Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia potrebbe modificare il Govt Green Pass nel 2022, afferma il viceministro della Sanità

Il 15 ottobre l’Italia introduce nuovi dazi sul pass verde per tutti i lavoratori.

Il Green Pass italiano – certificato digitale o cartaceo, indipendentemente dal fatto che le persone siano state vaccinate, risultate negative o guarite da Covit-19 – potrebbe essere rivalutato il prossimo anno “se i dati sono buoni”, ha affermato il viceministro della Salute Andrea Costa.

“E’ ragionevole ipotizzare che con il nuovo anno ci possa essere una revisione delle misure di controllo attualmente in atto nel nostro Paese, che potrebbero essere riviste e ridotte nel suo utilizzo, compreso il Green Pass”, ha detto Costa alla trasmissione televisiva Rai. . Parliamone Lunedì sera.

Costa ha descritto il Green Pass come “garanzia della libertà dei cittadini e garanzia di un graduale ritorno alla normalità senza un solo passo indietro”.

Ha detto che dopo la fine della legge di emergenza italiana il 31 dicembre, le misure di controllo esistenti potrebbero essere rimisurate, aggiungendo che “se i dati saranno positivi, i ricoveri ospedalieri diminuiranno e il numero di vaccini continuerà ad aumentare”.

Costa ha detto all’agenzia di stampa ANSA che mentre l’Italia sta ora affrontando “una domanda completa” per il Green Pass, potrebbe essere modificato in “uso parziale” il prossimo anno, “per alcune circostanze per mantenere l’attuale Green Pass e non per altre”.

Tuttavia, il sottosegretario alla Salute ha sottolineato che la rivalutazione non sarebbe possibile fino a dicembre “parallelamente allo stato di emergenza che dovrebbe finire”.

Secondo Costa, l’Italia è pronta a introdurre tutti i lavoratori – sia pubblici che privati ​​- a rischio green pass o sospensione della retribuzione.

Le nuove regole entreranno in vigore venerdì 15 ottobre e riguarderanno circa 23 milioni di lavoratori.

READ  Denak pianifica un nuovo approccio dopo il suo ritiro dall'Italia

La controversa mossa sta rallentando il programma di vaccinazione del governo italiano e il movimento anti-insurrezione contro il Green Pass.

Interviene il ministro della Salute Roberto Speranza alla trasmissione di RAI3 Com’è il tempo Domenica ha detto: “Per ora dobbiamo lasciare il pass verde, poi potremo valutare ed eventualmente cambiare”.

Descrivendo la mossa di venerdì come “un passo importante”, Speranza ha detto: “La maggior parte delle persone capisce che il Green Pass è uno strumento di libertà”.

Spranza ha condannato le violente proteste ‘No Green Pass’ dello scorso fine settimana a Roma, tra cui la base sindacale Cgil e il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I: “Dobbiamo essere molto severi contro gli autori di questi crimini”.

In Italia, 43,2 milioni di persone sono attualmente completamente vaccinate contro il morbillo e circa 8 milioni non hanno nemmeno ricevuto la prima dose.

Lo scopo del Green Pass è continuare a promuovere la campagna di vaccinazione in Italia, poiché il Paese ha recentemente raggiunto l’obiettivo di vaccinare completamente l’80% delle persone di età superiore ai 12 anni contro il Covit-19.

Cos’è il Green Pass d’Italia?

Green Pass d’Italia, o Certificato verde, È stato introdotto per la prima volta a giugno ed è stato utilizzato per la prima volta per viaggiare all’interno dell’UE e accedere a grandi eventi come matrimoni o andare in case di cura.

Tuttavia dall’estate il campo di applicazione del Green Pass – non applicabile ai bambini sotto i 12 anni – è stato gradualmente ampliato.

I ristoranti attualmente richiedono un pass per determinati luoghi di lavoro, tra cui cibo al coperto, viaggi domestici a lunga distanza, attività culturali, ricreative e sociali – musei, piscine e discoteche – scuole e università.

READ  L'Italia allenterà le restrizioni COVID 26 aprile | La voce dell'America

Trova i dettagli su Green Pass – in italiano – Oltre a questo Sito Web di certificazione verde Per informazioni ufficiali sulla situazione del Covid-19 in Italia – vedi – in inglese Sito del Ministero della Salute.

Credito fotografico: Elena.com Katkova / Shutterstock.com.