Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia stanzia 1,5 milioni di euro per l’istruzione di emergenza per i bambini profughi palestinesi nel campo di Yarmouk [EN/AR] – Repubblica Araba Siriana

L’Italia stanzia 1,5 milioni di euro per l’istruzione di emergenza per i bambini profughi palestinesi nel campo di Yarmouk [EN/AR] – Repubblica Araba Siriana

Connessioni

Damasco

L’Italia ha assegnato 1,5 milioni di euro all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro per i rifugiati palestinesi (UNRWA) per sostenere l’istruzione di emergenza per i bambini rifugiati palestinesi vulnerabili nel campo di Yarmouk, in Siria.

Il campo di Yarmouk, un tempo dimora di 160.000 rifugiati palestinesi, ha subito gravi distruzioni a causa del conflitto. Nonostante i gravi danni subiti dalla maggior parte delle strutture di servizio dell’UNRWA, 14.000 rifugiati sono tornati al campo e non dispongono dei servizi di base.

La sovvenzione del governo italiano riabiliterà una scuola dell’UNRWA gravemente danneggiata. Attualmente, l’UNRWA trasporta gli studenti da Yarmouk a una scuola statale in una città vicina. Una volta riabilitata, la scuola continuerà a fornire ai bambini del campo l’accesso a un’istruzione di qualità, inclusiva ed equa.

“L’Italia apprezza gli sforzi dell’UNRWA per garantire l’accesso all’istruzione ai bambini del campo di Yarmouk. “Per molti anni, l’Italia ha fornito il proprio sostegno alle attività educative e sanitarie per i palestinesi e i siriani vulnerabili che vivono nella regione”, ha dichiarato Massimiliano D’Antuono, Incaricato d’Affari dell’Ambasciata d’Italia a Damasco.

“Dato il difficile accesso al carburante nel paese e il suo costo in aumento, consideriamo più efficiente e più sensibile alla sicurezza sostenere la riabilitazione leggera e le attrezzature della scuola all’interno del campo, invece di fornire i costi di trasporto per i bambini per uscire- “La collaborazione italiana rafforza l’intervento aumentando l’accesso all’istruzione”, ha proseguito Alessandra Piermatte, Direttore AICS per Libano e Siria.

“Ringrazio di cuore la collaborazione italiana per l’importantissimo finanziamento fornito all’UNRWA in Siria per la riabilitazione della scuola di Yarmouk, che consentirà a più di 600 studenti del campo di frequentare la scuola”, Amanya Michel-Epi, Direttore degli Affari dell’UNRWA. In Siria, dichiarato. Ha anche affermato che il numero di studenti è triplicato rispetto all’ultimo anno accademico. E si prevede che il numero continuerà ad aumentare man mano che i rifugiati palestinesi torneranno alle loro case a Yarmouk perché non possono permettersi l’aumento degli affitti fuori dal campo.

READ  Emily Mayfield esplora la piccola Italia di Cleveland

L’Italia è un partner dedicato e affidabile dell’UNRWA dal 1954. Nel 2021, l’Italia, il 16° maggior donatore dell’UNRWA, ha consentito all’agenzia di continuare a fornire assistenza in denaro nonostante il grave impatto del COVID-19 sulla sua economia nazionale. Servizi di protezione per i rifugiati palestinesi in Siria nell’ambito dell’appello urgente per la crisi regionale in Siria dell’UNRWA.

Conclusione

Note per l’editore

1 Diciassette delle 23 installazioni dell’UNRWA nel campo di Yarmouk sono state gravemente danneggiate.

Informazioni di base:

UNRWA Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei profughi palestinesi nel Vicino Oriente. L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito l’UNRWA nel 1949 con il mandato di fornire assistenza umanitaria e protezione ai rifugiati palestinesi registrati nell’area di attività dell’Agenzia in attesa di una soluzione giusta e duratura alla loro situazione.

L’UNRWA opera in Cisgiordania, tra cui Gerusalemme Est, Striscia di Gaza, Giordania, Libano e Siria.

Decine di migliaia di rifugiati palestinesi che hanno perso la casa e i mezzi di sussistenza a causa del conflitto del 1948 sono stati sfollati e hanno bisogno di sostegno per quasi 75 anni.

L’UNRWA aiuta i rifugiati palestinesi a raggiungere il loro pieno potenziale nello sviluppo umano attraverso servizi di qualità in materia di istruzione, sanità, assistenza e servizi sociali, sicurezza, infrastrutture e sviluppo dei campi, microcredito e assistenza di emergenza. L’UNRWA è finanziata interamente da contributi volontari.

Per ulteriori informazioni, contattare:

Tamara Alrifi
portavoce dell’UNRWA
Cellulare: +962 (0)79 090 0140
E-mail: [email protected]

Giulietta Duma
Direttore delle comunicazioni dell’UNRWA
Cellulare: +972 54240 2753
Ufficio: +962-79-867-4628
E-mail: [email protected]