Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’italiano Draghi si dimette dopo il crollo del governo

Roma – Il primo ministro italiano Mario Draghi si è dimesso giovedì dopo che i principali alleati della coalizione hanno boicottato il voto di fiducia, segnalando la prospettiva di elezioni anticipate e un nuovo periodo di incertezza per l’Italia e l’Europa in un momento critico.

Draghi ha presentato le sue dimissioni al presidente Sergio Mattarella nel corso di una riunione mattutina al Quirinale. L’ufficio del presidente Mattarella, che la scorsa settimana ha respinto un’analoga offerta di dimissioni, questa volta “ha preso atto” e ha chiesto al governo Draghi di continuare con il custode.

Il governo di unità nazionale di Draghi è crollato mercoledì dopo che i membri della sua turbolenta coalizione di destra, sinistra e populisti hanno respinto la sua richiesta di tornare insieme per porre fine alla normale legislatura e garantire l’attuazione del programma di ripresa dalla pandemia finanziato dall’Unione Europea.

Invece i partiti di centrodestra di Forza Italia, Lega e Populista Movimento 5 Stelle hanno boicottato il voto di fiducia al Senato, segno evidente che lo hanno fatto con i 17 mesi di governo di Draghi.

Grazie per tutto il lavoro svolto insieme in questo periodo”, ha detto Draghi alla Camera dei Rappresentanti prima di andare a trovare Mattarella. Commosso chiaramente dagli applausi, ha ripetuto la battuta che anche i capi delle banche centrali hanno cuore.

Giovedì i giornali italiani sono stati uniti dalla rabbia per l’esito surreale, dato che l’Italia sta affrontando l’aumento dell’inflazione e dei costi energetici, la guerra della Russia contro l’Ucraina e le riforme in sospeso necessarie per estrarre i restanti 200 miliardi di euro di fondi per la ripresa dall’Unione europea.

READ  PM-Xinhua: Italia raggiunge obiettivi European Recovery Fund, governo pronto a continuare a sostenere l'economia

“Vergogna”, il titolo de La Stampa è in prima pagina. “L’Italia è un tradimento”, ha detto La Repubblica. “Addio al governo Draghi”, ha detto il Corriere della Sera.

Mattarella aveva scelto l’ex capo della Banca centrale europea – soprannominato “Super Mario” per salvare “tutto ciò che serve” dall’euro – per tirare fuori l’Italia dalla pandemia lo scorso anno e gettare le basi per incassare i fondi di ripresa dell’UE.

Ma i Cinque Stelle, che hanno ricevuto il maggior numero di voti alle elezioni nazionali del 2018, sono rimasti risentiti per mesi per il fatto che le loro priorità di reddito di base e stipendio minimo, tra le altre cose, fossero state trascurate. La scorsa settimana, la squadra a cinque stelle ha boicottato un voto di fiducia legato a un disegno di legge volto ad aiutare gli italiani a superare la crisi, spingendo Draghi a rassegnare le dimissioni per la prima volta.

Mattarella all’epoca respinse l’offerta e chiese a Draghi di tornare in Parlamento per informare i legislatori sulla situazione. Lo ha fatto mercoledì chiedendo ai leader del partito di ascoltare le richieste di unità degli italiani comuni che hanno firmato petizioni chiedendogli di rimanere.

“Non devi darmi la risposta. Devi darla a tutti gli italiani”, ha detto ai legislatori.

Sebbene i prossimi passi non siano stati chiari, i risultati hanno indicato che Mattarella potrebbe sciogliere il parlamento dopo un periodo di consultazioni, aprendo la strada a elezioni anticipate a fine settembre o inizio ottobre. Il mandato quinquennale della legislatura sarebbe scaduto nel 2023.

L’ufficio di Mattarella ha detto che avrebbe dovuto incontrare i capi della camera bassa e della camera alta del parlamento giovedì. Queste consultazioni sono solitamente precedute da una dichiarazione pubblica di Mattarella sulle sue intenzioni.

READ  La storia gira al punto di partenza quando i campanelli d'allarme del G7 suonano di nuovo alla potenza | Larry Elliott

I sondaggi d’opinione hanno indicato le percentuali del Pd di centrosinistra e della Fratellanza d’Italia di destra, che sono rimaste contrarie alla coalizione di Draghi.

Il leader democratico Enrico Letta è stato irritato dal risultato, dicendo che il parlamento aveva tradito l’Italia e esortando gli italiani a rispondere alle elezioni. “Che gli italiani mostrino nei sondaggi che sono più intelligenti dei loro rappresentanti”, ha scritto su Twitter.

I Fratelli d’Italia si alleano da tempo con Forza Italia di centrodestra dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la Lega di Matteo Salvini, suggerendo che una coalizione di centrodestra potrebbe prevalere in qualsiasi elezione e spingere la leader della Fratellanza Giorgia Meloni a diventare la prima donna d’Italia primo ministro.

Meloni, che aveva cercato elezioni anticipate da prima dello scoppio della crisi, ha vinto.

“La volontà del popolo si esprime in un modo: con il voto. Ridiamo speranza e forza all’Italia.