Agosto 1, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

L’ex presidente del Regno Unito John Bercow si unisce ai laburisti dopo decenni con il partito conservatore. Dice che non c’è niente di personale contro Boris Johnson

L’ex presidente della Camera dei Comuni britannica John Bercow – che ha guadagnato fama internazionale per aver giudicato il dramma politico del paese sulla Brexit – ha dichiarato di essersi dimesso dal partito conservatore al governo per unirsi al partito laburista all’opposizione.

Bercow è stato un rappresentante dei conservatori per 12 anni fino a quando non è stato eletto alla carica di presidente imparziale della Camera nel 2009, dove è rimasto fino al 2019.

Era responsabile della gestione degli affari della Camera dei Comuni e dell’interpretazione del regolamento interno del Parlamento.

Ma ha fatto arrabbiare i governi conservatori guidati dal primo ministro Theresa May e dal suo successore, Boris Johnson, dando ai legislatori l’opportunità di bloccare le proposte di legge sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

È diventato un eroe per gli oppositori della Brexit e un cattivo per i suoi sostenitori, ed è stato riconosciuto in tutto il mondo per le sue relazioni tumultuose e persino per i suoi rumorosi appelli all'”ordine!”

Ha anche accusato il signor Bercow durante la sua carriera di bullismo nei confronti dei membri del suo staff, cosa che ha negato. Si è dimesso nel 2019.

Bercow è un feroce critico di Johnson, l’eroe della Brexit la cui ascesa ha coinciso con l’uscita dei politici pro-UE dal Partito conservatore.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, frecce sinistra e destra per la ricerca, frecce su e giù per il volume.
Ordine! Berko e Howell: un confronto

Bercow ha detto all’Observer che i conservatori di Johnson erano diventati “reazionari, populisti, nazionalisti e talvolta xenofobi”.

“La verità è che il partito laburista è l’unico modo per raggiungere questo obiettivo”.

In seguito ha affermato che la decisione non era personale contro Johnson.

“Se mi stai dicendo che si tratta principalmente di Boris Johnson, la risposta onesta è no”, ha detto a Sky News.

“Non è personale contro Boris Johnson.”

Tuttavia, ha affermato di ritenere che il modo in cui Johnson ha gestito il Parlamento fosse “sfortunato”.

“Penso che sia qualcuno che ha solo una conoscenza annua della verità in un anno bisestile e penso che il totale disprezzo con cui ha trattato il Parlamento sia sfortunato e abbia esacerbato un intenso risentimento verso di lui – perché penso che molte persone pensino che non sia il modo di agire”.

Il procuratore generale Robert Buckland ha respinto l’etichetta del partito come xenofoba, affermando che la decisione di Bercow di abbandonare la neutralità politica “in realtà indebolisce il potere della sua voce in politica”.

Il signor Bercow ha iniziato la sua carriera politica negli anni ’80 come assistente di destra dell’allora primo ministro Margaret Thatcher, ma nel corso degli anni si è spostato a sinistra.

Ha fatto infuriare alcuni membri della destra politica quando ha affermato nel 2017 che l’allora presidente Donald Trump non avrebbe dovuto parlare in Parlamento, un onore conferito ad alcuni dei suoi predecessori, tra cui Barack Obama.

AP

READ  Joe Biden e Boris Johnson aggiornano la Carta Atlantica nel loro primo incontro formale