Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’inviato italiano vede enormi opportunità commerciali e di investimento con il Pakistan – Business

Islamabad (Dunia News) – L’ambasciatore italiano in Pakistan Andreas Ferraris ha dichiarato mercoledì che ci sono vaste opportunità di scambi e investimenti reciproci tra Pakistan e Italia da cui uomini d’affari e commercianti di entrambi i paesi possono trarre vantaggio.

Ha detto che uomini d’affari e commercianti pakistani si stanno muovendo e lavorano per rafforzare le reciproche relazioni commerciali ed economiche tra i pakistani in Italia.

Ha sottolineato che le relazioni economiche, commerciali e culturali tra Italia e Pakistan sono ai massimi storici, ospitando nella sua residenza una cena in onore di imprenditori e responsabili di varie camere di commercio del Paese.

Mentre famosi leader aziendali tra cui l’ex presidente della Camera di commercio di Islamabad, Zafar Bakhtouri, il presidente della Federazione pakistana della Camera di commercio e dell’industria (FPCCI) Capital Office di Gurban Ali, il presidente della Camera di commercio e dell’industria di Rawalpindi (RCCI) Muhammad Nasir Mirza , il Presidente della Camera di Commercio Gujranwala nel Commercio e nell’Industria Omar Ashraf Mughal, il Presidente della Camera di Commercio e Industria di Sarhad, Sharbaaz Al Thanias Ballour e Abdullah Shad Abbasi, hanno partecipato a questa occasione.

Ha informato l’ambasciatore che l’Italia ospita la più grande comunità pakistana dell’Unione europea.

Ha affermato che nell’anno fiscale 2020-2021 le rimesse dei lavoratori dall’Italia hanno raggiunto i 601 milioni di dollari, un record assoluto.

Ha reso l’Italia la settima destinazione del Pakistan per le rimesse dei lavoratori a livello globale e la prima nell’Unione Europea.

Ha affermato che ci sono enormi potenzialità commerciali in vari settori dell’economia che devono essere esplorate e, a questo proposito, le due parti hanno partecipato al processo di dialogo attraverso la Commissione economica congiunta Pakistan-Italia che è servita come forum per l’impegno economico bilaterale .

READ  Mario Draghi in procinto di diventare Macron 2.0: "L'ultima cosa di cui l'Italia ha bisogno!" | Il mondo | notizia

L’ambasciatore ha affermato che l’Italia sta attualmente fornendo assistenza tecnica in agricoltura e riqualificazione tessile attraverso macchinari moderni e valore aggiunto nei settori dell’agricoltura, della pelle e del marmo.

Ha affermato che il Pakistan sta lavorando per ampliarlo per includere articoli agricoli tra cui prodotti lattiero-caseari, bestiame, olive, prodotti olivicoli, plastica, alimenti trasformati e settore delle costruzioni nel mercato italiano.

Andreas Ferraris era dell’opinione che l’Italia volesse iniziare una nuova era di cooperazione economica e commerciale con il Pakistan attraverso il trasferimento tecnologico e il potenziamento dell’industria tessile pakistana.

Ha affermato che l’economia verde e il trasferimento tecnologico al settore industriale, compresi i tessili, l’agroindustria, il settore delle costruzioni, l’istruzione e la salute, sono le principali aree di interesse per l’espansione della cooperazione bilaterale.

Attraverso la green economy, ha affermato l’ambasciatore, l’Italia ha voluto cooperare con il Pakistan per proteggere l’ambiente, l’economia circolare, il risparmio e la gestione delle risorse, la protezione e il ripristino degli ecosistemi, la conservazione dell’acqua e la prevenzione dei disastri naturali.

L’ambasciatore ha affermato che l’Italia ha istituito il Centro tecnologico tessile italo-pakistano (IPTTC) a Faisalabad presso l’Università nazionale tessile (Ntu) per modernizzare il settore tessile locale.

Ha detto che il centro di formazione, che è il primo del suo genere per la tecnologia delle macchine tessili italiane in Pakistan, è stato aperto nel recente passato.

Ha detto che questo progetto è stato finanziato dal governo italiano per sostenere lo sviluppo dell’industria tessile locale, fornendogli macchinari italiani.

Ha affermato che durante l’anno fiscale 2020-2021, i tessuti, la pelle, il riso, l’etanolo, i prodotti tessili e gli abiti, gli indumenti indossati, il cotone, l’abbigliamento, l’uncinetto, il grano, la pelle, la pelle grezza, le bevande e le calzature sono state le principali aree dell’esportazione del Pakistan in Italia . .

READ  L'inflazione è l'unica indicazione che si terrà conto del boom post Covid

Con l’aumento delle importazioni del Pakistan dall’Italia in questi settori, navi, barche e altre strutture galleggianti, macchinari, prodotti farmaceutici, aerei, veicoli spaziali, apparecchiature elettriche ed elettroniche, prodotti chimici organici, ferro e acciaio, prodotti chimici vari, prodotti ottici, fotografici, tecnici e dispositivo medico.

Rispondendo ad una domanda, ha affermato che l’Italia sta attualmente fornendo assistenza tecnica al Pakistan nei settori tessile, pelle e marmo.

Ha affermato che il settore lattiero-caseario, zootecnico, olivicolo, olivicolo, della plastica, degli alimenti trasformati e delle costruzioni sono le aree con le quali l’Italia può cooperare.

Ha detto che la nuova missione economica è stata dispiegata in Pakistan per migliorare il commercio bilaterale e la cooperazione economica in varie aree potenziali.

Ha osservato che inizialmente la nuova missione economica è stata istituita nelle principali città del Pakistan tra cui Karachi e Islamabad, dopodiché sarà ampliata per includere altri potenziali centri commerciali per aumentare l’integrazione economica e commerciale tra Pakistan e Italia.

Ha sottolineato l’importanza di rafforzare l’interdipendenza culturale per migliorare il commercio bilaterale.

Ha detto che incoraggerà anche lo scambio di studenti per migliorare ulteriormente le relazioni bilaterali.

Il diplomatico senior ha affermato che l’Italia è impegnata ad espandere la cooperazione in un settore potenziale diversificato per migliorare la cooperazione economica bilaterale tra Pakistan e Italia.