Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia multa Google di 123 milioni di dollari per aver bloccato l’app EV di Android Auto

L’ecosistema Android flessibile ha permesso a Google di estendere la sua portata ben oltre i telefoni televisori E persino Infotainment per veicoli. Ma, allo stesso tempo, il software open source ha sollevato interrogativi per i regolatori preoccupati per l’impatto smisurato del gigante della tecnologia su più mercati. Ora, i funzionari stanno cercando di controllare parte di quel potere. L’Osservatorio della concorrenza italiano ha Comando Google pagherà più di 100 milioni di euro (123 milioni di dollari) per aver abusato della sua posizione dominante. Il regolatore ha affermato che Google ha disattivato l’app di ricarica per auto elettriche dal suo sistema di infotainment Android Auto per più di due anni.

L’azienda al centro dell’azione è Enel X – una controllata del fornitore italiano di energia Enel – che attraverso l’app JuicePass consente ai conducenti di veicoli elettrici di accedere a circa 95.000 punti di ricarica pubblici in Europa. Bloccando l’app per più di due anni, ha affermato il watchdog, Google ha principalmente favorito Google Maps, che consente anche agli utenti di cercare punti di ricarica per veicoli elettrici nelle vicinanze. Oltre alla multa, il regolatore ha chiesto a Google di rendere disponibile l’app JuicePass su Android Auto.

Facendo eco alle paure che ha sollevato io E il controparti del Regno Unito, l’autorità italiana ha preso atto della posizione del gatekeeper di Google sull’economia digitale. Il regolatore ha affermato che il sistema operativo Android e Google Play Store hanno conferito alla società una “posizione dominante” che le consente di “controllare l’accesso degli sviluppatori di app agli utenti finali”. Nel caso dell’Enel X, l’Osservatorio ha affermato che Google, escludendo JuicePass, ha messo a rischio il business del suo concorrente e potrebbe aver ostacolato il progresso della mobilità elettrica.

READ  Sono stati rivelati i piani per il Parramatta Outdoor Sports and Recreation Network

“Di conseguenza, la diffusione dei veicoli elettrici, l’uso di energia ‘pulita’ e la transizione verso una mobilità più sostenibile dal punto di vista ambientale, potrebbero avere potenziali impatti negativi”, ha affermato il regolatore nella sua dichiarazione.