Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’inflazione in Europa ha raggiunto il massimo storico del 10,7% mentre i funzionari devono affrontare scelte difficili

Un nuovo straordinario balzo dei prezzi al consumo in Europa suggerisce che l’inflazione si è ostinatamente fatta strada in tutto il continente nonostante il rallentamento della crescita, complicando gli sforzi dei responsabili politici per guidare le economie attraverso un inverno difficile e una potenziale recessione.

I prezzi al consumo nei 19 paesi che utilizzano l’euro come valuta sono aumentati a un tasso annuo record del 10,7 per cento in ottobre Commissione europea segnalato lunedì. A settembre, il tasso era del 9,9%. Dodici mesi fa, il tasso era del 4,1 per cento.

L’inarrestabile marcia verso l’alto sta accentuando le difficili scelte che devono affrontare i leader eletti e i banchieri centrali europei. Hanno rinnovato la loro determinazione a fermare l’aumento dei prezzi Banca Centrale Europea La scorsa settimana ha annunciato di aver aumentato i tassi di interesse di tre quarti di punto percentuale per la seconda volta consecutiva. Fino a settembreLa banca non ha fatto un aumento così grande dal 1999, nei primi giorni della zona euro.

Ma ci sono crescenti preoccupazioni che gli sforzi per controllare l’inflazione rendendo più costosi prestiti e mutui accelereranno la caduta dei paesi nella recessione, soffocando gli investimenti e aumentando la disoccupazione.

Come Fondo monetario internazionale Di recente ha avvertito: “I responsabili politici europei devono affrontare difficili compromessi e scelte politiche difficili mentre affrontano una combinazione tossica di crescita debole e alta inflazione che potrebbe peggiorare”.

Sebbene il comitato abbia riferito che la produzione è cresciuta dello 0,2 per cento durante il trimestre che ha attraversato luglio, agosto e settembre – un tasso superiore al previsto – molti economisti hanno convenuto che una recessione in Europa era inevitabile. Lunedì, molti hanno affermato di aspettarsi un deterioramento della crescita negli ultimi tre mesi dell’anno.

READ  Mercato degli esoscheletri medici - Aumento della copertura assicurativa degli esoscheletri medici in molti paesi

La Banca Centrale Europea ha indicato in modo specifico il problema dell’innalzamento dell’inflazione senza che l’economia scivoli in una spirale discendente.

Quando Christine Lagarde, presidente della banca, ha annunciato l’aumento dei tassi la scorsa settimana, ha insinuato che la posizione aggressiva della banca potrebbe essere in declino. Tuttavia, è probabile che gli alti livelli di inflazione ora incoraggino un’opposizione più forte da parte dei membri della Camera che rimangono ottimisti sulla lotta contro l’inflazione.

“Mi aspetto che questo rafforzi questa divisione all’interno dell’organo di governo della BCE”, ha detto Lucrezia Richlin, professoressa di economia alla London Business School, a proposito di questo ultimo rapporto di Eurostat, l’ufficio statistico della Commissione.

Ha detto che la combinazione di inflazione e produzione superiori alle attese indica che la mancanza di offerta non è l’unico problema; L’aumento della domanda dei consumatori contribuisce anche all’aumento dei prezzi.

I prezzi dolorosamente elevati dell’energia e dei generi alimentari hanno continuato a portare l’inflazione a livelli record. Negli ultimi 12 mesi, i prezzi dell’energia sono aumentati del 41,9% mentre i prezzi dei generi alimentari sono aumentati del 13,1%. insieme a Il ritiro della Russia Da un accordo che ha consentito l’esportazione di grano dall’Ucraina, è probabile che i prezzi del grano aumentino ancora di più.

Preoccupano anche i segnali che l’inflazione sta estendendo la sua portata ad altri settori.

Più della metà dei paesi della zona euro ha registrato tassi di inflazione a due cifre nell’anno fino a ottobre, inclusa la Germania (11,6 per cento); Paesi Bassi (16,8%); Italia (12,8%) e Slovacchia (14,5%). Negli stati baltici, i tassi sono superiori al 21%. La Francia ha registrato il tasso più basso del 7,1%.

READ  Ottieni $ 15.000 per trasferirti in Sardegna: ecco cosa devi sapere

La spesa per consumi ha in parte spinto la Germania, la più grande economia d’Europa, a un tasso di crescita annuale dello 0,3% durante il terzo trimestre. L’economia italiana è cresciuta dello 0,5 per cento e quella svedese dello 0,7 per cento. La produzione complessiva ha rallentato rispetto allo 0,8% registrato nel trimestre precedente. in un altro luogo, crescita Ha rallentato nel terzo trimestre: la produzione sia in Francia che in Spagna è aumentata di appena lo 0,2 per cento, mentre le economie di Austria e Belgio si sono contratte dello 0,1 per cento.

Nel blocco più grande dei 27 paesi che compongono l’Unione Europea, la crescita nel terzo trimestre è aumentata dello 0,2 per cento, così come l’eurozona.

Negli Stati Uniti, i prezzi al consumo sono aumentati dell’8,2% nell’anno fino a settembre. Il tasso di inflazione della Gran Bretagna Era del 10,1 per cento nello stesso periodo.

Il Fondo monetario internazionale ha esortato i governatori delle banche centrali a mantenere la rotta, possibilmente nel prossimo anno. Ha osservato che “quasi la metà del recente aumento dell’inflazione core europea rimane inspiegabile dai suoi soliti fattori”, suggerendo che la guerra in Ucraina e le conseguenze della pandemia di coronavirus hanno contribuito a una nuova dinamica inflazionistica.

La maggior parte dei banchieri centrali rimane ferma. Il Riserva federale I tassi di interesse dovrebbero aumentare di tre quarti di punto percentuale quando i politici si incontreranno mercoledì. Questo sarà il sesto aumento quest’anno. Anche la Banca d’Inghilterra, che si riunirà giovedì, dovrebbe aumentare i tassi di interesse dello stesso importo.

La puntura degli aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve si fa sentire nelle regioni di tutto il mondo. I tassi di interesse più elevati attirano gli investitori, il che aumenta il valore del dollaro. Per i paesi emergenti con ingenti prestiti in dollari, il già pesante onere sta aumentando ancora di più. Allo stesso tempo, i paesi che devono importare beni o beni di prima necessità americani come energia e cibo che spesso hanno un prezzo in dollari stanno vedendo costi alle stelle. diventano più poveri.

READ  Opinioni sulla prescrizione sui biosimilari in immunologia, rapporto 2021 - Focus su Stati Uniti, Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito, Giappone e India - ResearchAndMarkets.com

Mentre la maggior parte degli economisti ha sollecitato una linea dura sull’inflazione, c’è un numero crescente di voci che si chiedono se i banchieri centrali si stiano allontanando troppo, troppo rapidamente. Tassi di interesse più elevati non aumenteranno improvvisamente la fornitura di petrolio, grano e microchip, ma potrebbero esacerbare le carenze ostacolando gli investimenti.

La produzione di luglio, agosto e settembre è scesa dello 0,6% dallo 0,8% dei tre mesi precedenti.

“Il rallentamento potrebbe essere stato più forte di quanto suggerisca il titolo”, ha scritto lunedì in una nota Klaus Vestisen, capo economista dell’eurozona presso Pantheon Macroeconomics, aggiungendo che la crescita dovrebbe diminuire nel quarto trimestre perché “i tassi di interesse elevati scoraggiano gli investimenti”. L’inflazione che rimane alta sta stringendo le cinture di consumo durante la stagione invernale”.