Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’Italia allenta le norme Covid su quarantena, mascherine e vaccinazioni | Affare

ROMA (AP) – L’Italia, dove la pandemia di COVID-19 è apparsa per la prima volta in Occidente nel febbraio 2020, sta allentando diverse restrizioni nelle prossime settimane, compresi i requisiti per la vaccinazione sul posto di lavoro e l’uso delle mascherine.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha detto ai giornalisti dopo una riunione di gabinetto di giovedì che la quarantena non sarà più richiesta per chi è in contatto con qualcuno che è risultato positivo al coronavirus. Questa, ha osservato, è una notizia particolarmente positiva per i bambini, perché potranno continuare ad andare a scuola se un compagno di classe risulterà positivo al test.

Ma le persone che risultano positive dovranno comunque isolarsi.

Con l’allentamento delle norme italiane, i lavoratori over 50 non rischiano di rimanere senza lavoro se non vengono vaccinati. Invece, fino ad aprile, i lavoratori più anziani e non vaccinati potranno accedere ai luoghi di lavoro se risulteranno negativi.

Tuttavia, gli operatori sanitari e i dipendenti delle case di riposo, indipendentemente dall’età, dovranno comunque essere vaccinati fino alla fine del 2022.

Le mascherine saranno ancora obbligatorie fino al 30 aprile per gli spazi interni come ristoranti, palestre, piscine, teatri e discoteche, oltre che per i luoghi di lavoro.

L’Italia all’inizio di quest’anno ha sollevato l’obbligo di indossare maschere all’aperto.

Presto la capienza degli stadi per eventi sportivi e concerti tornerà al 100%.

Ma il premier Mario Draghi ha avvertito il Paese che, se necessario, potrebbero tornare le restrizioni in caso di una nuova ondata di contagi da COVID-19.

Dopo un calo costante nelle ultime settimane, il numero giornaliero di casi confermati di COVID-19 e il tasso di positività al tampone hanno iniziato a salire negli ultimi giorni. Questo è simile a quanto sta accadendo di recente in altri paesi dell’Europa occidentale. In Germania, dove molte restrizioni epidemiche finiscono nel fine settimana, il Paese Tocca un nuovo record giovedì per i nuovi casi confermati.

Gli esperti affermano che l’attuale aumento dei casi confermati in Italia è ancora allo studio, ma si sospetta una variante di omcron altamente trasmissibile nota come BA.2.

Per essere fiducioso che il peggior focolaio del virus sia passato, il governo italiano ha anche deciso di non rinnovare l’emergenza nazionale connessa alla pandemia, dopo che l’attuale decreto emergenziale è scaduto il 31 marzo.

Nei primi mesi della pandemia, l’Italia ha imposto uno dei lockdown più duri a livello nazionale. I corridori italiani hanno ringraziato per la loro “pazienza” oltre che per il loro “altruismo” nelle vaccinazioni.

Quasi il 90% degli italiani dai 12 anni in su ha completato il ciclo di vaccinazione e un terzo dei bambini dai 5 ai 12 anni è stato completamente vaccinato. Inoltre, circa 38 milioni della popolazione italiana di 59 milioni hanno ricevuto iniezioni di richiamo.

“Fuori, siamo sempre visti come persone senza cittadinanza, beh, non è vero”, ha detto Draghi. “Abbiamo uno dei tassi di vaccinazione più alti d’Europa”.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.