Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia ha istituito una task force per studiare la nuova variante di Governo

L’Italia ha bandito le persone provenienti dai paesi sudafricani per le preoccupazioni sulla variante Omicron.

Lo Spallanzani, a Roma, il principale ospedale epidemiologico italiano, ha istituito una task force per studiare i dati sulla nuova variante covid-19 di Omicron, nota anche come B.1.1.529, che è stata rilevata per la prima volta in Sudafrica.

L’ospedale di Roma ha affermato che collaborerà con esperti dell’Istituto nazionale per le malattie infettive (NICD) in Sudafrica per “monitorare la diffusione del disturbo e le misure di controllo da seguire”.

Descrivendo la task force, Francesco Via, direttore dell’ospedale, Francesco Via, che ha descritto la task force, ha dichiarato: “Il nostro messaggio è: attenzione, prima esamineremo, studieremo e valuteremo quali azioni possiamo intraprendere per combattere questa nuova variazione. .”

Un comunicato dell’ospedale ha dichiarato: “Vorremmo sottolineare nuovamente l’importanza di monitorare questo fenomeno prima di tutto e di adottare le misure necessarie per affrontare la crescente preoccupazione nel paese per la nuova variante. Vanno evitate reazioni emotive non supportate da principi scientifici”.

Restrizioni di viaggio

Spallanzani ha annunciato la sua task force a seguito di un ordine emesso dal ministro della Salute italiano Roberto Sporanza che vieta a chiunque di entrare in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia ed Eswatini negli ultimi 14 giorni.

L’UE e il Regno Unito hanno introdotto un divieto sui voli dal Sudafrica, con misure simili da introdurre negli Stati Uniti e in Canada.

Il primo caso in Europa

Venerdì, 11 giorni dopo il ritorno dall’Egitto, il Belgio ha scoperto il primo caso confermato in Europa di una nuova variante per una donna belga non vaccinata.

READ  L'ADA di Warner si sta espandendo nel mondo in Italia e Russia

Il viceministro della Sanità italiano Pierpolo Celeri ha dichiarato venerdì che le autorità italiane non hanno trovato una nuova variante.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato Omigran “preoccupante”, con prove precoci che suggeriscono che potrebbe avere un rischio maggiore di reinfezione rispetto ad altri tipi.

L’OMS ha aggiunto che ci vorranno settimane prima che gli scienziati capiscano l’impatto della nuova variante e come si sta diffondendo.