Agosto 10, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia è in testa alla competizione EYOF di doppio misto

Ricardo Villa e Ariana Grillo

Invece di tenere la competizione a tutto tondo in un giorno separato dalla finale a squadre combinata e dalla qualificazione individuale al Festival Olimpico della Gioventù Europea, gli organizzatori hanno deciso di farne parte anche la competizione a tutto tondo della prima giornata. La coppia è definitiva.

La competizione a coppie miste riunisce gli atleti WAG e MAG per combinare i punteggi di tre eventi ciascuno in un turno preliminare, con le prime quattro coppie che avanzano alle semifinali e alle finali. Un totale di 16 squadre si sono qualificate dal primo giorno di gara, dove gli atleti WAG con il punteggio più alto da volteggio, trave e pavimento e gli atleti MAG con il punteggio più alto da pavimento, parallele e sbarra alta hanno ricevuto i loro voti. Sommati insieme per formare una classifica a coppie miste.

Queste 16 squadre miste sono incluse nell’ordine di qualificazione:

1. Francia (Lilou Viallat, Anthony Mansard) –78.350
2. Germania (Helen Kevrig, Jukka Nissen) – 77.450
3. Italia (Arianna Grillo, Riccardo Villa) – 77.400
4. Ucraina (Anna Lashchevska, Radomir Stelmak) – 77.350
5. Gran Bretagna (Abby Martin, Danny Crouch) – 76.750
6. Romania (Amalia Puflea, David Puicea) – 76.650
7. Svizzera (Samira Ruffin, Jan Imhof) – 76.450
8. Austria (Leni Pohl, Gino Vetter) – 76.400
9. Spagna (Saina Garcia, Daniel Carrion) – 75.750
10. Repubblica Ceca (Zona Artamonova, Daniel Bago) – 75.400
11. Turchia (Atiye Karademir, Volkan Hamarat) – 74.750
12. Svezia (Elena Gravin, Louis Il-Sung Melander) – 74.400
13. Norvegia (Keisha Lockert, Sebastian Sponevik) – 74.200
14. Slovacchia (Oliver Casala, Lucia Tobroka) – 74.150
15. Azerbaigian (Nasanin Teymurova, Raul Ahmadzada) – 73.650
16. Israele (Yali Shoshani, Dmytro Tatchenko) – 73.100

Sfortunatamente Viallat ha dovuto ritirarsi a causa di un fastidioso infortunio ed è stata sostituita dalla compagna di squadra Lana Pontard, ma è stata l’unica a qualificarsi per saltare l’evento e ha avuto modo di vedere un sacco di ginnastica fantastica nella competizione di oggi.

Le italiane hanno guidato i primi due round, incluso il 12.833 di Grillo per la sua eccellente routine al piano, 12.933 per il suo Yurchenko pieno e il 13.033 di Villa alla barra alta e 13.533 al piano.

READ  L'Italia afferma che una statua antica nel museo degli Stati Uniti è stata rubata, dispersa in mare

Il loro totale di 52.332 era quasi un punto in più rispetto alla Germania, seconda in classifica, che ha visto la spettacolare routine di Kevrig, incluso un enorme triplo pieno bloccato, guadagnare un 13.0 su 13.366 al volteggio, mentre Nissen ha guadagnato un 12.866. Sulla barra alta e 12.266 sulle p-bar, il totale è 51.498.

La Romania è arrivata terza con 51.066 punti, con 13.133 punti dal volteggio di Buflia e 12.933 punti dal suo pavimento e 12.1 punti dalla barra alta di Buicia, mentre l’Ucraina è stata quarta con 50.999.9 punti. E un 12.1 sul pavimento di Lashchevska, e un 12.266 sul pavimento e 13.733 parallele di Stelmakh.

Gli atleti potevano scegliere l’attrezzatura con cui volevano competere durante il primo round (di nuovo, WAG aveva le opzioni di volta, trave e pavimento, mentre MAG aveva le opzioni di pavimento, barre parallele e barra alta), e sembrava abbastanza buono. Tutte le squadre qualificate non includono ragazze che hanno fatto la trave!

La Gran Bretagna al quinto posto si è spostata di pochi decimi dalla finale con un punteggio di 50.665, Martin ha optato per la trave, dove ha segnato un 12.0 con un 12.966 al volteggio. Era un rischio, ma salvare la trave per la semifinale ha causato un bel po’ di dramma.

Nella semifinale, i punti sono partiti dal primo, mettendo l’Italia al primo posto contro l’Ucraina al quarto posto e la Germania al secondo direttamente contro la Romania al terzo posto. In quella seconda battaglia, Buflia iniziò con le sue solite due cadute nella sua serie di cavalcature e voli. Kevric ha avuto una routine un po’ nervosa alla trave, ma alla fine ha colpito, mentre anche Nišinen ha colpito il pavimento, portandoli facilmente alla finale d’oro, mentre la Romania sarebbe passata alla finale di bronzo.

La partita tra Italia e Ucraina si è conclusa più vicino del previsto. Villa aveva un eccellente set di B-bar, anche se Grillo è caduto in verticale in un back roll, una caduta molto sorprendente in una routine altrimenti buona. Ma l’Ucraina conterà la caduta di Stelmak, Tkachev, che ha sbagliato il suo layout al primo tentativo, poi Lashchevska ha avuto un po’ di stacca nella sua serie aggro anteriore, toccando la trave, portando l’Ucraina nella finale di bronzo con la Romania, l’Italia ha fatto. Finale d’oro con la Germania.

READ  2021 Mizano World Supersport, Italia - Risultati di gara1

Negli ultimi giri le marcature sono ricominciate. Laszewska è stata abbastanza coraggiosa da scegliere di nuovo la trave dopo aver gareggiato in semifinale, ma sono contenta che l’abbia fatto: era elegante, colpiva bene ogni abilità e, nonostante mancasse un paio di maglie, era molto solida e pulita. 12,8 guadagna. Stelmak, nel frattempo, ha scelto di andare con il pavimento e ha dato i suoi frutti, con ottimi atterraggi su tutti i suoi passaggi, visto che l’Ucraina ha segnato un 13.6 per raggiungere un totale di 26.400.

Per quanto riguarda la Romania, Buflia ha deciso di andare con il caveau. Gli atleti che sono andati con il volteggio in semifinale o finale hanno dovuto competere con due numeri di punteggio medio e, sebbene Bufflia abbia riscaldato due brevi doppie Yurchenko, alla fine ha segnato una media di 12.816 con un layout perfetto. I 13.033 di Puisia combinati per eguagliare 25.849 punti non sono stati sufficienti per inseguire gli ucraini, felici di vincere il bronzo.

Kevrick ha deciso di volteggiare nella finale d’oro, prima per attaccare Yurchenko con un perfetto invece di un doppio, poi un layout nel secondo, ma entrambi erano molto puliti e solidi, e aveva una media di 13.0. Nisinen ha avuto una routine di successo sulla barra alta, che è stata una delle scelte più rischiose insieme alla trave di Lashchevska, ma ha dato i suoi frutti, il suo set ha segnato 13.033 per dare alla Germania un 26.033.

Gli italiani sono passati ultimi, ma Grillo – in gara sugli stessi volteggi di Kevrig – ha ottenuto un piccolo margine sotto il tedesco con un 12.983, prima che Villa rimediasse con un’ottima routine al pavimento, segnando un 13.366 che porta l’Italia a 26.349. Mentre la Germania ha vinto la medaglia d’argento, sono stati ben tre decimi per vincere l’oro.

READ  L'Italia giocherà due partite del Sei Nazioni 2022 a Roma

Mi piace che il girone partecipi a questi incontri e vorrei che ci fosse più tempo per vedere gli otto in semifinale e i quattro nelle due finali, ma è un po’ triste che una squadra in un girone finale inferiore abbia surclassato entrambe. Squadre nella fascia alta, ecco cosa è successo. Sebbene l’Ucraina abbia vinto il bronzo, la sua combinazione di 26.400 ha battuto i 26.349 dell’Italia e i 26.033 della Germania, evidenziando uno degli incredibili abbinamenti finali che abbiamo visto tra Laszewska e Stelmak.

Indipendentemente da come sono andati i punteggi finali e i podi, tutti sono stati felici di ricevere queste medaglie “bonus”, che negli ultimi anni non sono mai state assegnate a un EYOF, o simile grande competizione continentale o mondiale, che possono essere così intenso e stressante situazione, soprattutto per i ragazzi giovani e inesperti.

Prima di andare, volevo gridare alcuni spettacoli del round di apertura di cui non ho ancora parlato. La cara slovacca Lucia Tobrocca, dopo aver vinto un tie-break all’ottavo posto contro la Francia, ha segnato un altro grande volteggio e una solida trave qui per aiutare la sua squadra di coppie a finire settima. Ho avuto modo di rivedere Nazanin Temurova sul pavimento e dopo aver contato una caduta ieri, è stato bello vederla vincere qui, segnando 12.033 al volteggio per aiutare l’Azerbaigian al 10° posto. ! Ho anche visto un ottimo volteggio bloccato della spagnola Saina Garcia, che è arrivata 11a.

Articolo di Lauren Hopkins