Dicembre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

‘L’ideologia americana fallisce’: perché il Covid sta avendo un enorme impatto sugli Stati Uniti | Assistenza sanitaria negli Stati Uniti

David Rosner parla costantemente con i colleghi sconvolti dalla risposta degli Stati Uniti alla pandemia di Covid-19.

“Quando sei in una scuola di salute pubblica e in un ambiente di salute pubblica, le persone si sentono davvero un fallimento”, ha detto Rosner, che studia salute pubblica e storia sociale alla Mailman School of Public Health della Columbia University.

Questa sensazione di sconfitta è aggravata dal fatto che un milione di persone negli Stati Uniti sono morte di Covid-19 – The Il più alto tasso di mortalità per covid Tra i grandi paesi ricchi.

Secondo gli esperti di salute pubblica, l’enorme impatto del virus sugli Stati Uniti può essere attribuito in parte alla mancanza di investimenti nelle cure a lungo termine, nelle cure primarie e nei dipartimenti di salute pubblica. Di conseguenza, alcune persone erano più suscettibili al Covid e avevano scarsi contatti o fiducia negli operatori sanitari che li esortavano al distanziamento sociale, all’uso di mascherine e alla vaccinazione.

È stata una disconnessione, dicono, esacerbata dalla disinformazione, in particolare dai leader repubblicani che hanno minato le raccomandazioni degli studiosi.

“Questo è più di un semplice fallimento del sistema sanitario”, ha detto Rosner. “È il fallimento di un’ideologia americana”.

Una storia di scarsa qualità e accessibilità dell’assistenza sanitaria

I problemi della società e dell’assistenza sanitaria negli Stati Uniti che hanno portato all’alto numero di vittime prima della pandemia.

Nel 2018, il paese ha speso una media di $ 10.637 per l’assistenza sanitaria pro capite, quasi il doppio di altre nazioni grandi e ricche, Secondo i dati Dalla Fondazione Famiglia Kaiser. Tuttavia, rispetto a quei paesi, l’aspettativa di vita negli Stati Uniti era significativamente inferiore e la qualità e l’accessibilità dell’assistenza sanitaria peggiori.

READ  I cadaveri bruciano giorno e notte

Quasi $ 4.000 di quella spesa aggiuntiva provengono da pagamenti più elevati agli ospedali per cure ospedaliere e ambulatoriali. Nel frattempo, negli ultimi dieci anni, gli Stati Uniti hanno speso per i dipartimenti di salute pubblica statali e locali diminuito rispettivamente del 16% e del 18%.

“Abbiamo davvero apprezzato l’assistenza ospedaliera escludendo la salute pubblica e l’assistenza sanitaria comunitaria in questo paese”, ha affermato Sheila Davis, CEO dell’organizzazione no profit Partners in Health, che cerca di portare l’assistenza sanitaria nei luoghi più poveri del mondo.

Sostiene che i modelli di rimborso negli Stati Uniti si concentrano sulle cure fornite negli ospedali, “che è il posto più costoso per fornire cure, con i fornitori più costosi”, ha affermato.

In alternativa, indica un modello completo, “che ha un’eccellente assistenza ospedaliera ma ha anche un forte dipartimento di salute pubblica, oltre all’assistenza comunitaria”, come centri sanitari qualificati a livello federale nelle comunità svantaggiate.

L’unica area sanitaria in cui gli Stati Uniti spendono molto meno di altri paesi è l’assistenza a lungo termine, comprese le case di cura. Nel 2018, lo stato ha speso $ 516 pro capite per l’assistenza a lungo termine, meno della metà di quanto hanno speso stati comparabili, secondo dati KFF.

La pandemia ha messo in luce queste disparità. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, circa tre quarti degli americani morti per Covid avevano 65 anni o più, inclusi più di 150.000 residenti in case di cura. dati.

La maggior parte, più di due terzi, delle case di cura negli Stati Uniti sono istituzioni a scopo di lucro. Spesso non pagano molto i lavoratori, sono a corto di personale e hanno alti tassi di turnover: il salario medio negli Stati Uniti Assistenti infermieristici e amministratori infermieristici Nel 2020 era di $ 14,82 l’ora, il fatturato medio per il personale infermieristico nel 2017 e nel 2018 era del 128%, Secondo uno studio.

READ  Continuano i ritardi dei treni di Sydney; Sconto Victoria Energy $ 250; John Barillaro lascia il suo lavoro d'affari a New York. Continuano le ricadute sul diritto all'aborto negli Stati Uniti; I colloqui commerciali dell'UE con Anthony Albanese devono essere accelerati
Un uomo parla con sua madre attraverso una finestra in una casa di cura a Windsor, nel Connecticut, nel maggio 2020. Foto: Chris Ehrman/AFP

Questa carenza di personale ha portato alcune case di cura a non seguire le migliori pratiche per il controllo delle infezioni, ha affermato la dott.ssa Celine Gunder, epidemiologa della New York University e redattrice generale di Kaiser Health News.

“Se hai lavoratori sottopagati e in condizioni di lavoro molto difficili, non si fideranno così tanto del datore di lavoro”, ha detto Gunder. “Quindi in una crisi quando si ha una mancanza di fiducia, ciò crea barriere per tutti coloro che lavorano contemporaneamente per affrontare i problemi”.

Quasi la metà degli assistenti e degli operatori della cura personale, che spesso guadagnano poco, Sono neri o ispanici?. Le case di cura i cui dipendenti provengono da quartieri “meno bianchi” hanno sperimentato maggiori focolai di Covid-19, forse perché quei quartieri sono anche generalmente più densi e hanno popolazioni che dipendono maggiormente dai mezzi pubblici, secondo il Rapporto Da un economista dell’Università di Harvard.

I residenti della casa di cura “erano i più vulnerabili, quindi se il Covid riesce a entrare nell’edificio, è probabile che i risultati negativi seguiranno poco dopo”, ha affermato Brian McGarry, professore all’Università di Rochester che studia l’assistenza a lungo termine .

In generale, la vita sembrava più difficile per gli anziani negli Stati Uniti che in paesi simili, anche prima della pandemia. Ad esempio, gli anziani negli Stati Uniti tendono a preoccuparsi di avere abbastanza soldi per i pasti o le necessità mediche, di non riempire una prescrizione o di saltare le dosi a causa dei costi, secondo il 2017 Affari sanitari studio.

Negli Stati Uniti, il 36% degli anziani ha riferito di avere tre o più malattie croniche, come malattie polmonari croniche e malattie cardiache, che mettono le persone a maggior rischio di sviluppare malattie gravi da Covid. In Nuova Zelanda, Australia, Paesi Bassi, Norvegia e Svizzera, i numeri erano del 17% o meno. Gli Stati Uniti avevano anche il tasso più alto – 55% – di persone che assumevano regolarmente quattro o più prescrizioni.

Ha detto che i nonni di Gonder vivevano in Normandia, in Francia, e non dovevano preoccuparsi delle spese mediche o se potevano vedere un medico. “Potrebbe esserci un’attesa per un appuntamento, ma possono sempre ottenere le cure mediche di cui hanno bisogno”, ha detto.

Gli americani hanno anche meno probabilità di avere un fornitore di cure primarie, il che ha contribuito all’alto numero di vittime qui. Nei Paesi Bassi, il 71% degli adulti ha avuto un medico o un luogo di cura regolare per cinque anni o più; Negli Stati Uniti, la cifra è del 43%, Secondo uno studio Dal Commonwealth Fund, un’organizzazione senza scopo di lucro focalizzata sul miglioramento del sistema sanitario.

“È un fattore speciale quando si tratta della campagna di vaccinazione”, ha affermato il dottor David Blumenthal, presidente del Commonwealth Fund. “Lo sappiamo da Scansiona i dati Che le persone vorrebbero ricevere la vaccinazione nell’ufficio del medico di base, ma pochissimi americani hanno medici di base”.

Blumenthal ha affermato che il deficit è dovuto in parte alle tasse scolastiche e al divario salariale tra il medico di base e gli specialisti, ancora una volta, entrambi numeri in cui gli Stati Uniti sono in cima alle classifiche.

“Il compenso è un fattore importante: non è solo quanto le persone vengono pagate, ma quanto duramente lavorano per ottenere quel livello di reddito”, ha detto Blumenthal, che era un medico di base. Senza un fornitore di cure primarie, ha detto, molti pazienti finiscono per visitare il pronto soccorso o non cercano affatto cure.

“In un’epidemia, quando vai al pronto soccorso, ti circondi di dozzine o centinaia di altre persone, e molte di loro non si infettano finché non si presentano, quindi non è un modo epidemiologicamente utile di trattare i pazienti, ” disse Blumental.

Nel frattempo, le contee statunitensi più colpite dopo aver reso disponibili i vaccini sono state quelle in cui la maggioranza ha votato per Donald Trump nel 2020, secondo il Studio radiofonico pubblico nazionale.

Da quando i vaccini sono diventati ampiamente disponibili nel maggio 2021, le persone nelle contee in cui oltre il 60% degli elettori ha sostenuto Trump avevano 2,73 volte più probabilità di morire di Covid rispetto a quelle nelle contee in cui quella stessa percentuale ha sostenuto Joe Biden.

Gli Stati Uniti erano secondi solo ad altri paesi ricchi per tasso di vaccinazione: un fattore che contribuisce erano i bassi tassi di vaccinazione tra i repubblicani. A novembre 2021, il 91% dei democratici ha ricevuto almeno una dose del vaccino, mentre solo il 53% dei repubblicani lo ha fatto, secondo la Kaiser Family Foundation. sondaggio.

“Non puoi separare i nostri fallimenti nella pandemia dalle lotte per l’ideologia e la politica”, ha detto Blumenthal. “L’approccio pandemico è diventato implicato nell’affiliazione al partito delle persone e nelle loro opinioni sul governo”.

La gente protesta contro un vaccino Covid a Tallahassee, in Florida, nel novembre 2021.
La gente protesta contro un vaccino Covid a Tallahassee, in Florida, nel novembre 2021. Foto: Rebecca Blackwell/Associated Press

Rosner ha detto che ciò è dovuto in gran parte a repubblicani come Trump. Dopo che l’allora presidente ha contratto il Covid nell’ottobre 2020 ed è diventato più malato di quanto avesse riconosciuto pubblicamente, Trump ha scritto su Twitter: “Non aver paura del Covid. Non lasciare che governi la tua vita”. Durante un dibattito presidenziale, Trump ha anche detto di Biden: “Non indosso maschere come lui. Ogni volta che lo vedi, ha una maschera”.

Rosner ha detto di averlo paragonato a un altro politico conservatore, Boris Johnson, il primo ministro del Regno Unito. Dopo essere stato anche ricoverato in ospedale con il Covid, Johnson per ringraziare Le sue infermiere hanno detto che il SSN “senza dubbio” gli ha salvato la vita e che “le cose avrebbero potuto funzionare in entrambi i modi”.

“Non come [Johnson] È un angelo, ma ha riconosciuto qualcosa di più profondo nella cultura britannica che in qualche modo si fida della medicina, si fida della salute pubblica, si fida del sistema sanitario, in un modo che Trump non ha nemmeno ritenuto necessario”.

Preparati per la prossima emergenza

Nonostante la loro esasperazione per il numero di decessi prevenibili per Covid, gli esperti di salute pubblica affermano di essere incoraggiati dagli sforzi del governo federale per assicurarsi che gli Stati Uniti siano meglio preparati per la prossima emergenza, che secondo loro è inevitabile.

Ad esempio, la legge federale sugli aiuti, i soccorsi e la sicurezza economica (Care) è inclusa nel caso del coronavirus 300 milioni di dollari Affinché i servizi CHW cerchino di migliorare, tra le altre cose, l’accesso alla salute e all’assistenza sanitaria mentale.

“Siamo stati molto lieti di includere i CHW in gran parte dei finanziamenti dell’amministrazione Biden durante l’emergenza”, ha affermato Davis. “Ora l’obiettivo – e la speranza – è quello che sarà [become] Una parte permanente della nostra struttura sana”.