Novembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia ritira tonnellate di rifiuti spediti illegalmente in Tunisia

Kampala: lunedì le scuole dell’Uganda hanno riaperto agli studenti, ponendo fine all’interruzione della scuola più lunga del mondo a causa dell’epidemia di COVID-19.
La riapertura ha causato la congestione del traffico in alcune parti della capitale, Kampala, e si possono vedere studenti che trasportano i loro materassi per le strade, un evento in un collegio che non si vedeva qui da quasi due anni.
Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per la cultura, le scuole dell’Uganda sono state chiuse completamente o parzialmente per più di 83 settimane, l’interruzione più lunga del mondo. Lo sciopero ha colpito più di 10 milioni di studenti.
La nazione dell’Africa orientale di 44 milioni di persone ha chiuso per la prima volta le sue scuole nel marzo 2020, poco dopo la conferma del primo caso di coronavirus nel continente africano. Alcune classi sono state riaperte agli studenti nel febbraio 2021, ma sono state costrette a chiudere nuovamente a giugno quando il paese ha affrontato la sua prima grande rivolta.
Per molti genitori la riapertura è stata un lungo ritardo.
“Inevitabilmente, dobbiamo aprire le scuole”, ha detto Felix Ogot, il padre di un bambino di 6 anni. “Il futuro dei nostri figli, il futuro della nostra nazione, è in pericolo”.
Ha avvertito che le scuole del Paese non potevano “aspettare per sempre” la fine dell’epidemia.
Il blocco prolungato della scuola si è rivelato controverso in un paese in cui le misure volte a prevenire la diffusione del virus sono state ignorate da molti. I sospetti sul vaccino rimangono un problema anche tra gli operatori sanitari poiché sono in aumento le segnalazioni di false tessere vaccinali del governo 19 vendute a Kampala.
Si ritiene che molti studenti che tornano a scuola non abbiano alcun aiuto durante il blocco. La maggior parte delle scuole pubbliche che servono la maggior parte dei bambini in Uganda non sono in grado di offrire un’istruzione virtuale. The Associated Press A novembre l’erba è cresciuta nelle aule degli studenti in una remota città dell’Uganda e alcuni studenti hanno lavorato come cercatori d’oro nella palude.
Alcuni critici affermano che il governo del presidente Yoweri Museveni – un dittatore che è al potere da 36 anni e sua moglie, il ministro dell’Istruzione – ha fatto poco per sostenere l’apprendimento domiciliare. Museveni ha giustificato il blocco insistendo sul fatto che gli studenti colpiti erano un pericolo per i loro genitori e gli altri.
“Semplicemente ci è venuto in mente allora. La frequenza degli studenti è imprevedibile e la frequenza degli insegnanti è imprevedibile “, ha affermato Fakil Mandy, ex analista del governo nelle scuole. “Sono molto preoccupato che molti bambini non torneranno a scuola per una serie di motivi, comprese le tasse scolastiche”.
Mandy ha espresso preoccupazione per il fatto che l’epidemia di virus si sarebbe “diffusa troppo velocemente” nelle scuole affollate, sottolineando uno stretto monitoraggio da parte degli amministratori scolastici.
Accogliendo favorevolmente la riapertura delle scuole in Uganda, Save the Children ha avvertito che “l’apprendimento è perso, portando a tassi di abbandono scolastico più elevati nelle prossime settimane senza un’azione urgente”.
Il team di supporto ha avvertito di un’ondata di marea in una dichiarazione lunedì, avvertendo che “è improbabile che gli studenti con difficoltà di apprendimento recuperino il ritardo al loro ritorno”.
Con l’allarmante aumento dei casi di virus negli ultimi giorni, resta da vedere per quanto tempo le scuole in Uganda rimarranno aperte. La scorsa settimana, i funzionari sanitari hanno annunciato un tasso positivo giornaliero di oltre il 10%, da quasi zero a dicembre. Museveni avverte che sono possibili nuove serrature se le unità di terapia intensiva raggiungono il 50 percento.
Le autorità hanno respinto i requisiti del test governativo per gli studenti nella speranza che sarebbero tornati a scuola senza problemi. Il programma abbreviato è approvato anche ai sensi della disposizione per elevare automaticamente tutti gli studenti alla classe successiva.
L’Uganda ha ricevuto un sostegno straniero per riaprire le scuole.
L’UN Children’s Institute e i governi del Regno Unito e dell’Irlanda hanno annunciato assistenza finanziaria incentrata sul monitoraggio dei virus e sulla salute mentale di studenti e insegnanti in 40.000 scuole. Hanno detto che il loro sostegno è importante per mantenere aperto il sistema scolastico dell’Uganda.

READ  Rolls-Royce ha svelato il 2° boat tail al Concorzo de Eleganza in Italia.