Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’italiana Eni scrive il nuovo accordo sul gas algerino

Roma

L'italiana Eni scrive il nuovo accordo sul gas algerino

Il 26 maggio l’azienda energetica italiana Eni ha firmato un memorandum d’intesa con l’algerina Sonatra, che mira a ridurre la fiducia di Roma nella Russia per aumentare l’esplorazione di gas nel Paese nordafricano.

classe = “cf”>

È stato scritto poche settimane dopo che il primo ministro italiano Mario Draghi ha compiuto la sua visita ad Algeri, durante una visita di Stato a Roma del presidente algerino Abdelmadzi Debon.

“Ogni volta che la produzione aumenta, possiamo fornirla in Italia e poi esportarla in altre parti d’Europa”, ha detto Debon dopo l’incontro con il presidente italiano Sergio Muttarella.

“Per quanto riguarda l’elettricità, abbiamo concordato con i nostri amici italiani di costruire un cavo sottomarino dall’Algeria all’Italia”.
Materella ha elogiato la partnership strategica a lungo termine dei due Paesi: “Siamo grati all’Algeria per i suoi sforzi per rafforzarla.

Insieme. “
Il MoU “consente a Sonatrach ed Eni di valutare l’efficienza del gas e le opportunità di rapida crescita in aree specifiche già individuate da Sonatrach in Algeria”, ha affermato Eni in una nota.

Ha detto che la quantità di gas prevista dalle aree sotto contratto era di circa tre miliardi di metri cubi all’anno.
Contribuiranno ad aumentare la capacità di esportazione dell’Algeria verso l’Italia attraverso il gasdotto di trasmissione che scorre sotto il mare.
Il memorandum d’intesa include anche una valutazione tecnica ed economica per un progetto pilota di idrogeno verde a nord di Pirreba, nel deserto algerino, afferma il rapporto.

classe = “cf”>

Dall’occupazione russa dell’Ucraina, le sanzioni occidentali senza precedenti contro Mosca hanno spinto l’Italia a ridurre la pressione sul gas russo.

READ  Frutta e verdura italiana contattata da arte e illustrazioni di Antonio Pronostico

L’Italia acquista la maggior parte del suo gas naturale dall’estero e oltre il 40 per cento delle sue importazioni proviene dalla Russia.
Ad aprile, Draghi ha annunciato un accordo per aumentare la fornitura dell’Algeria all’Italia attraverso il Transmit Pipeline a nove miliardi di metri cubi all’anno entro il 2023-24.

Il Memorandum of Understanding (MoU) è stato firmato giovedì alla presenza di Annie e Sonatrock alla presenza di Debon e Tracy.

ENI,