Giugno 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia restituisce alla Turchia un’antica tomba esportata illegalmente

L’Italia ha restituito alle autorità turche una statua funeraria di epoca romana dopo che un’indagine ha scoperto che si trattava di un manufatto scavato illegalmente nel sud-est della Turchia.

L’opera d’arte è stata per decenni in prima linea negli sforzi per garantire che le opere d’arte e archeologia vengano restituite al loro paese di origine originale se vengono esportate senza permesso. I suoi sforzi hanno portato al ritorno in Italia di centinaia di opere d’arte e manufatti provenienti da prestigiosi musei e collezionisti privati ​​di tutto il mondo.

La scultura in pietra raffigura una nobildonna che indossa un velo e una veste. La sua mano destra è posata sul seno sinistro. Sotto il busto che riposa il defunto c’è un’iscrizione in greco antico, “Sadornila, moglie amante del marito, addio!”

La polizia ha detto che la pietra è stata estratta illegalmente vicino all’antica città di Zeugma, vicino a Gaziantep, nell’attuale Turchia sud-orientale. I carabinieri hanno detto che risale alla metà alla fine del II secolo.

Zeguma, sul fiume Eufrate, era originariamente un antico insediamento greco che in seguito divenne parte dell’Impero Romano. Fu fondata dal generale di Alessandro nel 300 a.C.

READ  Gianluigi Donarumma: A.C. Paris Saint-Germain vicino a firmare Milan e portiere dell'Italia a parametro zero | Notizie sul calcio

La statua è stata consegnata all’ambasciatore turco in Italia per il ritorno in Turchia.