Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia ‘Pinocchio’ diventa il primo candidato all’Oscar a colpire la Cina nel 2021 mentre ‘Nomland’ viene ritirato

Telegrafo

Austin Healy: Ho bloccato 20.000 giganti: non userei i social media se giocassi ora

Ho bloccato 20.000 persone sui social media. A volte è così che è brutto – ovviamente non tutte le persone sono cattive, ma ricordi quelle cattive piuttosto che quelle buone, che sono una grande distrazione nella tua vita. Tutte le principali squadre di calcio e rugby chiudono i loro account sui social media questo fine settimana per protestare contro l’aumento degli abusi contro giocatori e club. Onestamente, se giocassi al massimo adesso e in qualità, non credo che avrei un account. Lo vedo come una distrazione inutile. Quando gioco tu fai una bella o una brutta partita e poi ogni domenica mattina esco e compro tutti i giornali. Erano i nostri social media: persone che commentavano la tua performance. Se hai un gioco medio e sei soddisfatto, non comprerai carte. Come atleta mi piaceva quel concetto polarizzante. Se avessi giocato meglio, cosa ne pensava la gente, mi avrebbero messo fuori combattimento. O se ho un brutto gioco – chi mi ha interrotto, come posso usare quella negatività. Se guardi indietro quando ho suonato, non abbiamo mai avuto nessuna di queste pressioni. Quando ho iniziato a giocare per la prima volta i telefoni cellulari non avevano nemmeno la fotocamera, quindi non eri sotto la pressione di essere fuori da una discoteca, di scattare una foto a una bolla o di mangiare una torta: ci sono voluti 20 minuti per scaricare il tuo film online. Gli atleti moderni sono sotto pressione per giocare e poi raccontarlo alla gente o cosa fanno quotidianamente. La capacità di ottenere la privacy è scomparsa dal mondo. È quasi fastidioso. Per quanto ne so Tim Henman non ha mai avuto un account sui social media. Gli ha fatto male in qualche modo? Non credo proprio. Il tuo agente ti incoraggia a ottenere un account sui social media in modo da poter diventare un influencer. Perché vuoi farlo? Solo per due motivi: gratis o vieni pagato. Sono affascinato da come ha cambiato la personalità delle persone in così tanti modi diversi. Le persone che non usano i social media, sono cattive? In effetti, penso che andranno bene. È come le riviste scritte dai miei giorni di sport, ottieni le opinioni di ogni persona per strada, tranne i social media. Direi che l’abuso del rapporto di popolarità è troppo per molte persone, probabilmente tra i 50 e uno, soprattutto se parli apertamente. Puoi prendere tutto se è solo digitale o la tua attività, ma quando si connette con la tua famiglia, supera il limite. Mi è giunta la notizia che “spero che i tuoi figli moriranno”. Nomineranno le mie figlie, cercheranno il loro nome e mi invieranno il messaggio “Spero che moriranno di cancro”. Quando combini la vita reale con la vita digitale, le cose peggiorano. Ho la pelle molto spessa, ma l’abuso che ho fatto, che mi rende più aggressivo e attivo, mi rende meno concentrato come padre. I social media non hanno nutrito nulla nella mia vita. Davvero esattamente l’opposto. Puoi vedere cosa ha fatto per il giocatore moderno. Gli atleti, che prestano più attenzione al proprio aspetto che mai, si pettinano regolarmente i capelli durante lo sport. Ben Kay e io abbiamo giocato a commentare quante volte una Premiership si sarebbe fatta i capelli durante una partita. Siamo arrivati ​​a 32 in una metà. I social media motivano le persone a preoccuparsi di cose di cui non devono preoccuparsi. Essere un atleta d’élite richiede dedizione, abilità e capacità di bussare e saltare. Ma nel mondo digitale sembra che il feedback delle capre possa ferire i leoni. Se sei stato picchiato da Joe Marler che potrebbe fare un brutto film online, non preoccuparti per i tuoi capelli. Preoccupati di più di quante costine ti rimangono. Fidati di te stesso, ottieni i pensieri dei tuoi colleghi, della tua famiglia e degli allenatori e non danneggiare la tua capacità di diventare un campione del D — digitale. Agli allenatori viene costantemente detto di stare attenti ai giocatori e alla loro psiche, ei social media hanno influenzato il benessere mentale di molti giocatori, senza dubbio. Ti cambia. Come ho fatto una volta ogni sei mesi, quando lo lasci ti senti più leggero. Ti senti libero. Avere più seguaci di chiunque altro è l’idea di un distintivo rispettabile, il che è una sciocchezza assoluta. Nel complesso sono così contento che il PD si sia alzato in piedi e abbiamo ricevuto questo abuso sui social media perché è ora di iniziare a pensare alla prossima generazione e trasformarla in campioni. Esclusivo: scritto da Ben Rumsby per partecipare al blackout dei social media FIFA e UFA

READ  Perché i melicoltori italiani ricoprono i loro frutteti di neve