte del motivo per cui era così tardi. lettori elettronici E perché il suo sistema operativo mobile, Windows Phone, è stato completamente surclassato da Android e iOS.

L’ex sviluppatore Microsoft David Auerbach ha scritto in a 2013 rif A proposito di pratica:

Microsoft ha ucciso l’ordine dello stack Torna nel 2013.

Lo stesso gigante di Windows sta cercando di acquistare Activision Blizzard, anche se ha ancora molti cerchi da superare. regolatori globali, compresa la Federal Trade Commission degli Stati Uniti, che sta cercando di bloccare l’accordo. Abbiamo chiesto a Microsoft se avrebbe posto fine alla presunta politica dopo l’acquisizione.

READ  The Last Worker: una satira futuristica in cui un gigante della vendita al dettaglio online sta dominando il mondo | Giocattoli

Hai un “ordine di pila” con qualsiasi nome nella tua azienda? Ti hanno detto che è solo un segreto del manager? Resta in contatto con noi qui. ®