Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia si affida al RINA per il progetto eolico galleggiante Renexia da 2,8 GW

Lo sviluppatore italiano Renexia, parte di TOTO Holding, ha incaricato RINA di preparare una valutazione di impatto ambientale e altri studi correlati (VIA) per il suo progetto eolico offshore galleggiante MedWind da 2,8 GW nel Mediterraneo italiano.

RINA ha già avviato i lavori sulla VIA e gli studi per il progetto situato nello Stretto di Sicilia.

Uno specialista di classificazione, certificazione, test e ispezione con sede a Genova sta effettuando studi sull’ambiente e sulla biodiversità marina e oceanografica per il progetto.

Situata a 60 chilometri al largo della costa italiana, MedWind installerà 190 turbine su un’area di 850 chilometri quadrati.

Una volta operativo, il parco eolico dovrebbe generare 9 TWh di elettricità all’anno.

“Una volta operativo, MedWind dovrebbe fornire elettricità sufficiente per alimentare 3,4 milioni di case in un anno, il che si traduce in un risparmio di 2,7 milioni di tonnellate di CO2 all’anno”. Rina ha detto in un post su LinkedIn.

A settembre, Fugro ha vinto un contratto per la conduzione di studi geofisici e ambientali marini per il progetto.

La costruzione del progetto eolico offshore galleggiante MedWind da 2,8 GW dovrebbe iniziare nel 2025, con la messa in servizio prevista per il 1 gennaio 2026.

Renexia è proprietaria e promotore del primo parco eolico sottomarino sostenibile nel Mediterraneo – Taranto da 30 MW è in corso Da aprile 2022.

Segui offshoreWIND.biz:

READ  FM dice il nuovo governo iraniano. È determinato a rafforzare i rapporti con l'Italia