Agosto 3, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia rinnova l’impegno in Iraq con un nuovo contributo di 2,4 milioni di dollari USA [EN/AR] – Iraq

Baghdad, domenica 27 giugno 2021 – Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, rappresentato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), sostiene il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP) con ulteriori 2 2 milioni.$ 2,4 milioni) Stato islamico per aiutare le comunità colpite dall’Iraq e dal Levante (ISIL).

Il contributo dell’Italia sarà fornito dal Fondo di stabilizzazione (FFS) dell’UNDP, che attuerà azioni di ricerca rapida nelle aree liberate dall’ISIL. L’Italia ha generosamente fornito 18 milioni di dollari da quando la struttura è stata istituita nel 2015 con l’obiettivo di rimpatriare gli sfollati interni iracheni.

“Apprezziamo il tempestivo sostegno dell’Italia. Grazie ai nostri partner, l’FFS può continuare la sua missione per migliorare le condizioni nelle aree liberate e aiutare gli sfollati a tornare a casa in sicurezza e con dignità”, ha affermato Gina Ali Ahmed, rappresentante residente dell’UNDP.

“Con questo importante contributo, l’Italia ribadisce il suo impegno a sostenere i migranti nelle loro comunità per ricostruire le loro vite”, afferma Ali-Ahmed.

Bruno Pasquino, ambasciatore d’Italia a Baghdad, ha elogiato il contributo extra del governo italiano come un altro passo concreto verso un Iraq più stabile, sicuro e protetto. “Questa iniziativa è in linea con le priorità della cooperazione italiana nel promuovere la parità di genere e nel contribuire alla prevenzione e mitigazione dei conflitti”, afferma Michael Morana, Direttore, AICS Amman. “Il governo italiano sostiene pienamente il processo di stabilizzazione in Iraq, contribuendo alla creazione di migliori condizioni per il ritorno degli sfollati alle loro case, il ricongiungimento nelle loro comunità e il sostegno effettivo della loro sicurezza”.

Con il supporto di 27 alleati e del governo iracheno, FFS ha completato più di 2.831 progetti nelle aree liberate dall’ISIL, beneficiando più di 13 milioni di iracheni attraverso il miglioramento dei servizi di base, dell’istruzione, della salute e delle infrastrutture. Ha aiutato 4,8 milioni di sfollati interni (IDP).

READ  La Tele italiana a conduzione familiare apre la sua prima sede a Vancouver

Contatto per i media:

Mirulini Sandalwood, specialista in comunicazione | +9647901931308