Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ex primo ministro Paul Keating afferma che l’Australia deve accettare che l’ascesa della Cina è “legittima”, ma ciò non significa “inchinarsi”

come tale CinaL’ex primo ministro Paul Keating afferma che la sua presenza e influenza nell’Indo-Pacifico è in costante crescita. Australia Ricostruire il suo rapporto con la crescente potenza globale è fondamentale.

La crescente influenza di Pechino ha cambiato radicalmente il panorama politico globale negli ultimi decenni, ma le sue tese relazioni con l’Australia continuano a disfarsi.

Guarda un estratto dallo speciale 7NEWS Spotlight nel video qui sopra

Guarda tutti i tuoi programmi preferiti su Channel 7 o trasmetti in streaming gratuitamente 7 più >>

parla esclusivamente a 7NEWS In primo piano: ALBOKeating ha affermato che l’Australia ha bisogno di ricostruire le sue fragili relazioni con la Cina, ma ha sottolineato che ciò non significa “inchinarsi” alle richieste.

La Cina rimane il principale partner commerciale dell’Australia, una relazione che secondo Keating l’Australia non può dimenticare.

“Non saranno mai sostituiti dalla Gran Bretagna in nessun accordo di libero scambio, che è uno scherzo, o dall’Unione Europea”, ha detto.

Il paese più grande dell’Asia è la Cina. La maggiore richiesta per i prodotti che produciamo è la Cina e dobbiamo tornare a un rapporto di lavoro ordinato con i cinesi”.

Keating ha contribuito a organizzare la prima riunione dei leader della cooperazione economica Asia-Pacifico nel 1993 per costruire relazioni più forti nella regione.

Ha detto che era importante per l’Australia ripristinare il rapporto di lavoro benefico che aveva una volta con la Cina, aggiungendo che il governo di Anthony Albanese sembrava essere d’accordo.

READ  La destra politica della Nuova Zelanda avanza nei sondaggi mentre la popolarità di Ardern diminuisce | Nuova Zelanda
7NEWS Il redattore politico Mark Riley con l’ex primo ministro Paul Keating. a lui attribuito: Riflettore

Non possiamo permetterci di mettere tutti i soldi su di noi. “Dovremmo avere un rapporto di lavoro con i cinesi”, ha detto.

“Penso che il Primo Ministro e il governo lo capiscano, motivo per cui penso che stiamo iniziando a vedere un po’ di disgelo nelle relazioni tra la Repubblica popolare cinese e il governo australiano”.

Antonio AlbaneseIl governo in precedenza aveva affermato che era nell’interesse dei due paesi ricostruire la loro relazione dopo anni di ostilità e scioperi commerciali.

“Riteniamo che sarebbe nell’interesse di Cina e Australia stabilizzare questa relazione”, ha affermato questo mese il Segretario di Stato Penny Wong. “Siamo pronti a partecipare”.

Il presidente cinese Xi Jinping. a lui attribuito: Salim Shetiti/AP

I media cinesi controllati dallo stato hanno notato che il nuovo governo laburista ha fornito un’opportunità per allentare le tensioni.

Il governo cinese ha rotto una moratoria di oltre due anni sul contatto con i ministri australiani per inviare una lettera di congratulazioni ad Albanese dopo le elezioni, dicendo che il paese era “pronto a lavorare con la parte australiana per rivedere il passato, guardare al futuro e sostenere il principio del rispetto reciproco”.

Ma entrambe le parti devono affrontare ostacoli significativi per ricostruire la relazione.

costruzione di ponti

Alla domanda su come aprire quella porta, Keating ha detto che l’Australia deve accettare il fatto che “l’ascesa della Cina è legittima”.

“Cosa vogliamo fare, per mantenere il 20 per cento dell’umanità in povertà?” Chiesto.

“E se i cinesi sono lì con un reddito maggiore e una maggiore influenza nella loro economia e in Asia a causa di ciò, cosa possiamo dire, ‘Questo è male’ o ‘Questo è illegale’, come diceva il governo Morrison, in modo efficace.

“Dobbiamo voltargli le spalle. Questo non vuol dire che dovremmo abbracciare i cinesi e accettare tutte le loro esagerazioni, ma… il fatto è che viviamo nell’emisfero dell’Asia orientale. Non viviamo nell’Atlantico. “

Alla domanda su come aprire quella porta, Keating ha detto che l’Australia deve accettare il fatto che “l’ascesa della Cina è legittima”. a lui attribuito: 7 notizie

Lo status della Cina come potenza economica e strategica dominante significa che avrà la stessa influenza che gli Stati Uniti hanno nell’emisfero occidentale, ha detto Keating, aggiungendo che l’Australia deve comprendere quel ruolo.

“Se guardi ai Caraibi, ogni stato ha le impronte americane, giusto? E quindi penso che dobbiamo riconoscere la legittimità della Cina, ma allo stesso tempo, non piegarci ogni volta che vogliono qualcosa che pensiamo sia contro il nostro interessi.”

Per quanto riguarda il ritorno al potere del governo laburista, Keating ha affermato che sembrava che “una brezza fresca stesse attraversando il paese”.

“Questo governo, il governo albanese, sarà un governo più tradizionale”, ha detto.

“Ti preoccuperai di entrambi i lati del libro mastro, ti preoccuperai delle entrate e delle tasse, ti preoccuperai delle spese. Tutto questo è scomparso sotto il dominio dei cosiddetti manager economici, i liberali”.

7NEWS Spotlight: ALBO, in streaming ora 7 più