Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia cerca gol nelle ultime partite della Nations League

MILANO — L’Italia, alle prese con l’ennesima qualificazione ai Mondiali, ha un altro problema pressante: dove trovare i gol?

L’Italia è stata elogiata per il suo attacco a flusso libero che ha vinto l’Europeo dell’anno scorso.

Roberto Mancini ha reso l’Italia una squadra da perdere ai Mondiali del 2018, imbattuto da 37 partite, segnando quattro, cinque, sei, sette e nove gol in varie occasioni.

Tuttavia, quel colosso dalla mentalità offensiva non esiste più.

La campagna di qualificazione ai Mondiali condannata dall’Italia è stata costosa a causa di una piaga di occasioni mancate a causa della mancanza di “catavieria” – letteralmente “cattiveria” – sotto porta. Anche prima della sconfitta shock ai playoff contro la Macedonia del Nord.

Mancini ha segnalato il problema. Solo un italiano è tra i primi 13 marcatori della Serie A in questa stagione.

Questo è l’attaccante della Lazio Ciro Immobile, che ha sempre faticato a replicare in nazionale la sua forma da club.

“E’ un’anomalia perché l’Italia ha sempre grandi attaccanti”, ha detto lunedì Mancini. “Purtroppo è passato un po’ di tempo da quando le big qui hanno così tanti attaccanti stranieri. L’unico immobile ci siamo stati per un po’.

Crea un po’ di difficoltà, non è un piccolo problema. Non è irreversibile e speriamo di avere presto due o tre attaccanti che possano alzare la Nazionale.

Mancini ha nominato otto attaccanti nella sua rosa per le ultime due partite del girone di Nations League contro Inghilterra e Ungheria.

Oltre a Immobile, Mancini ha convocato il compagno di squadra della Lazio Matteo Cancellieri, il trio del Napoli Matteo Politano, Giacomo Raspatori e Alessio Zerpin, Gianluca Scamacca del West Ham, Wilfried Gnonto del Leeds e l’attaccante del Friburgo Vincenzo Grifo.

READ  La società italiana aprirà una struttura in Georgia

Immobile ha segnato cinque volte in questa stagione. Ce ne sono sei tra le altre sette prime, quattro delle quali devono ancora uscire dal segno.

Venerdì l’Italia ospiterà l’Inghilterra a Milano e tre giorni dopo affronterà l’Ungheria a Budapest. Gli Azzurri sono terzi nel girone di Lega A che comprende la Germania.

Hanno raccolto solo cinque punti nelle prime quattro partite. Hanno segnato cinque gol e ne hanno subiti sette. Gli italiani possono ancora essere in testa al proprio girone e qualificarsi alle semifinali per la seconda edizione consecutiva, ma stanno lottando per evitare l’ultimo posto in Lega B e la retrocessione.

“I risultati saranno importanti, tutto può ancora succedere nel gruppo”, ha detto Mancini. “Dobbiamo cercare di vincere entrambe le partite e cercare di finire primi.

“Ci saranno mesi difficili fino a dopo il Mondiale. Dobbiamo ritrovare il nostro entusiasmo. Vincere gli Europei avrebbe dovuto darci quello, ricominciare da lì, ricominciare a costruire una squadra, e abbiamo avuto altri quattro anni straordinari come quello.

Mancini ha confermato che il centrocampista del Paris Saint-Germain Marco Verratti è indisponibile dopo essersi infortunato al polpaccio nella vittoria per 1-0 di domenica in casa del Lione.

“Non può camminare in questo momento”, ha detto l’allenatore dell’Italia. “Probabilmente chiameremo (il centrocampista del Sassuolo David) Fratesi e vedremo”.

Anche su AP Soccer: https://apnews.com/hub/soccer e https://twitter.com/AP_Sports