Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia registra un nuovo picco di casi di COVID-19 – EURACTIV.com

L’Italia, colpita duramente dalla prima ondata pandemica nel 2020, sta nuovamente registrando un aumento dei casi di COVID-19 e del numero di posti letto occupati in terapia intensiva nel pieno della stagione influenzale invernale.

Secondo gli ultimi dati, l’Italia ha registrato un aumento del 15% dei casi di COVID-19, sebbene i decessi correlati continuino a diminuire. Allo stesso tempo, il numero di ricoveri in terapia intensiva è aumentato del 21,7%, mentre il numero di ricoveri in terapia intensiva è aumentato del 9,8%.

“Man mano che il virus si diffonde ulteriormente, il governo dovrebbe mettere in atto un piano di svernamento”, afferma Nino Cartabellotta, capo dell’ente di monitoraggio della salute di Gympie.

Allo stesso tempo, gli anziani e i più vulnerabili possono beneficiare di un quarto vaccino COVID-19, sebbene l’assorbimento sia lento e circa 6,8 milioni di persone sopra i 50 anni non siano vaccinate.

“Per il momento tutte le misure di ‘discontinuità’ prese dal governo Meloni sono andate nella direzione opposta a quanto suggerito dalle autorità internazionali di sanità pubblica: prepararsi e prepararsi a possibili nuove ondate”, ha detto Cartaplotta.

Ha aggiunto: “Pertanto, il piano per prepararsi alla stagione invernale è atteso dall’autorità esecutiva il prima possibile”.

Quando è entrata in carica, la premier Giorgia Meloni ha promesso che non avrebbe ripetuto il modello adottato dal governo Draghi con l’emergere di nuove ondate di COVID-19.

“L’Italia ha adottato le misure più restrittive di tutto l’Occidente, arrivando a limitare le libertà fondamentali delle persone e delle attività economiche, ma nonostante questo è tra i Paesi con i dati peggiori in termini di mortalità e malattie infettive”, ha detto Meloni. .

READ  Bacardi Shake Il tuo futuro è tornato più grande che mai in Italia

Il ministro della Salute italiano Orazio Schellaci ha descritto la malattia come “completamente diversa da come era una volta” e ha affermato che il ministero sta lavorando per garantire “una maggiore liberazione”.

Da quando Meloni ha iniziato a guidare il governo, i dati per il monitoraggio del COVID-19 sono passati a settimanali invece che giornalieri.

(Federica Pascal | EURACTIV.it)