Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’italiana Lamborghini vede le migliori vendite trimestrali e profitti del primo trimestre

RIYADH: le azioni saudite hanno chiuso in ribasso per il quarto giorno consecutivo nell’ultima sessione di negoziazione della settimana, poiché i trader hanno lottato per guadagnare terreno e i prezzi dell’energia hanno oscillato.

La volatilità del prezzo del petrolio è continuata con il greggio Brent che ha raggiunto $ 105,38 al barile e il WTI che ha raggiunto $ 103,61 al barile alle 15:32 KST.

Il principale indice azionario saudita, TASI, è sceso del 4,06% a 12835, mentre l’indice del mercato parallelo Nomu è sceso dello 0,12% a 22646.

La quota della Saudi Industrial Export Company è aumentata del 9,98% per guidare i gainer dopo che i suoi azionisti hanno deciso di aumentare il suo capitale dell’800% a 194 milioni di riyal sauditi (51 milioni di dollari).

Il settore finanziario ha continuato a soffrire, con Banque Saudi Fransi in calo del 9,96% a guidare il calo, mentre Alinma e Al Rajhi sono scese rispettivamente del 7,09% e del 6,53%.

Le azioni di Saudi Aramco, l’operatore dominante nel mercato petrolifero saudita, sono scese dell’1,76%.

Le azioni della Saudi Basic Industries Corporation, nota come SABIC, sono diminuite dell’1,63% nonostante abbiano annunciato un aumento del 33% degli utili nel primo trimestre.

Le azioni di Herfy Food Services sono diminuite dell’8,27%, anche se la società ha registrato un aumento degli utili dell’11,5% nel primo trimestre.

Nel settore sanitario, la quota di Al-Dawaa Medical Services Company è scesa del 5,02%, dopo aver annunciato un aumento del 10% dei suoi profitti trimestrali, mentre Al-Nahdi Medical Company è scesa del 5,81%.