Agosto 8, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia mantiene le lezioni private nonostante l’aumento dei casi di under 20 – EURACTIV.com

Il governo e le regioni si sono scontrati su quando gli studenti dovrebbero tornare a scuola per le lezioni private. Il governo spinge per il rientro degli studenti dal 7 al 10 gennaio, mentre le regioni chiedono un rinvio di 20-30 giorni.

Le prove del governo hanno confermato lunedì che il governo vuole garantire che le lezioni tornino di persona, nonostante un preoccupante aumento dei casi di COVID-19 tra i giovanissimi.

Ma soprattutto i presidenti della Regione Piemonte Nord e Veneto Alberto Sirio e Luca Zhao, e il capo della Regione Campania Sud, Vincenzo de Luca, chiedono il rinvio del suo rientro a scuola.

“Prendere 20-30 giorni di respirazione consentirà all’epidemia di raffreddarsi, il che darà un altro impulso a gennaio e creerà la campagna di vaccinazione più completa possibile per la popolazione studentesca”, ha affermato de Luca.

Zaya, da parte sua, ha dichiarato: “Porteremo nel Programma Regionale Nazionale un piano per modificare le regole riguardanti la durata dell’isolamento e chi dovrebbe farlo in base alla situazione del vaccino”.

Tuttavia, i pediatri temono che un quarto dei casi di COVID-19 della scorsa settimana abbia colpito persone di età inferiore ai 20 anni. Nell’ultimo mese, 791 persone di età inferiore ai 19 anni sono state ricoverate in ospedale.

Anna Maria Stano, presidente dell’Accademia italiana di pediatria, ha presentato il 31 dicembre un rapporto dell’Istituto superiore di sanità italiano sul tema, che ha sollevato preoccupazioni per un aumento dei casi tra i giovani. A fronte di un totale di 3 milioni di bambini, solo 340.000 hanno ricevuto la prima dose, soprattutto giovani non ancora vaccinati.

(Eleonora Vasques | EURACTIV.com)

READ  Power Rankings UEFA Euro 2020: finale Italia-Inghilterra dopo i quarti di finale