Maggio 20, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’italiano Federico Poggio parla di infortuni e difficoltà dopo Tokyo

23 anni Federico Poggio L’Italia è stata relativamente tranquilla da quando è arrivata 15a nei 100 rana maschili alle Olimpiadi del 2020.

Lo scorso fine settimana Pogio ha pubblicato sui social media di essersi ritirato dalla competizione per problemi di salute. Nuoto Italia A seguito di un’intervista esclusiva, con estratti di seguito.

“Sono 12 mesi che combatto con il mio corpo. Anche se finora è stata la stagione più importante della mia carriera, sono ancora impegnato in una battaglia silenziosa dietro le quinte, che ora è in pieno svolgimento.

L’inizio dei sensi di colpa per aver avuto la relazione, in primo luogo, distrugge ulteriormente l’energia che il partner che ha avuto la relazione potrebbe aver ancora lasciato.

“Dopo una pausa di circa un mese, ho iniziato il 2021 con grande energia ed entusiasmo e temo di essere costretto a un ritmo insopportabile. Molto gonfiore alle articolazioni si è sviluppato rapidamente. Inizialmente mi bastava riposare per riprendere la piena funzionalità, ma con il passare dei mesi e non riprendermi del tutto, è diventata una reazione a una serie di continui infortuni che non mi hanno mai abbandonato.

“Mi sono messo in forma durante gli Europei di maggio e poi le cose sono peggiorate di nuovo. C’era un problema su tutto il lato sinistro del mio corpo. Infatti dagli Europei non ho nuotato molto, ma ho solo provato per ammanettare la mia forma, fortunatamente è bastato per prendere il pass olimpico.

“Ho cercato di vivere ogni momento a Tokyo, ho capito qual era la forma del mio corpo. Durante l’allenamento non nuotavo fino al seno, ero costantemente in ospedale per le cure, ma una volta ho messo da parte i miei pensieri sul volume di partenza e ho provato per mantenere il tempo della gara”.

Dopo le Olimpiadi, Poggio ha partecipato alla International Swimming League per i Tokyo Frock Kings:

READ  Il settore turistico italiano dovrebbe crescere del 35% quest'anno

“Ero più emozionato dopo le partite e non volevo perdere l’occasione di partecipare all’ISL. Non so se sarebbe stato meglio smettere allora, ma decidere di ritirarsi dopo le Olimpiadi e con tante nuove esperienze in arrivo è decisamente complicato. I problemi fisici, invece di progredire, sono peggiorati, dicevo circa un mese fa. Voglio rallentare, davvero questa volta. “

“Ci sono molti momenti critici, spesso la testa gioca un ruolo fondamentale. Vedendo il mio fisico insensibile sono caduto a terra e ho iniziato a odiare ogni minuto che passavo in acqua. Per questo è necessario ora prendere il posto per curarmi e riconnettermi esso.”

Quanto al suo futuro, dice Pogio,

“Non so esattamente cosa farò. Ma nel frattempo ricomincio a studiare, mi sto unendo alla scienza dello sport e le cose stanno andando fuori dall’acqua. Anche se non lo so, Spero che le cose andranno bene.