Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Lionel Scaloni: Nessuno rimpiange Dybala più di me

Lionel Scaloni ha citato infortuni e problemi di forma fisica come le spiegazioni per non aver scelto la stella della Juventus Paulo Dybala nella squadra internazionale per le prossime qualificazioni ai Mondiali.

In un’intervista con un sito web della Juventus, Lionel Scaloni ha dichiarato di essere frustrato dal fatto che Dybala sia stato lasciato fuori dalla sua squadra. Tuttavia, l’assenza di Dybala dalla costruzione e i problemi di infortunio erano troppo colossali per pensare di ignorarli. Egli ha detto:

“Non c’è nessuno più dispiaciuto per Dybala di me. Paulo è un giocatore che adoro. Ma abbiamo bisogno di persone pronte e in buona forma. Ha avuto una stagione difficile, gli infortuni gli hanno impedito di giocare con continuità. È tornato molto in ritardo, tra l’altro in un momento complicato per la Juventus”.

Con Dybala fuori dalla squadra argentina di qualificazione ai Mondiali, è lecito aspettarsi che l’attaccante 27enne Lionel Scaloni non opterà per l’imminente Copa America.

Nonostante non abbia scelto Dybala nella sua squadra, Scaloni si è detto libero di scegliere una rosa argentina di 26 giocatori che avrebbe scelto l’attaccante perché in effetti valuta l’attaccante della Juventus su una base eccezionale. Scaloni ha aggiunto:

“Se avessimo avuto 26 giocatori lo avrei portato, ma di fronte a un roster così ristretto e complesso abbiamo dovuto prendere questa decisione. Ma il suo valore resta fuori discussione. Spero che si riprenda presto la forma e torni al squadra nazionale.”

Lionel Scaloni è impressionato dal numero di giocatori argentini che ora giocano nella massima serie italiana. Scaloni concorda sul fatto che la Serie A sarebbe un modo insolito per definire la natura del calcio per gli argentini poiché ce ne sono molti che giocano in Italia. Scaloni ha detto:

READ  La bellezza della mobilità sostenibile con Maserati al Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

“Da argentino posso dirvi che il campionato italiano per me è sempre un punto di riferimento. In Italia abbiamo tanti argentini che fanno bene ed è per questo che li chiamiamo, oltre al fatto che tutti noi in squadra sono attratti dal modello e dalla cultura della Serie A”

La Serie A ha a sua disposizione un’enorme misura della capacità argentina. Oltre a Paulo Dybala, la federazione ha anche giocatori attivi come Rodrigo de Paul e Christian Romero che al momento fanno parte della squadra argentina.