Maggio 18, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’italiano Herno acquista Montura, entra nel circuito Sportswear attivo – WWD

Milano – L’azienda italiana di abbigliamento esterno di lusso Herno effettua la sua prima acquisizione, che le consente di entrare in un nuovo segmento di mercato: l’abbigliamento sportivo attivo.

Il Presidente e Amministratore Delegato di Hierno Claudio Marenzi ha scelto di collaborare con Nuo SpA, con il supporto di uno dei maggiori investitori italiani, Exor, e The World-Wide Investment Company Ltd. , della famiglia Hong Kong Bao, per acquistare Montura.

Secondo l’accordo, Herno controllerà Montura con una quota del 55 per cento. L’acquisizione dovrebbe essere completata entro gennaio. Marenzi ha detto che l’investimento è legato a circa 100 milioni di euro.

Ha detto in un’intervista esclusiva che la decisione di acquistare Montura è nata dalla passione personale e dall’opportunità di business di Marinzi, basata sulla convinzione dell’imprenditore che stare all’aria aperta diventasse sempre più attraente.

“Vedo un enorme potenziale per Montura, che sarà in grado di sfruttare la piattaforma di distribuzione e sinergia di Herno sia nelle operazioni che nel digitale”, ha affermato Marenzi, che assumerà la carica di amministratore delegato di Montura. Tuttavia, ha confermato che Montura opererà in totale autonomia.

Interrogato sulla decisione di collaborare con Nuo, Marenzi ha detto che negli anni ha avuto modo di incontrare diversi fondi di investimento, ma che mosso dalla necessità di trovare un partner finanziario, questo è sembrato “più opportuno perché ha una visione a lungo termine, non speculazione, sincronizzata con la mia idea di creazione di valore.”

A giugno Exor ha rivelato che sta ampliando il proprio raggio d’azione, investendo nell’eccellenza dei beni di consumo, sostenendo attraverso Nuo lo sviluppo globale delle medie imprese italiane specializzate nel settore.

READ  Agenzia stampa degli Emirati - Gli Emirati Arabi Uniti iniziano i prossimi 50 anni con record mondiali, importanti investimenti e piani strategici

La famiglia Elkann e la holding Agnelli Exor, proprietaria della Ferrari, hanno investito nel progetto Hermès International nella cinese Shang Xia e in una quota di minoranza in Christian Louboutin.

Impegnati nella nostra visione di far crescere il franchising italiano, non potremmo desiderare un inizio migliore per Montura, un marchio e una filosofia di prodotto che esemplifica lo spirito italiano in tutti i sensi”, ha affermato Tommaso Paoli, CEO di Nuo.

Claudio Marenzi lo ha descritto come “un imprenditore visionario e determinato che, attraverso la sua azienda, Hierno, ha dimostrato come la struttura aziendale di medie dimensioni italiana possa svolgere un ruolo di primo piano nel panorama globale. Nuo supporterà la crescita e lo sviluppo di Montura nel mercato grazie alla rete e alle risorse dei suoi azionisti, Exor e WWIC.”

Marenzi ha detto che pratica l’alpinismo dalla fine degli anni ’70 e che ha acquistato i suoi primi pantaloni Montura Vertigo nel 2001. “Ho trovato una qualità così grande e ho sempre amato i loro prodotti”, ha spiegato.

Montura è stata fondata a Rovereto, Italia nel 2000 da Roberto Giordani e in 20 anni è diventata un riferimento mondiale per gli alpinisti grazie alla qualità dei suoi prodotti tecnici da montagna.

“Ho conosciuto Roberto nel 2016 e anche se veniamo da contesti diversi, condividevamo gli stessi valori imprenditoriali, abbiamo convenuto che la funzione di creare e ridistribuire ricchezza è essenziale”, ha detto Marenzi.

Marenzi ha affermato che Montura è “sana e robusta”, con un fatturato di oltre 50 milioni di euro e una crescita del 30% negli ultimi due anni, nonostante la pandemia, che ha di fatto portato ad “un aumento della domanda di prodotti destinati all’outdoor”. “

READ  Stellantis conferma il suo impegno in Italia nel campo delle automobili

Ha una forte distribuzione nelle regioni alpine europee, nonché una forte attività commerciale in Corea del Sud e Giappone. Tuttavia, Giordani ha espresso il desiderio di vendere l’azienda per dedicare il suo tempo alle sue iniziative di solidarietà e beneficenza, ha spiegato Marenzi. “Ho adorato il fatto che Montura abbia una sua forte comunità con attività a sostegno delle comunità in Tibet, Mongolia e Sud America”, ha affermato Marenzi, che ha creato una fondazione per continuare questo percorso. Giordani diventerà Presidente della Fondazione e garantirà la qualità dei progetti.

A causa della mancanza di comunicazione e sviluppo di Giordani, Marenzi vede “un enorme potenziale di crescita” per il marchio in alcune regioni come gli Stati Uniti, ad esempio, dove Montura è sottosviluppato.

Marenzi ha sottolineato che “Montura è un gioiello indiscusso per qualità, ricerca e sviluppo, e può crescere esponenzialmente con il giusto sviluppo commerciale e di comunicazione”.

Ha descritto l’acquisizione come “un passo importante, non necessariamente il primo di altre acquisizioni, ma non ne escluderei altre. Questo è in linea con il nostro percorso”.

Marenzi ha affermato che quest’anno Herno ha recuperato le vendite perse nel 2020 e si aspetta una crescita rispetto al 2019, quando il fatturato era di 135 milioni di euro. Nel 2021, la società dovrebbe registrare un fatturato di oltre 125 milioni di euro.

Fondata dai genitori di Marinzi, Giuseppe Marinzi e Alessandra Diana a Lissa, in Italia, nel 1948, Herno si è costruita una reputazione per la produzione di capispalla di fascia alta. Il marchio nasce nel secondo dopoguerra, quando Giuseppe perde il lavoro per un produttore di aeroplani e si unisce al produttore di impermeabili. Ha applicato le abilità che aveva acquisito nell’aviazione militare usando l’olio di ricino, la stessa sostanza usata nel carburante degli aerei, per fare il cotone impermeabile per i cappotti.

READ  Imprese esortate ad agire più rapidamente di fronte a sospette frodi sugli anacardi in Italia | Affare

Marenzi, che è anche presidente di Pitti Immagine, è in azienda da quando era adolescente e ne ha preso il timone nel 2007, decidendo che era tempo di rinnovare il modello di business di Herno. Invece di produrre per altri marchi di lusso, come ha fatto per diversi anni negli anni ’80, ha scelto di concentrarsi sulla crescita del marchio Herno.

Hierno fonde la competenza tecnologica con la sensibilità moderna. Label è stata una delle prime a utilizzare tessuti ad alte prestazioni, che in alcuni pezzi si fondono anche con tessuti di alta qualità. Hierno ha anche aperto la strada all’uso di lanugine leggera, che ha iniettato nei suoi vestiti piuttosto che usare le borse.