Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Lo strumento più antico del Nord America

Si tratta di 14 piccole pietre appuntite, o punte di proiettili – lunghe da 1 a 5 cm – che possono essere poste all’estremità di frecce o lance. Si trova sulle rive del fiume Salmon, nell’Idahoin un sito archeologico denominato Cooper Ferry. Questa pietra, molti anni fa, attira l’attenzione degli archeologi: tali pietre furono scoperte lì prima, circa 13.500 anni fa, e tracce di carbone Indica l’uso del fuoco almeno 15.000 anni fa.

Tuttavia, superando i 13.000 anni, è già più antico di quello che è stato, per decenni, il sito archeologico più antico del Nord America, il cosiddetto di ClodoveoNuovo Messico.

La difficoltà è sempre stata quella di far tornare indietro la lancetta del tempo dell’ultima grande glaciazione: per l’uomo attraversare a piedi dalla regione chiamata Beringia – quando la Siberia era e dell’Alaska Non erano separati dallo Stretto di Bering: anche negli Stati Uniti nordoccidentali doveva prima essere aperto un passaggio tra i ghiacciai; Che è successo solo 14.000 anni fa. Ma a giudicare dalle prove accumulate circa 14.000 anni fa – in un caso, in un sito remoto come il Cile – alcuni umani avrebbero attraversato prima.

Forse pescatori che seguivano la costadicono gli archeologi. “Se vai a sud lungo la costa del Pacifico” in quel momento, L’autore principale spiega la nuova ricercaLauren Davis, “La prima grande svolta a sinistra, a sud del ghiaccio, sarà il fiume Columbia, e se risali il fiume, puoi raggiungere il Cooper Ferry.”

Il modo in cui questi punti sono stati ritagliati – il loro “stile” in un certo senso – li distingue dai cosiddetti punti Clovis. Invece, dicono gli autori della ricerca Trova loro parenti Strumenti trovati in Asia e hanno 20.000 anni. Una relazione che può essere ragionevole, ma richiede molte altre scoperte dello stesso tipo per raggiungere un consenso.

READ  Alta Garonna: due progetti volti a ridurre le disparità sociali in ambito sanitario ricevono il sostegno dell'ARS

Ricerca È stato pubblicato a dicembre sulla rivista La scienza avanza.

Foto: teste di proiettili in pietra dal Cooper Ferry Site / Loren Davis, Oregon State University