Maggio 12, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia per consentire ai tifosi in Euro, alcuni padroni di casa non hanno ancora deciso

L’Italia è pronta a far rientrare i tifosi nell’arena mentre Roma ospita i Campionati Europei. Altri paesi non hanno ancora offerto garanzie simili.

Il torneo ritardato dall’infezione si terrà in 12 città di diversi paesi e la UEFA ha chiesto agli sponsor di informarli entro questa settimana sui piani per consentire ai tifosi di partecipare ai giochi.

Il ministro della Salute italiano Roberto Speranza ha detto martedì alla federazione calcistica del paese che i tifosi potrebbero prendere parte a quattro partite alle Olimpiadi dello Stadio di Roma sulla base dell’etica dei consulenti scientifici.

“La preferenza del governo italiano è una grande decisione, fa bene non solo al calcio, ma anche al Paese”, ha detto il presidente della FIGC Gabriel Gravina.

Se non è possibile dire se gli incontri saranno consentiti entro giugno, c’è il rischio che le città vengano tagliate fuori dall’hosting. Tali garanzie non sono ancora arrivate da paesi tra cui la Scozia, che ospiterà quattro partite a Glasgow e l’Irlanda, che ha quattro dispositivi a Dublino.

Mentre alcune parti dell’Europa sono nel bel mezzo di una terza ondata di epidemie di coronavirus, la città di Monaco afferma di aver presentato piani aggiornati alla UEFA.

“Il fatto che gli spettatori possano essere allo stadio per le quattro partite di Monaco è decisamente fantasioso e desiderabile”, hanno detto martedì i funzionari locali.

L’Italia affronterà la Turchia a Roma l’11 giugno nella prima partita del torneo, rimandata di un anno a causa di un’infezione da virus corona. L’Italia giocherà le sue altre due partite alle Olimpiadi, che saranno un piacere per i quarti di finale.

READ  L'Italia prevede di riaprire a partire dalla fine di aprile

Ad eccezione di poco dopo l’inizio della stagione, l’anno scorso i tifosi sono stati banditi dalla maggior parte delle partite in Italia, consentendo a un massimo di 1.000 spettatori di entrare negli stadi.

“Ci è stato inviato un segnale forte per il recupero e lo invieremo immediatamente alla UEFA”, ha detto Kravina.

La città più giocata è Londra, che ospita sette partite a Wembley, comprese le semifinali e la finale. Con 4.000 spettatori ammessi alle semifinali di FA Cup e 8.000 alla finale di Coppa di Lega, Wembley vedrà i fan tornare per la prima volta in più di un anno. Ci saranno 21.000 spettatori nella finale di FA Cup a maggio, grazie al successo del Regno Unito nello sviluppo del programma di vaccinazione e nell’eliminazione dei casi di virus corona.

“Questo è un primo passo importante per riportare i tifosi con l’obiettivo finale dell’intero stadio – la fine dell’euro maschile”, ha detto Mark Bullingham, amministratore delegato della Federcalcio inglese.

In Scozia non è stata fissata una data per il ritorno dei tifosi, ma questa settimana verranno presentati alla UEFA dei piani provvisori. La Scozia ospita la Repubblica Ceca e la Croazia a Hampton Park, dove gli uomini si sono qualificati per il primo grande torneo dalla Coppa del Mondo 1998.

“Siamo ben consapevoli della scadenza e sebbene questi non siano risultati finali per noi, spero che giocheremo qui con molti spettatori in Scozia e loro hanno un discreto numero di spettatori ad Hampton”, ha detto il primo ministro Nicola Sturgeon. “Ma a quanto pare questi sono dibattiti e discussioni e le decisioni devono essere prese dalle autorità competenti”.

READ  Colonna Liam Williams: Test Italia, destinazioni di gioco e Grand Slam No Talk

La Russia ha già confermato che lo stadio da 65.000 posti di San Pietroburgo sarà riempito fino all’orlo con almeno il 50% di capacità per le sue quattro partite. La Danimarca prevede di ospitare fino a 12.000 fan in quattro partite al Bargan Stadium da 38.000 posti. Un numero simile può assistere alle partite in Romania secondo il piano del governo di riempire almeno un quarto dello stadio nazionale da 55.000 posti a Bucarest.

La UEFA spera di mantenere Baku (Azerbaigian), Budapest (Ungheria) e Amsterdam (Paesi Bassi) come città ospitanti consentite dai tifosi.

Questa storia è stata pubblicata senza modifiche nel testo da un feed dell’agenzia di filo.